Le tendenze DeFi su WeChat, l’IPO di Diginex si avvicina e Bitmain rifiuta le voci

Una panoramica settimanale delle notizie blockchain e crittografiche dalla Cina e da Hong Kong.

I trader cinesi hanno continuato a perseguire interessanti guadagni in DeFi questa settimana, ritirando Ether dagli scambi di criptovalute per l’agricoltura di rendimento. Nel frattempo, Diginex, società di asset digitali con sede a Hong Kong, ha raccolto 20 milioni di dollari dal collocamento privato ed è un passo avanti verso la quotazione del Nasdaq prevista per la fine di settembre. Queste storie e altre ancora nell’edizione di questa settimana del China Market Watch di OKEx Insights.

I commercianti cinesi ritirano fondi dalle borse per guadagni DeFi

La domanda cinese di DeFi ha continuato a crescere questa settimana poiché il termine era di tendenza sulla piattaforma di social media WeChat, spike a un volume di ricerca elevato di tutti i tempi di quasi 900.000 il 2 settembre.

Poiché il prezzo di Ether è sceso da $ 400 questa settimana e una volta è crollato a $ 316 il 5 settembre, i trader cinesi hanno ritirato il loro ETH dagli scambi di criptovalute a partecipare alla liquidità DeFi estrazione. Dati da CryptoQuant Spettacoli che la quantità di ETH detenuta negli scambi è diminuita dall’inizio di settembre.

Riserve di Ethereum detenute dagli exchange di criptovaluteImporto della riserva ETH detenuta negli scambi crittografici. Fonte: CryptoQuant

Il 6 settembre lo è stato anche segnalato che gli utenti stavano riscontrando difficoltà nel ritirare ETH e altri token per l’agricoltura di rendimento da alcune borse a causa del calo delle partecipazioni.

Aspetti chiave

  • Nonostante la crescente domanda cinese di DeFi, la recente svendita di criptovalute ha portato a un annullamento di $ 1,8 miliardi del valore totale bloccato nel mercato DeFi.
  • Nel perseguimento dell’estrazione di liquidità, il market maker automatizzato SushiSwap rimane sotto i riflettori per i trader cinesi questa settimana.

Diginex ha raccolto 20 milioni di dollari prima della prevista IPO del Nasdaq

Richard Byworth, CEO di Diginex, una società che fornisce servizi di risorse digitali, ha rivelato che la società sollevato $ 20 milioni da un gruppo di investitori privati ​​prima della quotazione prevista sul mercato azionario del Nasdaq a fine settembre.

Secondo Byworth, la società ha completato un collocamento privato di obbligazioni convertibili da investitori, inclusi family office a Londra e Hong Kong, nonché un hedge fund. Ha aggiunto che il collocamento privato da $ 20 milioni funge da punto di riferimento per gli investitori per valutare l’imminente acquisizione di Diginex da parte di 8i Enterprises Acquisition Corp.

Aspetti chiave

  • Diginex offre una vasta gamma di servizi di risorse digitali, tra cui un cambio di valuta digitale (EQUOS) e un braccio di criptovaluta (Digivault).
  • I 20 milioni di dollari raccolti verranno utilizzati come spese in conto capitale per Diginex. L’azienda prevede di ridurre e trasferire il proprio personale da Hong Kong a Singapore.
  • La SEC statunitense ha già approvato la quotazione di Diginex. La società dovrebbe essere quotata il 23 settembre, una volta ricevuta l’approvazione degli azionisti di 8i e del Nasdaq.

Bitmain ha respinto le voci sulla prevendita di nuovi modelli di mining

Bitmain ha rilasciato un file dichiarazione respingere le voci sul lancio di una prevendita per i suoi ultimi modelli di mining a 5 nm.


Secondo la dichiarazione, Bitmain ha riconosciuto che l’annuncio era stato pianificato dal suo ex CEO, Micree Zhan, ma ha chiarito che quei miner, basati su chip a 5 nm, sono ancora in fase di prova e non dovrebbero essere lanciati nel prossimo futuro.

Aspetti chiave

  • Bitmain ha estromesso Micree Zhan come CEO nell’ottobre 2019. Ciò implica che Zhan non è più il rappresentante legale di Bitmain e delle sue sussidiarie, quindi non può firmare alcun contratto o avviare rapporti d’affari per conto dell’azienda.
  • La dichiarazione di Bitmain indica che l’intenzione di Zhan di annunciare la prevendita degli ultimi modelli di mining di Bitmain era un tentativo di raccolta fondi per ingannare i clienti.

I mercati asiatici scivolano a causa delle vendite di azioni guidate da Tesla

Il mercato azionario sia in Cina che a Hong Kong è scivolato questa settimana. Lo Shanghai SE Composite e il CSI 300 sono attualmente scambiati a 3.255 e 4.585, al momento della stampa, con un calo settimanale del 4,41% e del 5,35%, rispettivamente. L’indice SZSE Blockchain 50, nel frattempo, si attesta a 3.888, con una variazione di valore settimanale del -2,67%. A Hong Kong, l’indice Hang Seng è sceso del 2,36% questa settimana e attualmente si attesta a 24.449.

Indici di mercato cinese e di Hong KongPerformance degli indici di mercato cinese e di Hong Kong. Fonte: Trading Economics, Investing.com

L’ampia svendita dei titoli tecnologici statunitensi ha portato questa settimana allo slittamento dei mercati cinese e di Hong Kong. La svendita è stata guidata da Tesla, le cui azioni hanno precipitato più del 34% la scorsa settimana ed è crollato a $ 330. Anche Apple e Microsoft subìto dal sell-off, e le loro quotazioni azionarie sono scese rispettivamente del 6,7% e del 5,4%.

Aspetti chiave

  • La decisione di escludere Tesla dalla S&L’indice P 500 venerdì scorso è stato il fattore chiave per il più grande calo del prezzo delle azioni di Tesla. Le nuove aggiunte all’indice sono Etsy Inc., Teradyne Inc. e Catalent Inc.
  • Softbank’s divulgazione di 4 miliardi di dollari di opzioni call sui titoli tecnologici statunitensi è uno sviluppo che i trader dovrebbero seguire, in quanto potrebbe essere la ragione alla base del recente rally prima dell’attuale inversione di tendenza.

OKEx Insights presenta analisi di mercato, funzionalità approfondite, ricerche originali & notizie curate da professionisti delle criptovalute.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
Adblock
detector
map