I commercianti al dettaglio hanno inseguito l’ultimo rally di Bitcoin verso il nuovo ATH mentre le balene hanno preso profitti

Un rapporto di ricerca originale che analizza i dati commerciali OKEx BTC / USDT per valutare il comportamento e le tendenze del mercato durante l’ultimo rally di Bitcoin.

Scritto da OKEx Insights | Alimentato da Kaiko

Un PDF del seguente rapporto è stato incluso in fondo a questa pagina in modo che i lettori possano visualizzarlo, scaricarlo e condividerlo a loro piacimento.

Nonostante tutte le battute d’arresto, gli shock globali, le interruzioni e le crisi che ha portato, mentre si avvicina alla sua fine, il 2020 si preannuncia un grande anno per le criptovalute e Bitcoin, spingendo quest’ultimo ai suoi massimi precedenti – una prospettiva che sembrava solo troppo lontana mesi prima.

Quando Bitcoin si riprende, il mercato tende a dimenticare i precedenti e lunghi tratti ribassisti e il sentimento si sposta in euforia maniacale non appena una candela da mille dollari appare sul grafico BTC / USDT. E mentre è eccitante vedere Bitcoin salire, analizzare la sua azione sui prezzi contro il comportamento del mercato può aiutare a dipingere un quadro un po ‘eloquente di come i partecipanti al mercato hanno guidato o reagito a varie fasce di prezzo, picchi e ribassi.

Per questo rapporto, abbiamo collaborato ancora una volta con la società di dati blockchain Kaiko e abbiamo analizzato i dati del mercato BTC / USDT su OKEx tra agosto e novembre 2020. Il nostro obiettivo qui sarà il filtraggio e il batch dei dati di trading in base sia agli importi che alle direzioni commerciali (sia che si tratti di ordini di vendita o di acquisto). Facendo un grafico di tali operazioni rispetto al prezzo, miriamo a valutare come i vari segmenti di mercato si sono comportati quando Bitcoin è salito al suo nuovo massimo storico entro la fine di novembre.

Prima di arrivare all’analisi vera e propria, tuttavia, introdurremo la metodologia ed evidenzieremo le sfide affrontate nel determinare le direzioni commerciali su qualsiasi mercato. La discussione qui richiede una comprensione dei registri degli ordini, dei produttori e degli acquirenti e delle offerte e delle domande, tutti concetti affrontati nella nostra guida approfondita al trading.

Metodologia

Poiché anche un mercato unico su una borsa ad alto volume come OKEx può eseguire centinaia di migliaia di operazioni in un giorno, qualsiasi analisi digeribile necessita di un filtraggio mirato dei dati per rivelare intuizioni altrimenti sepolte. Per questo rapporto, abbiamo raccolto dati sugli scambi giornalieri dal mercato OKEx BTC / USDT tra l’1 agosto e il 30 novembre 2020.

Intervalli di scambi e personaggi di mercato

Questi dati si sono concentrati sul numero di scambi giornalieri eseguiti sul mercato BTC / USDT, sui loro importi, direzioni e prezzo medio BTC ponderato per il volume complessivo per il giorno. Tuttavia, poiché tale set di dati include milioni di valori, abbiamo raggruppato ulteriormente queste transazioni per intervalli basati sull’importo. Questi intervalli, oltre a semplificare la rappresentazione visiva di questi dati, servono anche come categorie descrittive dei partecipanti al mercato.

Tutte le transazioni giornaliere sul mercato OKEx BTC / USDT sono state quindi raggruppate in cinque intervalli: transazioni sotto 0,5 BTC, tra 0,5 e 2 BTC, tra 2 e 5 BTC, tra 5 e 10 BTC e, infine, 10 BTC e oltre. Sebbene queste gamme siano in gran parte arbitrarie, generalmente si allineano con personaggi di mercato affermati, come commercianti al dettaglio, commercianti professionisti, grandi commercianti / balene e istituzioni.

I trader al dettaglio in genere includono speculatori, commercianti occasionali e piccoli investitori. Sono spesso visti seguire le tendenze del mercato, invece di impostarle. I trader professionisti, d’altra parte, spesso commerciano per vivere e utilizzano tecniche e strumenti di trading avanzati, tra cui l’analisi tecnica e il trading algoritmico.

