FinTech “Unicorn” Revolut mostra una crescita positiva nel rapporto fiscale annuale 2019

Revolut, un “unicorno” tecnologico e una delle piattaforme FinTech più promettenti oggi sul mercato, ha recentemente pubblicato il suo rapporto fiscale annuale. Il rapporto fiscale annuale tocca i vari risultati, battute d’arresto e indicatori finanziari che circondano le operazioni dell’azienda durante l’anno fiscale 2019.

Dai numeri

Revolut ha vari sviluppi da condividere e i numeri sembrano andare in una direzione positiva.

Quella che segue è una metrica chiave fornita, che dimostra la direzione in cui hanno portato le sue decisioni: utenti attivi.

  • 2018: 3,5 milioni
  • 2019: 10 milioni
  • 2020: 13,5 milioni e oltre

Man mano che la sua base di utenti aumenta, aumentano anche le sue disponibilità liquide per conto degli utenti, con un balzo totale da £ 903 milioni nel 2018 a circa £ 2.281 milioni nel 2019.

Inoltre, Revolut rileva un aumento sostanziale delle entrate del 2019 rispetto al 2018 (162,7 milioni di sterline contro 58,2 sterline). Ovviamente, operazioni più grandi comportano anche grandi costi operativi. Revolut ha registrato un sostanziale aumento delle entrate e una triplicazione dei costi operativi nello stesso arco di tempo, salendo a £ 107,4 milioni nel 2019 da £ 34,01 milioni nel 2018.

Sebbene l’espansione in nuovi mercati possa alimentare questo aumento delle entrate, l’espansione è stata resa possibile in primo luogo da una serie di aumenti di capitale di successo. Revolut ha raccolto con successo 580 milioni di sterline di investimenti nella sola prima metà del 2020 e ci aspettiamo di vedere raccolti ulteriori fondi.

Espansione del servizio

Indubbiamente, varie funzionalità della piattaforma implementate nel corso del 2019 sono anche responsabili di una parte della crescita di Revolut. Alcuni esempi di questi includono:

  • Supporto per Apple Pay
  • Negoziazione senza commissioni di azioni quotate negli Stati Uniti
  • Espansione a Singapore, Australia *, Stati Uniti *, Giappone *

* lanciato in beta

In attesa

Nonostante non abbia realizzato un profitto, il 2019 è stato un anno complessivamente positivo per Revolut, considerando il suo continuo desiderio di crescita globale. Guardando al futuro, la società ha già stabilito un piano di gioco per garantire che i profitti siano un giorno realizzati. Quello che segue è un estratto dalla relazione fiscale, toccando ciò che questi piani comportano.

  • Investimenti futuri nell’infrastruttura tecnologica e sviluppo dell’offerta principale di prodotti ai clienti Revolut,
  • Continua a rendere operativa l’UAB di Revolut Bank e il lancio in altri mercati europei,
  • Ottieni ulteriori autorizzazioni normative necessarie per espandere la nostra offerta di prodotti in tutte le giurisdizioni,
  • Sviluppare le operazioni esistenti in giurisdizioni internazionali, tra cui il Nord America e l’Asia Pacifico, continuando a espandere le nostre operazioni nel Regno Unito e nel SEE,
  • Ulteriori investimenti nell’assistenza clienti, nell’infrastruttura di rischio e conformità

Espansione canadese

Sia che si guardino alle entrate o alle perdite subite nel 2019, ognuna può essere in gran parte attribuita al desiderio di espansione globale. Revolut ha stabilito una solida base sia nel Regno Unito che in Europa e ha piani di espansione.


Un esempio è l’ingresso previsto dell’azienda in Canada. Sebbene Revolut non abbia fornito una data di lancio prevista per i servizi canadesi, gli utenti interessati possono attualmente aderire a un lista d’attesa per l’accesso anticipato.

Quando questo ingresso si verifica inevitabilmente, Revolut può aspettarsi una forte concorrenza da vari altri gruppi FinTech che si stabiliscono in Canada. Di recente abbiamo toccato un esempio di questo, poiché WealthSimple, con sede in Canada, ha lanciato un nuovo servizio di criptovaluta.

Man mano che ciascuna di queste società sviluppa e lancia nuovi servizi, le società diventano contemporaneamente più complete e strettamente collegate come concorrenti. Sia che tu stia cercando capacità di investimento, conti di risparmio, trading di criptovalute, carte di debito prepagate, ecc. – Revolut ei suoi concorrenti ti hanno coperto.

Guardando oltre questi due e l’elenco crescente di società FinTech che seguono l’esempio, non sarebbe sorprendente trovare la verità in voci che PayPal presto si unirà alla mischia.

Revolut

Fondata nel 2015, Revolut è una società FinTech, con sede a Londra, in Inghilterra. Nel tempo trascorso dal lancio, Revolut ha sviluppato una suite di servizi relativi al digital banking. L’adozione di questi servizi ha permesso al team Revolut di espandersi, fino ad oggi, per un totale di oltre 2000 dipendenti.

Il CEO, Nikolay Storonsky, attualmente sovrintende alle operazioni della società.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
Adblock
detector
map