Bilancia 2.0: la criptovaluta di Facebook ha perso la sua anima?

facebook libra novi

Il sistema di pagamento basato su blockchain proposto da Facebook, Libra, ha attirato ancora una volta l’attenzione diffusa quando il suo portafoglio digitale è stato rinominato da Calibra a Novi il 27 maggio 2020. Come affermato nel annuncio ufficiale, il nome “Novi” deriva dall’ispirazione delle parole latine “novus” per “nuovo” e “via” per “via”.

Novi è un portafoglio digitale ancora da lanciare che ha lo scopo di facilitare il trasferimento di denaro transfrontaliero tramite un’applicazione standalone, Facebook Messenger e WhatsApp. Secondo Facebook, tutti gli utenti Novi devono essere verificati fornendo la prova di un documento d’identità rilasciato dal governo.

Quando Facebook ha lanciato il suo file primo white paper Bilancia il 18 giugno 2019, alcuni nella comunità blockchain e criptovaluta credevano che Libra sarebbe stato il progetto più promettente per inaugurare l’adozione mainstream delle valute digitali. Altri hanno criticato il progetto, citando preoccupazioni per la centralizzazione e la privacy. Quasi un anno dopo il rilascio del white paper iniziale, Libra non è ancora stato lanciato e il team lo ha aggiornato carta bianca per una seconda versione.

OKEx Insights approfondisce i due white paper e mette in evidenza le notevoli differenze tra le valute e le procedure di conformità descritte in entrambe le versioni. Esaminiamo anche la visione della Bilancia per raggiungere il "unbanked" e l’ultimo stato dell’organizzazione dietro il sistema di pagamento, l’Associazione Libra.

Bilancia, versione uno: preoccupazioni sulla sovranità monetaria

Nel primo white paper della Bilancia, "Moneta della Bilancia" è stata descritta come una criptovaluta digitale stabile. Il white paper affermava che Libra era sostenuta da un paniere di attività a bassa volatilità, come depositi bancari e titoli di stato a breve termine in valute di banche centrali rispettabili. Ciò significava che la Bilancia non era impostata per essere ancorata a una valuta unica. Quando il valore dell’asset sottostante si sposta, anche il valore di una moneta Bilancia in altre valute fluttuerebbe.

Come affermato nel white paper, le attività a sostegno del valore della moneta Libra dovevano essere mantenute dalla Libra Reserve, che era detenuta da una rete globale di custodi con rating di credito di livello di investimento. Tuttavia, la composizione delle attività nella Riserva Libra non è stata specificata.

L’emergere del concetto di valuta Bilancia è stato immediatamente sottoposto a controllo normativo, soprattutto negli Stati Uniti. I regolatori hanno evidenziato il suo potenziale per minacciare la sovranità monetaria di diverse nazioni.

Friedrich Hayek, l’economista vincitore del premio Nobel, ha proposto il concetto di denazionalizzazione del denaro nel suo libro “Denazionalizzazione del denaro: l’argomento raffinato“Nel 1976. Questo concetto sosteneva una visione secondo la quale l’emissione di moneta non è controllata esclusivamente dal governo e dalle banche centrali. Invece, le istituzioni private sono incoraggiate a innovare ed emettere le proprie valute, in tal modo il processo di emissione di denaro viene denazionalizzato.

L’enorme base di clienti di Facebook rende Libra un candidato promettente per ottenere la denazionalizzazione del denaro. A partire dal primo trimestre del 2020, Facebook ha 2,6 miliardi di utenti attivi mensilmente, la maggior parte dei quali proviene dall’Asia-Pacifico e dal resto del mondo, come Africa e Sud America. Le filiali di Facebook, WhatsApp e Instagram, lo hanno fatto 1,5 miliardi e un miliardo utenti, rispettivamente.

utenti attivi mensilmente su facebookUtenti attivi mensilmente di Facebook. Fonte: Rapporto sugli utili di Facebook 2020 Q1

Vari leader a livello globale hanno espresso le loro preoccupazioni sull’impatto della Bilancia come sostituzione delle valute legali.