La distinzione tra grandi commercianti, balene e istituzioni è più difficile da fare, poiché non esistono soglie rigide per questi commercianti. In genere, una balena è un’entità che detiene abbastanza monete per essere in grado di spostare le valutazioni di mercato vendendone un gran numero tutte in una volta. Mentre una singola balena può facilmente eseguire pochi scambi di $ 100.000 al giorno, un grande trader con solo circa $ 100.000 di capitale di trading può teoricamente fare lo stesso. Lo stesso vale per le istituzioni, che sono note per condurre grandi acquisti e vendite, ma quei mestieri potrebbero anche essere attribuiti alle balene. Pertanto, mentre discutiamo di questi partecipanti al mercato, la nostra analisi si astiene da attribuzioni specifiche.


Detto questo, è anche importante riconoscere le lacune in questo set di dati e le ipotesi pertinenti. In primo luogo, questi dati coprono solo una borsa e un mercato, e anche se OKEx è uno dei più grandi del settore, non rappresenta l’intero spazio.

In secondo luogo, mentre possiamo presumere che tutte le operazioni sopra 5 o 10 BTC siano molto probabilmente balene o istituzioni, non possiamo presumere che le balene e le istituzioni commercino solo al di sopra di queste soglie. Infatti è nel loro interesse eseguire grandi operazioni in lotti più piccoli in modo da non incidere sulla liquidità del mercato e, di conseguenza, sul prezzo di mercato.

In terzo luogo, questi dati non tengono conto dei servizi da banco, che vengono spesso utilizzati per transazioni di grandi dimensioni. Questi servizi inseriscono più, cosiddetti ordini secondari, spesso nell’arco di giorni, per soddisfare gli ordini principali (cioè più grandi), il che rende difficile identificare o attribuire questi scambi con precisione.

Determinazione della direzione del commercio sugli scambi crittografici

Anche se spesso ci imbattiamo in espressioni come "aumento degli acquisti istituzionali" o "vendita massiccia" nel corso delle discussioni generali di mercato, in realtà, ogni acquisto e vendita ha una controparte. Ciò significa che non può esserci "aumento degli acquisti istituzionali" senza che ci siano venditori, né ci possono essere "vendita massiccia" senza che ci siano acquirenti. Per dirla semplicemente, in uno scambio, ogni volta che acquisti una moneta o un gettone, qualcun altro lo vende e viceversa.

In uno scenario del genere, come può qualsiasi operazione essere etichettata come acquisto o vendita? Come possiamo determinare se il mercato è incline all’acquisto o alla vendita? È qui che entra in gioco il concetto di maker e takers.

In sintesi, i produttori aggiungono liquidità a qualsiasi mercato inserendo ordini limite che si trovano sul book degli ordini, disponibili per essere riempiti dagli acquirenti. Nel frattempo, gli acquirenti inseriscono ordini di mercato che, una volta eseguiti, rimuovono gli ordini limite (precedentemente inseriti dai produttori) dal portafoglio ordini, riducendo così la liquidità.

Una convenzione comune utilizzata per determinare la direzione di qualsiasi scambio è considerarla dal punto di vista dell’acquirente. Se un acquirente inserisce un ordine di vendita di mercato, che viene quindi riempito dall’ordine di acquisto limite di un produttore, tale operazione è considerata una transazione di vendita. Allo stesso modo, se un acquirente inserisce un ordine di acquisto di mercato, che viene quindi riempito da un ordine di vendita con limite disponibile, la transazione viene conteggiata come acquisto.

Il nostro partner per i dati per questo rapporto, Kaiko, ha un articolo dettagliato sul loro lavoro in termini di normalizzare i dati commerciali di criptovaluta, e utilizziamo la loro variabile taker_side_sell per determinare il numero giornaliero di transazioni di vendita e acquisto sul mercato OKEx BTC / USDT.

Visualizzazione dei dati

Con i nostri dati di trading giornalieri raggruppati in intervalli basati sull’importo e ulteriormente filtrati con i dati sulla direzione degli scambi, siamo stati in grado di passare alla visualizzazione di questi dati. Per semplificare questo processo, abbiamo deciso di calcolare le percentuali giornaliere delle transazioni di acquisto e di vendita, nonché di calcolare le loro differenze nette.

Il passo successivo ha comportato la creazione di grafici di questi valori rispetto al prezzo di Bitcoin per vedere come il comportamento del mercato è cambiato con l’apprezzamento del prezzo di BTC. Poiché stiamo considerando valori aggregati, abbiamo scelto il prezzo medio ponderato in base al volume o VWAP, un modo per misurare il prezzo medio a cui un asset è stato scambiato durante il giorno, per riflettere accuratamente la variazione di prezzo giornaliera corrispondente al numero di scambi.

