Dividere Bitcoin in due campi: quelli che lo vogliono e quelli che ne hanno bisogno

autore originale : Audrey Nesbitt

fotografato da Riya Kumari a partire dal Pexels

Nel mondo sviluppato abbiamo un sistema finanziario che funziona, per la maggior parte (con l’eccezione che si è verificata nel 2007-2008 con il crollo finanziario che Satoshi Nakamoto ha affrontato con Bitcoin). Potremmo maledire le commissioni, specialmente nelle transazioni transfrontaliere o in valuta estera, alcune transazioni non possono essere eseguite al di fuori dell’orario bancario, ecc., Ma per la maggior parte se non è rotto, perché aggiustarlo. Abbiamo governi che sovrintendono al sistema bancario, ha funzionato per anni, quindi non ci concentriamo molto sulla ricerca di alternative bancarie come Bitcoin. Molti direbbero che non abbiamo bisogno di valute digitali come Bitcoin: vogliamo Bitcoin.

Un recente sondaggio dal servizio di ricerca YouGov Omnibus mostra che la metà dei millennial americani è interessata a utilizzare la criptovaluta come opzione di pagamento ma alla fine non ne ha bisogno: la vuole. Anche aziende come Facebook stanno gareggiando per diventare la piattaforma di pagamento per questi millennial. Considerando la sicurezza e la privacy (spesso in base alla progettazione) di queste aziende, non vogliamo una scelta migliore?

E se vivi in ​​Venezuela? Il Venezuela è nel mezzo di una massiccia crisi finanziaria con una valuta nazionale in rapido deprezzamento in cui è preferibile sopportare la volatilità nel mercato delle criptovalute piuttosto che detenere la valuta locale.

Localbitcoins, un mercato in cui gli utenti possono acquistare e vendere Bitcoin tra di loro, ha registrato un aumento esponenziale del volume in Colombia, Venezuela e Perù.La scorsa settimana i mercati venezuelani Localbitcoins hanno registrato volumi record per l’ottava volta nelle ultime 10 settimane

Nessuna interruzione di terze parti

Uno dei vantaggi più importanti di Bitcoin e di altre criptovalute basate sulla tecnologia Blockchain è che i governi e le banche non possono interrompere le transazioni, confiscare o congelare gli account, una caratteristica delle criptovalute attraenti per chi si trova in regioni volatili. In paesi che stanno vivendo un’iperinflazione come il Venezuela, le criptovalute stanno facendo passi da gigante. L’iperinflazione si verifica quando la popolazione generale preferisce mantenere la propria ricchezza in attività non monetarie o in una valuta estera stabile come il dollaro USA. Tuttavia, come nella situazione in Venezuela, a causa dei controlli del governo, la possibilità di ottenere valuta estera è fortemente limitata, il che ha reso Bitcoin e altre criptovalute un’alternativa popolare. Si potrebbe sostenere che queste regioni abbiano bisogno di un’alternativa bancaria come Bitcoin.

Blockchain, criptovalute & Bitcoin – Alternative finanziarie per i non bancari e gli underbanked

Hai mai pensato a come sarebbe la vita se non avessimo accesso alle operazioni bancarie di base?

Mentre molti danno per scontata la comodità del moderno banking elettronico, una parte significativa della popolazione in realtà non ha accesso ai servizi bancari. Secondo a Relazione 2017 dalla FDIC, oltre il 25 per cento degli americani o non ha un conto bancario o non è in grado di utilizzare il proprio conto per coprire tutte le proprie esigenze finanziarie. Questo problema diventa più urgente solo se si considerano i paesi che non sono ricchi come gli Stati Uniti. Secondo gli ultimi dati del Database Global Findex della Banca mondiale.

fotografato da Vladislav Reshetnyak a partire dal Pexels

Migliorare l’accesso agli strumenti finanziari per tutti

Non avere accesso a un conto bancario è un grosso problema, tanto che le Nazioni Unite lo hanno incluso come una parte significativa di sette dei suoi 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile incoraggiare lo sviluppo sostenibile delle nazioni colpite dalla povertà in tutto il mondo. Ma lo sviluppo sostenibile diventa più difficile poiché le grandi banche continuano a dominare il panorama finanziario e molte banche hanno ridotto la loro presenza in aree ad alta povertà o si sono ritirate completamente a causa degli alti costi e dei rischi. Le persone che vivono in queste aree scarsamente servite hanno ancora bisogno della sicurezza di una banca, ma non hanno nemmeno un accesso di base ai servizi bancari di base online. Oltre alle difficoltà di accesso, a quelli che riteniamo servizi finanziari essenziali come l’incasso degli assegni, molte persone non dispongono di forme di identificazione di base che garantiscano l’accesso a tali servizi bancari di base.


Se hai mai perso o ti è stato rubato un documento d’identità, sai quanto è doloroso sostituirlo. Per coloro che vivono in povertà ci sono una serie di altri ostacoli nell’ottenere o sostituire l’identificazione, tra cui non avere mai documenti adeguati in primo luogo, tasse elevate, barriere linguistiche, mancanza di legami familiari o sociali per verificare l’identificazione, ecc..

