Come acquistare Cardano (ADA)

Cardano (ADA) è una blockchain pubblica di terza generazione e una piattaforma di sviluppo Dapp. La piattaforma ha guadagnato l’attenzione dei media internazionali come la prima blockchain a incorporare una strategia di ricerca sottoposta a revisione paritaria nei suoi principali principi. Oggi, ADA è una delle migliori criptovalute al mondo. Per saperne di più visita la nostra guida Investire in Cardano.

Presentiamo i migliori broker e scambi che offrono l’opzione di acquistare Cardano (TRX) con una carta di credito o di debito. Per somme maggiori puoi anche inviare un bonifico bancario.

Binance

Binance è uno degli scambi di criptovaluta più grandi e conosciuti al mondo. I vantaggi dell’acquisto di Cardano (ADA) qui sono che si beneficiano delle commissioni di cambio inferiori rispetto agli scambi concorrenti e la maggiore liquidità ti consente di acquistare e vendere rapidamente per trarre vantaggio dalle notizie in movimento del mercato.

Leggi la nostra Recensione su Binance o visita Binance.

Usa il codice sconto: EE59L0QP per un rimborso del 10% su tutte le commissioni di trading.

Kraken

Kraken è uno dei nomi di vecchia data quando si tratta di scambi di criptovaluta operanti nel settore.

Dagli inizi umili, ora sono diventati uno dei nomi più riconoscibili nello spazio offrendo una vasta selezione di risorse da scambiare tra cui Cardano (ADA).

I costi di negoziazione sono competitivi con altri scambi e hanno continuato ad evolversi offrendo sia futures che trading a margine.

Leggi la nostra recensione sul Kraken o visita Kraken.

Bittrex

Bittrex è un altro scambio che attualmente ti consente di acquistare e scambiare Cardano (ADA). Bittrex è uno scambio di criptovalute leader che fornisce la più ampia selezione di criptovalute, sono conosciuti nel settore per essere uno dei pochi scambi che non addebitano commissioni di quotazione per diversi progetti e hanno una reputazione di integrità.

Leggi la nostra recensione Bittrex o visita Bittrex.


Cos’è Cardano (ADA)?

Cardano è una rete basata su blockchain, che utilizza il proprio token nativo, “ADA”.

Cardano si propone come la prima rete del suo genere ad essere “sottoposta a revisione paritaria”. Ciò significa che prima di implementare qualsiasi modifica alla rete, un gruppo globale in crescita di scienziati rispettati, provenienti da vari campi, valuta eventuali aggiornamenti proposti.

Che cosa fa?

Attraverso l’uso del suo token nativo, ADA, gli utenti ottengono la possibilità di effettuare transazioni direttamente con gli altri. Ciò significa che non è necessario un “intermediario” di terze parti. Piuttosto, gli utenti hanno la possibilità di effettuare transazioni peer-to-peer.

Col tempo, la rete Cardano è programmata per supportare un’ampia varietà di applicazioni decentralizzate.

Come funziona Cardano (ADA)?

Cardano funziona attraverso l’uso di un modello Proof-of-Stake (PoS). Ciò significa che la rete non fa uso di minatori, come si vede in reti come Bitcoin. Invece, qualsiasi partecipante alla rete che detiene l’ADA, noto come stakeholder, in un portafoglio supportato, ha la capacità di convalidare le transazioni. I premi per questo variano, in base alle dimensioni delle proprie partecipazioni.

Attraverso l’uso di un approccio unico, denominato Ouroboros, Cardano aggiunge un nuovo livello a PoS. Questo viene fatto attraverso i pool di stakeholder. Per coloro che utilizzano questa opzione, la detenzione dei diritti può essere condivisa con altri, consentendo a un “gestore del pool di stake” di gestire la produzione di blocchi.

Sviluppi previsti?