Subito dopo la pubblicazione del primo white paper lo scorso anno, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump dichiarato che Libra di Facebook ha poca affidabilità e che il gigante dei social media deve rispettare le normative bancarie esistenti se desidera lanciare Libra. Nello stesso periodo, Maxine Waters, presidente del Commissione per i servizi finanziari della Camera e uno scettico della Bilancia di Facebook, criticato la sua ambizione di creare un nuovo sistema finanziario globale che intenda minare il dollaro USA.

https://twitter.com/realdonaldtrump/status/1149472284702208000?lang=en


Il governo degli Stati Uniti non è il solo a sottolineare la potenziale minaccia alla sovranità monetaria portata dalla Bilancia di Facebook. Dopo il lancio del primo white paper su Libra, Wang Xin, Head of Research presso The People’s Bank of China (PBoC), espresso le sue preoccupazioni sulla Bilancia durante un evento a Istituto di finanza digitale dell’Università di Pechino. Xin ha chiesto:

“Se la Bilancia fosse ampiamente utilizzata per i pagamenti transfrontalieri, sarebbe in grado di funzionare come moneta e avere una grande influenza sulla politica monetaria, sulla stabilità finanziaria e sul sistema monetario internazionale?”

È opinione diffusa che Libra di Facebook abbia accelerato lo sviluppo del pagamento elettronico in valuta digitale (DCEP) cinese e delle valute digitali della banca centrale (CBDC), nel loro complesso. Gli esperti citano anche il rapido sviluppo dei CBDC, stimolato da Libra, come uno dei motivi che stimolano gli interessi istituzionali nelle criptovalute. Henri Arslanian, PwC Global Crypto Leader, ha condiviso con OKEx Insights la sua previsione sull’interesse istituzionale per le criptovalute:

“Mi aspetto di vedere aumentare l’interesse istituzionale per le criptovalute nei prossimi mesi. Ciò non è solo dovuto ai macro sviluppi, dai CBDC alla Bilancia, ma anche a considerazioni importanti come la chiarezza normativa e l’adozione delle migliori pratiche “.

Ancora una volta, il white paper iniziale di Libra aveva proposto un’unica criptovaluta digitale supportata da un paniere di asset a bassa volatilità. Ciò ha suscitato preoccupazioni tra le autorità di regolamentazione in merito alla sovranità monetaria, nonché a potenziali usi illeciti, come il riciclaggio di denaro.

Per soddisfare le preoccupazioni normative, a metà aprile 2020, il team Libra ha lanciato una nuova versione del suo white paper, con modifiche sia alla progettazione del sistema che alle pratiche di conformità.

Bilancia, versione due: stablecoin a valuta unica

La seconda versione del white paper di Libra descrive il progetto come un “sistema di pagamento globale” che comprende sia stablecoin a valuta unica che Libra Coin multivaluta.

Il white paper riconosce che “la principale preoccupazione condivisa era il potenziale per la moneta multi-valuta Libra Coin (≋LBR) di interferire con la sovranità monetaria e la politica monetaria se la rete raggiunge una scala significativa e un grande volume di pagamenti interni viene effettuato in ≋ LBR. ”

Di conseguenza, il team Libra ha proposto l’inclusione di stablecoin a valuta unica oltre a ≋LBR. Le stablecoin sarebbero, inizialmente, indicate in USD, EUR, GBP e SGD. Inoltre, ≋LBR non viene proposto come asset digitale separato dalle stablecoin a valuta unica. Piuttosto, è un composito digitale di alcune stablecoin a valuta unica disponibili sulla rete Libra.

Per alleviare le preoccupazioni sulla minaccia della sovranità monetaria, l’ultimo libro bianco ha anche riconosciuto lo sviluppo dei CBDC e ha sottolineato che potrebbero essere integrati direttamente nella rete Libra. Se le banche centrali sviluppano una CBDC denominata in USD, EUR o GBP, il white paper rileva che la CBDC potrebbe sostituire la corrispondente stablecoin a valuta unica di Libra. Inoltre, la composizione valutaria degli asset nella Libra Reserve corrisponderà alla composizione delle stablecoin in moneta unica in circolazione. Questo dovrebbe essere conforme al Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari (FINMA) licenza del sistema di pagamento che mitiga i rischi di tasso di interesse e di credito.