L’impossibilità di verificare chi sono costringe i senzatetto e coloro che vivono in povertà a vivere in uno stato di invisibilità sistemica che può comportare la negazione di servizi di base come l’assistenza sanitaria e l’alloggio.

Tecnologia Blockchain che aiuta gli utenti non bancari e gli underbanked

Blockchain, la tecnologia che Bitcoin è costruito su, secondo Wikipedia, un elenco crescente di record, chiamati blocchi, che sono collegati tramite crittografia. Ogni blocco contiene un hash crittografico del blocco precedente, un timestamp e dati di transazione (generalmente rappresentati come un hash della radice dell’albero merkle). In base alla progettazione, una blockchain è resistente alla modifica dei dati. È "un registro aperto e distribuito in grado di registrare le transazioni tra due parti in modo efficiente e verificabile e permanente"

La trasparenza e l’efficienza della tecnologia blockchain la rendono un’opzione interessante per aiutare a risolvere alcune delle più grandi sfide che devono affrontare i non bancari e gli underbanked.

Azienda canadese di soluzioni software Smart Sapien ha lavorato a un’identità digitale basata su blockchain e una soluzione di mercato per affrontare l’identificazione e altre sfide che devono affrontare i giovani senzatetto. L’iniziativa si chiama Silver Linings e funziona creando una fonte di identificazione onnipresente, denaro digitale con controllo della spesa.

"Stiamo attraversando una delle più grandi trasformazioni nella storia umana abbracciando la tecnologia alla velocità con cui siamo. La comunicazione ora è libera e senza confini, la nostra vita quotidiana di shopping, visione di film e socializzazione è costruita dalla tecnologia, ora stiamo usando la tecnologia per l’istruzione e per migliorare la nostra salute, tuttavia non esiste una soluzione di identità nazionale che fornisca le basi prova di chi è un individuo: abbiamo creato un mondo digitale in cui tutti sono anonimi. Blockchain è una tecnologia rivoluzionaria che ha la capacità di creare questa identificazione univoca in un mondo digitale e anche di creare una fonte di valore onnipresente dai dati che compensiamo dall’elenco dei servizi che ho elencato sopra. Sono fiducioso che Blockchain giocherà un ruolo importante nel ridurre la quantità di povertà in questo mondo, aiutando i meno fortunati a diventare più istruiti e comunicarsi agli altri per un processo di riabilitazione più veloce." – Matt Hinkley, CEO Smart Sapien & Co-fondatore e CEO di Liquidus

Vantaggi bancari su Blockchain:

– Non è richiesta alcuna filiale fisica

– Non è necessaria alcuna infrastruttura complessa o costosa per eseguire la rete, con conseguente riduzione delle tariffe

– Maggiore trasparenza

– Velocità delle transazioni

– La prova della proprietà, i titoli di proprietà, l’identificazione, i registri delle transazioni e altri documenti importanti possono essere archiviati su una blockchain, riducendo la possibilità di corruzione dei documenti cartacei

– Decentrato – non controllato da alcun governo o altra entità. Le transazioni, compresi i pagamenti transfrontalieri, possono essere effettuate direttamente a coloro che ne hanno bisogno

– I prestiti abilitati alla blockchain offrono un modo più sicuro di concedere prestiti personali a un pool più ampio di utenti, il che renderebbe il processo di prestito più economico, più efficiente e più sicuro

fotografato da rawpixel.com a partire dal Pexels

Bitcoin

Bitcoin, la prima criptovaluta popolare o denaro digitale, non richiede una banca centrale o un unico amministratore e può essere inviato da utente a utente, peer-to-peer senza la necessità di un facilitatore di terze parti. Criptovalute come Bitcoin offrire una soluzione praticabile ai problemi non bancari / underbanked. Richiede poco per quanto riguarda la configurazione, richiedendo almeno un telefono cellulare e una connessione Internet. Bitcoin offre efficienza, costi, velocità, sicurezza, riduce al minimo le opportunità di corruzione da parte di terzi ed è senza confini.

Che si tratti di Bitcoin, Ethereum, Ripple o un’altra o due criptovalute che alla fine diventano la principale valuta digitale utilizzata nel trasferimento di valore o Facebook o nessuna, è per un’altra discussione.

“Il problema di fondo della bancabilità e delle questioni socio-politiche che influenzano le valute e il modo in cui influisce sui più bisognosi è una sfida urgente da risolvere per molti di noi nello spazio della tecnologia Blockchain. Tutto si riduce a una cosa: il nostro istinto primordiale alla ricerca di sicurezza e stabilità (riparo e cibo). Attualmente, blockchain e criptovalute rappresentano una soluzione accessibile agli unbanked. Non sappiamo se sia IL risolutore di problemi sostenibile, ma sappiamo che in questo momento, in questo momento, non ce ne sono di migliori “. – Anna Niemira, Direttore dello sviluppo aziendale di CryptoChicks

Ristampato da: https://medium.com/datadriveninvestor/splitting-bitcoin-into-two-camps-those-that-want-it-and-those-that-need-it-a067cab8920a

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
Adblock
detector
map