Andrew Gazdecki, CEO di altcoin.io – Interview Series

Nel 2009, Andrew ha fondato e avviato Bizness Apps in un’azienda globale mentre era un senior al college. Da allora, ha continuato ad aiutare più di 500.000 piccole imprese a interagire con i propri clienti sui dispositivi mobili. Bizness Apps è stata acquisita da una società di private equity da 1 miliardo di dollari nel 2018.

Gazdecki è apparso su The New York Times, Forbes Wall Street Journal, Inc.com e Entrepreneur Magazine, oltre a importanti blog di settore come Mashable, TechCrunch e VentureBeat.

Siamo lieti che Andrew Gazdecki si sia preso una pausa dal suo fitto programma per discutere del suo ultimo progetto.

AT: Per cominciare puoi parlarci un po ‘del tuo progetto altcoin.io?

AG: Altcoin.io è uno scambio di criptovaluta decentralizzato progettato per dare la velocità e l’usabilità di uno scambio centralizzato (come Coinbase, per esempio), ma nessuno dei rischi per la sicurezza di custodia.

Quando ho iniziato a fare trading di altcoin, mi sono subito reso conto che gli scambi più popolari erano centralizzati, assumendo la proprietà dei token dei loro trader. Questo è un enorme rischio per la sicurezza. Trattenendo i gettoni dei trader, questi scambi invitano involontariamente al furto. Dal 2011 sono stati rubati miliardi di dollari e credo che le persone meritino di meglio.

Quindi, Altcoin.io sarà lo scambio di trading del futuro – uno scambio di criptovalute 2.0 se lo desideri – che è sia veloce che facile da usare, assicurando al contempo che i trader mantengano il controllo dei loro token in ogni momento. Con questa tranquillità, speriamo di vedere le criptovalute salire alle stelle fino a raggiungere la capitalizzazione di mercato di un trilione di dollari in futuro.

AT: Recentemente sei riuscito a raccogliere fondi in cambio di azioni wefunder.com. Cosa ti ha ispirato a fare crowdfunding su wefunder rispetto al tradizionale modello ICO?

AG: Non avevamo bisogno di un token, quindi perché crearne uno per raccogliere fondi? Alcuni ICO hanno uno scopo legittimo, ma il nostro scambio non si basa su un token per funzionare. Crearne uno allontanerebbe semplicemente la nostra attenzione dalla costruzione del miglior scambio di criptovalute al mondo per trovare un uso per un token di cui non abbiamo veramente bisogno.

C’è molta confusione sullo scopo degli ICO. Penso che potrebbero essere caduti in disgrazia per il semplice motivo che non sono sempre appropriati o addirittura necessari per far decollare un progetto blockchain. Riteniamo che la nostra campagna di successo WeFunder lo dimostri abbastanza bene.

AT: Hai deciso per la blockchain di Ethereum. Cosa ti ha fatto scegliere questa piattaforma rispetto a EOS, NEO o un’altra piattaforma?


AG: Ethereum esiste da più tempo, ha una delle più grandi reti di sviluppatori e sta lavorando attivamente sul “trilemma” della scalabilità attraverso sharding, Plasma e canali di stato. Altri blockchain stanno facendo cose interessanti, ma è troppo presto per presumere che supereranno Ethereum o addirittura manterranno le loro promesse.

È importante sottolineare che Ethereum sembra lavorare di più per creare una blockchain scalabile che non sacrifica la decentralizzazione. Sarebbe facile raggiungere la scala semplicemente riducendo il numero di nodi responsabili della creazione di nuovi blocchi, ma a nostro avviso si tratta solo di centralizzazione camuffata. Una volta che iniziamo a erodere il decentramento, perdiamo i suoi benefici.

Riteniamo quindi che Ethereum sia la scelta giusta per noi e, in futuro, speriamo di supportare lo scambio di token cross-chain.

AT: Ciò che differenzia il tuo scambio da altri scambi decentralizzati come Etherdelta?

AG: Ci sono molti scambi decentralizzati là fuori e non hanno ancora gestito da nessuna parte vicino ai volumi di scambio degli scambi centralizzati.

Riteniamo che il problema con gli scambi decentralizzati esistenti sia triplice: primo, sono difficili da usare; due, la tecnologia è lenta; e tre, non c’è abbastanza attenzione per aumentare la liquidità.

Altcoin.io non è solo uno scambio decentralizzato, ma un motore di trading completamente nuovo progettato da zero per essere sicuro, veloce e attraente sia per i trader esperti che per i principianti. Stiamo rilasciando un SDK per aiutare altri scambi e dApp a imparare dalla nostra esperienza e persino a condividere la liquidità tra di noi.