Oltre alle stablecoin a valuta unica, il nuovo white paper tenta anche di fornire ulteriore chiarezza sul design di ≋LBR. ≋LBR sarà definito in pesi nominali fissi, come i diritti speciali di prelievo (SDR) mantenuti da Fondo monetario internazionale (FMI). Per le attività detenute dalla Libra Reserve, l’ultimo white paper ha affermato che la Riserva deterrà almeno l’80% in titoli di stato a brevissimo termine e il restante 20% sarà detenuto in contanti – con sweep overnight in fondi del mercato monetario che investono in titoli di stato a breve termine.

Il team Libra ha anche affermato di accogliere con favore la supervisione e il controllo sulla composizione del suo paniere da parte delle banche centrali e delle organizzazioni internazionali sotto la guida della FINMA.

Tuttavia, sembra che le domande siano rimaste dopo il lancio del secondo white paper di Libra. La deputata Sylvia Garcia rilasciato una dichiarazione lo stesso giorno in cui è stata rilasciata, il 16 aprile, in cui si afferma che il team di Libra non ha ancora affrontato la sua intenzione di sviluppare una criptovaluta e le preoccupazioni per il potenziale impatto della Bilancia sull’economia globale.

Nell’autunno 2019, Garcia aveva sponsorizzato un disegno di legge, “H.R.5197 – Le Stablecoin gestite sono Securities Act del 2019“, Che afferma che le stablecoin dovrebbero essere classificate come titoli e quindi essere soggette alle attuali leggi sui titoli di Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti. Se approvato, il disegno di legge potrebbe essere applicato alle stablecoin a valuta unica proposte da Libra.

In particolare, la seconda versione del white paper di Libra ha perso la visione originale di una moneta unica globale. Il documento sottolinea che la moneta Libra è un complimento, ma non una sostituzione, delle valute legali, che evidentemente cerca di alleviare le preoccupazioni normative. L’adozione di stablecoin a valuta unica dipenderà da come le autorità di regolamentazione classificano le stablecoin in varie giurisdizioni.

Oltre al design di Libra, le procedure avanzate KYC (Know-Your-Customer) delineate nel secondo white paper lo distinguono anche dal white paper originale.

Bilancia KYC

Il white paper iniziale di Libra ha introdotto l’Associazione Libra, quella che viene definita “un’organizzazione di appartenenza indipendente e senza scopo di lucro” che “governerà” Libra Blockchain e Libra Reserve. L’Associazione è stata anche descritta come responsabile della definizione di politiche e procedure sulla modifica della composizione del paniere di attività nella Riserva Libra. Tuttavia, nel primo white paper non sono state scritte procedure di conformità concrete. Ciò ha suscitato preoccupazioni diffuse tra i regolatori sul fatto che la moneta Libra, tramite il portafoglio Calibra originariamente chiamato, potrebbe essere potenzialmente utilizzata come strumento per il riciclaggio di denaro o il finanziamento del terrorismo..

Il secondo white paper di Libra ha compiuto un enorme passo avanti verso la conformità affrontando le leggi e i regolamenti applicabili. Il secondo libro bianco ha presentato una proposta dettagliata sui programmi di conformità e sicurezza sulla base degli standard stabiliti dall’autorità di regolamentazione intergovernativa in materia di riciclaggio di denaro e finanziamento del terrorismo Task Force di azione finanziaria (FATF). La proposta contenuta nell’ultimo white paper fornisce linee guida per le quattro categorie di partecipanti alla rete Libra:

  • Rivenditori designati
  • Fornitori di servizi di asset virtuali regolamentati (VASP)
  • VASP certificati
  • Portafoglio non ospitato

Conformità basata su FATF

Come affermato nel secondo white paper di Libra, il programma di conformità proposto ha elencato i requisiti generali e specifici per i VASP per conformarsi agli standard GAFI. Il programma di conformità basato sul GAFI proposto è stato esteso ai VASP regolamentati e certificati.

VASP regolamentati

Come affermato nella Linee guida FATF, I VASP includono scambi di risorse digitali, fornitori di portafogli e fornitori di servizi finanziari relativi all’emissione, all’offerta o alla vendita di un bene virtuale.

"VASP regolamentati" fare riferimento a quelli registrati o autorizzati come VASP in una giurisdizione membro FATF.