Lo sviluppo della rete Cardano è un processo in più fasi, appena iniziato. Prende il nome da famosi e influenti scienziati, filosofi e altri, ci sono 5 indicatori principali lungo la roadmap di Cardano. Questi sono,

  1. Byron – Questa prima fase di sviluppo riguarda la creazione delle fondamenta della rete, preparandola per la crescita prevista nei prossimi anni.
  2. Shelley – Una volta che una solida base è stata costruita, questa seconda fase dovrebbe portare cambiamenti, circondando / aumentando il decentramento della rete.
  3. Goguen – Quando si è verificato un sufficiente decentramento della rete, la fase 3 porterà la capacità della rete di supportare contratti intelligenti e dApp.
  4. Basho – La quarta fase della roadmap di Cardano vedrà sviluppi riguardanti la scalabilità e l’interoperabilità della rete.
  5. Voltaire – Essendo la quinta e ultima fase attualmente prevista, si concentrerà sull’implementazione di un nuovo modello di governance. L’obiettivo è rendere la rete autosufficiente. Ciò sarà ottenuto attraverso vari aggiornamenti, come l’implementazione di un sistema di voto e di tesoreria.

A partire dal 29 luglio 2020, la rete Cardano inizierà ufficialmente la sua transizione dalla fase uno alla fase due. Questa fase, nota come Shelley, porterà nuovi livelli di decentralizzazione, passando da nodi federati a nodi gestiti dalla comunità.

Ideologia sottostante?

Per Cardano, sembrerebbe che la rete sia stata costruita per offrire molte delle stesse capacità dei rivali, come Ethereum. La differenza, tuttavia, sta nell’enfasi posta su alcuni tratti.

  • Impatto ambientale – Molte reti hanno riconosciuto l’impatto negativo che i protocolli ad alta intensità energetica, come il proof-of-work, possono avere. Utilizzando PoS nel modo scelto da Cardano, la rete richiede molta meno energia per funzionare.
  • Apertura e trasparenza – Cardano indica che come blockchain peer-reviewed, i partecipanti alla rete beneficiano di più di un semplice prodotto ben costruito. Beneficiano anche di nuovi livelli di apertura e trasparenza nelle loro operazioni e della direzione / progressione della rete.

Accettazione e controversie?

Ad oggi, Cardano ha avuto livelli minimi di accettazione e controversia.

Sebbene il token nativo della rete, ADA, possa essere trovato su molti scambi, questa è probabilmente la più grande adozione registrata finora. Fino a quando le funzionalità del contratto intelligente non saranno attive sulla rete, molto probabilmente rimarrà così.

Ad oggi, la rete Cardano è riuscita a evitare la maggior parte delle polemiche. Il problema più comunemente notato con la rete è la mancanza di decentralizzazione. Come accennato in precedenza, questo dovrebbe cambiare con l’attuazione della fase 2 della roadmap di Cardano.

Ci sono pochi eletti che hanno sollevato problemi con quelli che chiamano “ipotesi plausibili”, fatti nel white paper di Cardano. In sostanza, la fondazione della rete Cardano è stata costruita con vari presupposti su come si adatterà ai futuri livelli di adozione. Alcuni sono credenti, mentre altri non sono del tutto convinti che la rete funzionerà come previsto.

Regolamento?

Ad oggi, non ci sono state dichiarazioni ufficiali rilasciate su Cardano dai regolatori. Di conseguenza, il progetto rimane un po ‘in un “limbo” normativo.

A meno che non venga rilasciata una dichiarazione ufficiale, in caso contrario, rimane una possibilità che ADA venga considerata una garanzia. Coloro che credono che questo possa essere il caso, in genere forniscono due punti per il loro argomento.

  1. La rete non è decentralizzata a questo punto.
  2. Sebbene limitato ai residenti negli Stati Uniti, Cardano è stato inizialmente finanziato tramite un ICO.

Chi lo ha fatto?

Nel 2017, Cardano è stato lanciato da Charles Hoskinson. In qualità di co-fondatore di Ethereum, Hoskinson ha apportato influenza e intrighi immediati al progetto e al suo token nativo “ADA”.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
Adblock
detector
map