AT: Come tutti sappiamo, la sicurezza è di fondamentale importanza quando si tratta di scambi. Quali misure stai adottando per garantire la sicurezza e l’integrità del file altcoin.io scambio?

AG: Altcoin.io si basa su un’architettura sidechain simile al plasma, delineata per la prima volta nel white paper di Vitalik Buterin e Joseph Poon, Plasma: contratti intelligenti autonomi scalabili. Il plasma consente catene laterali che corrono parallele alla blockchain e che sono controllate utilizzando contratti intelligenti sulla rete Ethereum. Soprattutto, sono al sicuro.

Quando i trader scambiano i token, i nodi verificano e firmano ogni transazione utilizzando un meccanismo di consenso a prova di autorità, gestito dal nostro partner, Tendermint. Quando i trader ritirano fondi, devono attendere un periodo di tempo prestabilito per consentire ai nodi di contestare qualsiasi comportamento fraudolento. Se qualcuno sta facendo qualcosa di sgradevole, i nodi attiveranno un meccanismo di uscita di massa che restituisce i token all’ultimo stato legittimo della blockchain.

Questo, combinato con le solite difese blockchain come crittografia, decentralizzazione e chiavi private, garantirà che il nostro scambio sia il più sicuro sul mercato. E poiché non ci assumiamo mai la proprietà dei token dei trader, non vi è alcun rischio di custodia, nessun attacco allettante “honeypot” di hacker.

 

AT: Come vengono archiviati i token degli utenti?

AG: Tutti i token dei nostri utenti sono archiviati in modo sicuro in contratti intelligenti sulla rete Ethereum. Non ne prendiamo mai il controllo e i trader sono protetti dalle misure di sicurezza che ho descritto in precedenza. I token rimangono al sicuro nei portafogli dei trader fino a quando non vogliono fare trading, quindi il contratto intelligente e il sidechain collaborano per connettere i trader ed eseguire operazioni senza che terze parti siano coinvolte.

 

AT: La maggior parte delle borse si trova strategicamente offshore in giurisdizioni come Malta, Singapore, Svizzera, ecc. Cosa ti ha fatto decidere di operare al di fuori degli Stati Uniti?

AG: Riteniamo che operare negli Stati Uniti sia un vantaggio competitivo. Ho anche un debole per l’area di San Diego e le molte menti di talento qui che possono aiutare a rendere il nostro scambio decentralizzato una realtà.

Mentre gli Stati Uniti stanno risolvendo alcuni nodi normativi al momento, crediamo che lo spazio blockchain abbia un potenziale incredibile, ed essere al centro delle cose quando inizieranno ci darà un vantaggio rispetto ad altri progetti basati altrove.

 

AT: Hai già discusso dei token di sicurezza sul tuo blog e altre piattaforme. Puoi farci sapere come ti senti personalmente riguardo al potenziale di crescita di questo spazio?

AG: I token di sicurezza sono il modo più semplice per frazionare le risorse del mondo reale, il cui valore è di trilioni di dollari. La domanda è se dobbiamo frazionare e penso che la risposta sia un clamoroso sì: aumenta la liquidità, democratizza il mercato e semplifica gran parte della complessa burocrazia coinvolta nel trading di titoli.

A mio parere, l’opportunità offerta dai token di sicurezza supera di gran lunga quella delle criptovalute. Potrebbero rappresentare tutto ciò che al mondo ha valore e che è attualmente scambiato sui mercati di sicurezza globali – letteralmente un’opportunità da molti miliardi di dollari.

 

AT: Ci sono piani in atto per altcoin.io per entrare nel mercato dei titoli in futuro?

AG: Crediamo che i security token abbiano un grande futuro davanti a noi e ci piacerebbe aiutare i trader a scambiarli in modo veloce, facile e sicuro. Digitalizzare e frazionare il valore ha molto senso, fornire trasparenza, efficienza e aiutare un numero maggiore di persone a condividere la ricchezza delle proprie economie. Se possiamo aiutare a sostenere tale cambiamento, non può che essere una buona cosa.

 

AT: Cos’altro vorresti menzionare altcoin.io?

AG: Abbiamo dedicato molto tempo alla creazione della tecnologia giusta per il nostro scambio decentralizzato e siamo altrettanto appassionati nel creare un’esperienza utente straordinaria per i nostri trader, inclusa l’assistenza clienti 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Quindi vorrei fare una promessa a tutti i potenziali trader che leggono questa intervista: se pensi che potremmo migliorare il nostro scambio in qualche modo, faccelo sapere e cercheremo di realizzarlo. Potremmo non avere sempre successo, ma lavoreremo duramente per rendere Altcoin.io il miglior scambio mai creato per i trader dai trader.

AT: Grazie per il tuo tempo, personalmente non vedo l’ora di utilizzare la piattaforma altcoin.io in futuro.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
Adblock
detector
map