Come afferma l’ultimo white paper di Libra, le entità che cercheranno di essere un “VASP regolamentato” nella rete Libra dovrebbero presentare una prova della registrazione FATF e dimostrare programmi di conformità normativa basati sul rischio all’Associazione Libra.

Dopo la verifica con esito positivo, i VASP regolamentati possono effettuare transazioni sulla rete senza limiti di bilanciamento delle transazioni e degli indirizzi. Il documento afferma inoltre che lo stato dei VASP regolamentati deve essere ricertificato su base annuale.

VASP certificati

Secondo il white paper, un “VASP certificato” si riferisce a un VASP che non si qualifica come VASP regolamentato ma è stato certificato secondo gli standard stabiliti dalla Libra Association. Il livello più alto di VASP certificati dovrebbe soddisfare i requisiti sia della Libra Association che delle linee guida FATF.

I VASP certificati, come i VASPS regolamentati, possono effettuare transazioni sulla rete Libra senza limiti di bilanciamento delle transazioni e degli indirizzi. Inoltre, come i VASP regolamentati, richiedono una ricertificazione annuale.

Regole di viaggio fuori blockchain

La Libra Association ha dichiarato nel suo secondo white paper che svilupperà un protocollo off-blockchain per facilitare la conformità da parte di VASP regolamentati e certificati. Questo protocollo faciliterà lo scambio di informazioni da parte dei VASP per conformarsi alle regole di viaggio e ai requisiti di registrazione.

La Libra Association afferma che manterrà anche un elenco pubblico di VASP regolamentati e certificati per il monitoraggio dello stato.

Matthew Unger, CEO di una società di gestione della conformità iComply, ha dichiarato a OKEx Insights che i ruoli dei VASP regolamentati e certificati nel programma di conformità proposto da Libra sono effettivamente in grado di soddisfare i requisiti delle regole di viaggio del GAFI:

“Nella prima fase di Libra, ora Novi [sic], sarei sorpreso se avessero problemi con la regola di viaggio FATF. La struttura di Novi è un unico istituto finanziario che gestisce una rete condivisa dai membri operativi della fondazione.

Una componente chiave della regola di viaggio è il trasferimento di fondi da un VASP a un altro VASP per conto dei propri clienti. Nel caso di Novi, c’è un solo VASP e tutti i fondi rimangono sempre in quella rete. Attualmente, i processori di pagamento regolamentati sembrano essere l’unico mezzo per ottenere fondi dentro o fuori dalla rete “.

Conformità non basata su FATF

L’ultimo white paper di Libra elenca anche i criteri di conformità che non sono basati sulle linee guida del GAFI. Gli altri criteri sono applicabili ai rivenditori designati e ai portafogli non ospitati.

Rivenditori designati

Secondo l’ultimo white paper Libra, i rivenditori designati sono entità con il diritto di acquistare o vendere monete Libra nella rete Libra. Possono effettuare transazioni sulla rete Libra senza limiti di saldo di transazioni e indirizzi se soddisfano lo standard di ingresso stabilito dalla Libra Association.

L’Associazione Libra afferma che condurrà controlli delle sanzioni, controllerà i titolari effettivi e in generale eseguirà la due diligence sui rivenditori designati nel sistema di pagamento Libra.

Secondo l’ultimo white paper Libra, i rivenditori designati regolamentati sono gli unici canali per distribuire monete Libra coniate dalla rete Libra. Come descritto, i rivenditori designati saranno le entità che acquistano e vendono monete Libra agli scambi e over-the-counter (OTC) desk per facilitare la liquidità delle monete Libra per gli utenti finali.

Portafogli non ospitati

La Libra Association riconosce ripetutamente l’importanza dell’inclusione finanziaria nell’ultimo white paper. Pertanto, il progetto ha creato un modo per tutti gli altri utenti che non rientrano nelle categorie sopra descritte di utilizzare la rete Libra. Gli individui e le entità possono utilizzare la rete Libra tramite i cosiddetti portafogli non ospitati.

Tuttavia, questi utenti sono soggetti ad alcune restrizioni: il protocollo Libra imporrà un limite di transazione e un saldo massimo di indirizzi su ciascun indirizzo di portafoglio non ospitato. I portafogli non ospitati dovrebbero lavorare con VASP regolamentati o certificati se volessero effettuare transazioni oltre i limiti stabiliti.

E la tassazione?

Nonostante l’introduzione di stablecoin a valuta unica e procedure KYC migliorate, il secondo white paper di Libra non fa alcun tentativo per affrontare le questioni fiscali o affrontare i problemi di privacy della rete Libra.

Per le stablecoin a valuta unica, come LibraGBP, se il valore oscilla in termini di GBP, ciò comporterà un’ulteriore complessità per determinare il potenziale di guadagni e perdite in conto capitale tassabili, il che potrebbe ostacolare l’adozione diffusa di LibraGBP.

Le cose possono diventare più complicate quando aziende e clienti effettuano transazioni in stablecoin Libra che sono diverse dalla valuta fiat del loro paese d’origine. Robert Sharpe dello studio legale Clifford Chance ha commentato OKEx Insights sulle passività fiscali per i clienti e le aziende che effettuano transazioni "non nativo" Stablecoin Bilancia:

“Anche i consumatori e le aziende che effettuano transazioni in stablecoin LBR non nativi (ad esempio gli utenti del Regno Unito che effettuano transazioni in EURLibra) devono affrontare passività fiscali e obblighi di dichiarazione fiscale. Ogni volta che utilizzano un LBR non nativo, il consumatore o l’azienda dovrà calcolare la propria plusvalenza / minusvalenza espressa nella valuta locale.

Generalmente, il guadagno / perdita aggregato di quell’utente dovrà essere calcolato e segnalato all’autorità fiscale del proprio paese e, se si verifica un guadagno, l’utente dovrà spesso pagare le tasse. Questo sarà spesso un risultato fiscale peggiore rispetto a se l’utente avesse semplicemente effettuato transazioni in valuta estera direttamente, poiché le norme fiscali sulle plusvalenze di molti paesi includono un’esenzione per i guadagni in valuta estera (ma i guadagni in criptovaluta sono raramente esentati). “

Per ≋LBR, poiché il valore di ≋LBR fluttuerà rispetto a qualsiasi valuta unica nel tempo, ogni transazione su ≋LBR comporta una plusvalenza o una perdita – qualcosa che si applica anche a Bitcoin e ad altre criptoccurencies già in alcune giurisdizioni, come lo Sharpe statunitense elaborato sulle passività fiscali delle transazioni in ≋LBR:

“Il problema fiscale chiave per gli utenti è che un LBR multivaluta fluttuerà di valore rispetto alla valuta domestica dell’utente, il che significa che spesso si verificherà una plusvalenza o una perdita in conto capitale quando lo utilizzano. Se un utente del Regno Unito acquista una LBR multivaluta per 10 GBP, ma quando spende la LBR poche settimane dopo la LBR multivaluta vale 12 GBP, l’utente ha realizzato una plusvalenza potenzialmente tassabile di 2 GBP.

Gli utenti dovranno tenere traccia dei loro guadagni / perdite in conto capitale su ogni singola transazione che effettuano, il che significa un potenziale costo fiscale nel peggiore dei casi e un mal di testa per la conformità."

Rimangono i problemi di privacy

A parte l’ambiguità nelle passività fiscali di Libra, i famigerati scandali sulla privacy di Facebook presentano un’altra sfida prima che la rete Libra possa essere lanciata.

Mentre il secondo white paper di Libra fornisce chiarezza sulle valute offerte e sul ruolo dei partecipanti alla rete, Unger di iComply ritiene che il progetto debba affrontare altre sfide normative esistenti sulla privacy:

“Il progetto ha altre sfide normative – in particolare, il track record di Facebook per l’identificazione degli utenti e l’autenticazione forte del cliente è abissale.

Una stima ha suggerito che fino al 25% degli account Facebook sono falsi, il che è una base terribile per fungere da fornitore di servizi finanziari regolamentato. Sebbene Facebook abbia acquisito una serie di fornitori di identità e KYC negli ultimi 4 anni, tutte queste società erano limitate dai flussi di lavoro di un’unica giurisdizione.

Fino a quando Facebook non troverà un modo per migliorare la privacy, la sicurezza e l’identità degli utenti, è probabile che questo progetto continuerà a vedere più titoli di PR che acquisire nuovi utenti “.

Con il precedente di Facebook scandali sulla privacy, costruire un sistema di identità digitale affidabile sulla rete Libra può essere impegnativa, poiché la rete Libra coinvolge diverse categorie di partecipanti. Nei commenti a OKEx Insights, Hans Lombardo, chief operating officer di Blockpass, ha riconosciuto l’importanza degli standard di identità aperti e delle aree normative chiave di cui il team Libra dovrebbe essere a conoscenza:

“Abbiamo sempre creduto che uno standard di identità aperto fosse importante per ottenere l’interazione sicura necessaria per il Web 3.0, come è evidente nel protocollo DID del W3C. Tuttavia, è molto importante che lo standard di identità digitale consenta il controllo sull’identità e sui dati con l’utente, avvicinandosi al livello di auto-sovranità e capacità di conoscenza zero.

Per quanto riguarda le normative, esiste un conflitto tra regimi come il GDPR, che richiede i diritti alla riservatezza dei dati, e quelli proposti dal GAFI, vale a dire la “regola di viaggio” e la trasparenza su coloro che commerciano e trasferiscono risorse digitali. Questo è ancora compatibile con uno standard di identità incentrato sull’utente, a condizione che l’utente abbia la libertà di scegliere di scambiare e inviare & ricevere risorse. “

Banking the unbanked

Sia la prima che la seconda versione del white paper di Libra condividono la stessa visione per raggiungere i non bancari e facilitare l’inclusione finanziaria. In quest’ultima versione, il team di Libra ha elencato due strumenti per raggiungere questo obiettivo: ≋LBR e portafogli non ospitati.

Come affermato nell’ultimo white paper di Libra, ≋LBR può fungere da asset neutrale e a bassa volatilità per i paesi che non hanno una stablecoin a valuta unica sulla rete Libra. Il team Libra afferma che ≋LBR può essere utilizzato come moneta di regolamento nelle transazioni transfrontaliere, dove gli utenti possono convertire ≋LBR nella loro valuta locale per acquistare beni e servizi.

Il team di Libra ha introdotto portafogli non ospitati per fornire accesso diretto alle popolazioni prive di banche e sottobanche, che potrebbero non avere accesso a VASP regolamentati o certificati.

Attualmente ci sono 1,7 miliardi persone non registrate in tutto il mondo. La popolazione senza banca si riferisce a coloro che non hanno accesso ai servizi finanziari forniti da un istituto finanziario o tramite un fornitore di servizi di telefonia mobile.

UN studia del progetto Juvo di Oxford Economics e FinTech con sede a San Francisco, pubblicato a novembre 2019, ha riconosciuto la potenziale crescita economica portata dalla popolazione senza banche. Lo studio ha indicato che, identificando e risolvendo i bisogni della popolazione priva di banche, si prevede che il prodotto interno lordo (PIL) globale aumenterà di $ 250 miliardi, con un potenziale aumento dei risparmi globali delle famiglie di $ 512 miliardi e un aumento medio del 6% del PIL pro capite nei paesi a basso reddito.

mappa non bancataLa percentuale della popolazione adulta senza accesso ai servizi finanziari. Fonte: Oxford Economics

Il problema delle popolazioni prive di banca deriva dal fatto che ci sono un miliardo persone che non hanno un documento di identità ufficiale, a partire dal 2018. In particolare, la popolazione non registrata è fortemente concentrato nell’Africa subsahariana e nell’Asia meridionale. Tale divario di identificazione globale è spiegato dalla mancanza di sistemi di registrazione civile (CR) ben funzionanti in molti paesi a basso e medio reddito. Questi sistemi CR mal funzionanti non conservano registrazioni adeguate su nascite, morti, matrimoni e altri eventi della vita.

popolazione non registrataPopolazione non registrata per regione. Fonte: Set di dati globale ID4D (2018)

La popolazione senza banca presenta enormi opportunità di crescita dalla potenziale adozione nei telefoni cellulari e in Internet. Per le persone che non hanno un conto bancario, i telefoni cellulari e Internet consentono loro di accedere ai servizi finanziari. Statistiche dal Groupe Speciale Mobile Association (GSMA) sottolineano che il tasso di penetrazione dei telefoni cellulari per le regioni dell’Africa subsahariana è solo del 45% nel 2019, che è di gran lunga inferiore alla media globale del 67%.

Si prevede che questo tasso aumenterà al 50,2% entro il 2025. Si prevede che le connessioni 4G saranno la principale fonte di crescita nell’Africa sub-Sarahan, dal 10% nel 2019 al 27% previsto nel 2025, secondo il rapporto GSMA.

penetrazione di InternetTasso di penetrazione di abbonati mobili unici nel 2019. Fonte: GSMA

Per quanto riguarda la penetrazione di Internet, GSMA prevede che la regione dell’Africa subsahariana crescerà dal 26% nel 2019 al 39% nel 2025. Gli utenti di Internet mobile nella regione dell’Africa subsahariana dovrebbero raggiungere 483 milioni entro il 2025. Per la regione del Medio Oriente e del Nord Africa (MENA), il tasso di penetrazione di Internet dovrebbe aumentare dal 41% nel 2019 al 50% nel 2025.

Con l’enorme potenziale di crescita nella penetrazione di dispositivi mobili e Internet, insieme al 63% degli adulti senza banche, sembra che l’Africa subsahariana sia la regione centrale per la Bilancia per “raggiungere i non bancari”.

penetrazione di InternetPenetrazione degli utenti Internet per regione. Fonte: GSMA

La Bilancia è anche per Facebook

A parte l’enorme potenziale per Libra di raggiungere gli sbancati, la Libra Coin può essere vista come uno strumento per incrementare il massiccio business degli annunci di Facebook. Durante la riunione annuale degli azionisti di Facebook tenutasi il 27 maggio 2020, Mark Zuckerberg, CEO di Facebook, disse che Libra è fondamentale per consentire pagamenti rapidi e senza interruzioni all’interno dell’ecosistema di e-commerce di Facebook.

A partire dal primo trimestre di quest’anno, entrate pubblicitarie conti per Il 98% delle entrate complessive di Facebook, rendendolo il fulcro del modello di business del gigante di Internet.

Il business degli annunci è un modello di asta in cui le aziende possono fare offerte per gli annunci al prezzo prefissato. Ciò significa che Facebook può offrire il prezzo più basso possibile alle aziende per partecipare all’asta degli annunci di Facebook.

Una volta lanciato Libra, ha spiegato il CEO, gli utenti possono fare clic su un annuncio su Facebook e acquistare beni e servizi correlati direttamente con Libra Coin. Zuckerberg ha anche affermato che si aspetta che l’integrazione di Libra ridurrà i costi di conversione di valuta e incoraggerà le aziende a fare offerte più alte negli annunci, il che, a sua volta, aumenterà le entrate di Facebook.

Il lancio di Libra potrebbe aumentare le entrate pubblicitarie del gigante dei social media nelle “regioni prive di banche”, come l’Africa sub-sahariana, in particolare. Le attuali entrate pubblicitarie di Facebook dagli utenti nel “resto del mondo” (al di fuori di Stati Uniti e Canada, Europa e Asia Pacifico) rappresentano solo il 9% delle entrate pubblicitarie totali degli utenti di Facebook per area geografica, a partire dal primo trimestre del 2020.

Data l’affermazione di Facebook secondo cui il lancio di Libra Coin potrebbe aprire l’accesso finanziario alle popolazioni prive di banca in Africa e in Asia meridionale, Libra potrebbe potenzialmente ridurre il predominio della quota di compartecipazione alle entrate di Stati Uniti, Canada ed Europa nella pubblicità..

guadagni di facebook 2020 q1Entrate pubblicitarie in base all’area geografica degli utenti di Facebook, al primo trimestre del 2020. Fonte: Rapporto sugli utili di Facebook 2020 Q1

La strada da percorrere per l’Associazione Libra

Dalla sua istituzione nel giugno 2019, l’Associazione Libra ha subito diversi cambiamenti chiave nella sua composizione dei membri. Dopo il primo ritiro formale di PayPal nell’ottobre 2019, Mastercard, Visa, Mercado Pago, Booking Holdings, eBay e Stripe seguito l’esempio. La perdita di questi pagamenti e dei giganti dell’e-commerce ha lasciato solo 21 aziende a firmare lo statuto dell’Associazione Libra.

L’ondata di ritiri è continuata nel 2020 quando Vodafone ha annunciato il suo ritiro dalla Libra Association a gennaio, citando la sua intenzione di concentrarsi sulla propria piattaforma di pagamenti mobili. L’Associazione Libra ha da allora a bordo piattaforma di commercio digitale Shopify nel febbraio 2020. Heifer International e Checkout.com hanno aderito all’associazione nell’aprile 2020. Temasek, Paradigm e Slow Ventures sono le recenti aggiunte dell’Associazione Libra nel maggio 2020. Ci sono 27 membri ad oggi.

Anche l’Associazione Libra di recente nominato Stuart Levey come suo CEO. Levey era un funzionario del Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti e ha prestato servizio in HSBC Holdings Plc dal 2012 come chief legal officer.

Lo stesso giorno in cui è stato pubblicato il nuovo white paper, anche l’Associazione Libra ha annunciato di averlo fatto avviato una domanda di licenza per il sistema di pagamento presso la FINMA.

Bilancia: finanza alternativa o tradizionale?

Il secondo white paper di Libra ha fatto notevoli sacrifici all’ambizione originaria di Libra: una semplice valuta globale. Con preoccupazioni per la sovranità monetaria e la stabilità finanziaria, il team Libra intende emettere alcune stablecoin a valuta unica sulla rete Libra.

Come afferma la seconda versione del white paper, “[la] rete Libra è progettata per essere un sistema di pagamento accessibile a livello globale ea basso costo – un complemento, non un sostituto, delle valute nazionali”.

Ciò significa anche che se Libra desidera sopravvivere, deve far parte del sistema finanziario internazionale, invece di servire come alternativa. Frances Coppola, editorialista di CoinDesk, condivisa i suoi pensieri in un recente articolo di opinione, affermando che Libra può avere successo solo se diventa un progetto semi-governativo:

“Il progetto Torre di Babele è finito. La Bilancia soddisferà tutto ciò che i governi richiedono e, in cambio, sarà assorbita dal sistema finanziario internazionale esistente.

La lezione dalla capitolazione della Bilancia è che se vuoi davvero sfidare l’autorità del governo, non ti leghi al sistema esistente. Hai creato un’alternativa e la difendi fino in fondo. “

Dopo il lancio dell’ultimo white paper di Libra, ad aprile, David Gerard, l’autore di Attack of the 50-Foot Blockchain, told medioun che la visione originale di Facebook Libra non può essere trasformata in realtà:

“La visione originale di Libra era quella di sogni criptati selvaggi di denaro privato, privi di regolamentazione. Non sarebbe mai volato via. Facebook è un’azienda reale e tangibile. Puoi abusare delle informazioni private delle persone, ma i governi prendono i soldi molto sul serio “.

Tuttavia, nonostante le concessioni fatte nel nuovo white paper Libra, l’obiettivo dichiarato del progetto Libra di “raggiungere l’adozione di massa” è ancora vivo – per ora. Uno dei membri della Libra Association, il CEO di Bison Trails Joe Lallouz, crede che la seconda versione del white paper di Libra è “un passo più vicino” agli obiettivi di Libra:

“La cosa più importante per raggiungere un obiettivo di adozione di massa è portare il progetto fuori dalla porta e nelle mani delle persone che ne hanno più bisogno”.

In una recente intervista con Bloomberg pubblicata il 1 ° giugno, Katie Haun, socio accomandatario di Andreessen Horowitz, reclami che la Bilancia di Facebook rappresenta una nuova era del denaro su Internet e il suo caso può essere un precedente per altri progetti simili da seguire:

“Siamo ancora agli inizi della categoria denaro su Internet. Inning estremamente precoce. Pensa a quei primi giorni di connessione remota di Internet. Facebook Libra ha avuto una grande svolta tecnologica, ma non è ancora pronto per la prima serata, ma ci sta arrivando. E non puoi metterlo nelle mani del pubblico finché non è pronto e si esibisce. “

OKEx Insights presenta analisi di mercato, funzionalità approfondite e notizie curate dai professionisti della crittografia.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
Adblock
detector
map