In alcuni dei grafici che seguono, i lettori potranno vedere il prezzo di Bitcoin per ogni giorno, insieme alla percentuale di transazioni di acquisto e vendita. Una seconda serie di grafici mostrerà quindi la differenza netta tra le operazioni di acquisto e di vendita su base giornaliera e rappresenterà più accuratamente il sentimento mutevole dei partecipanti al mercato appartenenti a ciascuna delle nostre categorie raggruppate.

Inoltre, per aggiungere un’altra prospettiva critica, esamineremo serie di grafici che seguono la progressione dei prezzi di Bitcoin durante questo periodo, da circa $ 10.000 a quasi $ 20.000, e noteremo come gli acquisti (o le vendite) netti giornalieri cambiano con il prezzo in questi intervalli, indipendentemente di date cronologiche.

Infine, per concludere, evidenzieremo alcuni dei risultati chiave di questi set di dati confrontandoli l’uno con l’altro in un formato tabella, mettendo in prospettiva gli approfondimenti estratti dalla nostra analisi.

Negoziazioni inferiori a 0,5 BTC – Commercianti al dettaglio

Le negoziazioni inferiori a 0,5 BTC, come previsto, hanno rappresentato il maggior volume di transazioni giornaliere sul mercato OKEx BTC / USDT. Queste operazioni possono essere valutate ovunque tra $ 10 (0,001 BTC) e $ 5.000 (0,5 BTC) se BTC ha un prezzo di $ 10.000. Prendiamo $ 10.000 / BTC come prezzo di riferimento per questo rapporto a causa del suo significato psicologico come livello di supporto chiave e perché il periodo analizzato in questo rapporto è iniziato con il trading BTC intorno a questo livello.

Guardando la totalità di questi dati, tra il 1 agosto e il 30 novembre, abbiamo 122 giorni. Confrontando il numero di transazioni di acquisto e di vendita (secondo il metodo spiegato sopra) per ogni giorno, apprendiamo che i trader in questo intervallo sono stati venditori netti per 65 giorni su questi 122, ovvero il 53,28% delle volte. Ciò significa che in 65 giorni, le operazioni di vendita erano più numerose rispetto all’acquisto di operazioni, mentre l’acquisto di operazioni era dominante in 57 giorni.

% Giornaliera di vendite e acquisti tra 0 e 0,5 BTC contro VWAP. Fonte: Kaiko e OKEx

Un grafico giornaliero (sopra) per la percentuale di operazioni di vendita e acquisto rispetto al prezzo medio ponderato in base al volume mostra che gli acquirenti ei venditori in questo intervallo (0,5 e inferiore) erano ampiamente bilanciati, anche se un po ‘sbilanciati verso la vendita. Ora esamineremo la differenza percentuale netta rispetto al prezzo per identificare tendenze più specifiche.

Differenza% netta giornaliera di vendite e acquisti tra 0 e 0,5 BTC rispetto a VWAP. Fonte: Kaiko e OKEx

Il grafico sopra mostra la differenza percentuale netta tra acquisto (valori positivi) o vendita (valori negativi) su base giornaliera, rispetto al prezzo medio ponderato in base al volume.

Possiamo vedere qui che i trader in questo intervallo vendevano principalmente quando Bitcoin scambiava intorno a $ 11.000 e oltre ad agosto (mostrato dal predominio dei valori inferiori allo 0,00%), probabilmente prevedendo una correzione verso $ 10.000. Ciò è stato visto nel passaggio all’acquisto netto (valori superiori allo 0,00%) a partire da settembre, quando Bitcoin è sceso a quota 10.000 $.

Questo acquisto è passato di nuovo in secondo piano poiché BTC ha scambiato sopra $ 11.000, fino a $ 13.000, a quel punto è risalito di nuovo. Tuttavia, l’interesse all’acquisto ha ampiamente raggiunto il picco di circa $ 15.000, dopo di che i commercianti al dettaglio sono apparentemente indecisi, vendendo principalmente durante il crollo del Ringraziamento (intorno al 26 novembre) e acquistando con cautela sul rimbalzo..

Nel grafico sottostante, vediamo la stessa differenza percentuale netta giornaliera rispetto ai valori VWAP crescenti, semplicemente, i valori VWAP dal più basso al più alto nel periodo di tempo selezionato. Questo grafico ci mostra come i trader di questa categoria hanno reagito alle variazioni di prezzo, indipendentemente dalla cronologia.

Differenza% netta giornaliera di vendite e acquisti tra 0 e 0,5 BTC rispetto al VWAP crescente. Fonte: Kaiko e OKEx

Ancora una volta, possiamo vedere che la maggior parte degli acquisti era di circa $ 10.000, mentre la maggior parte delle vendite era compresa tra $ 11.000 e $ 13.000, dopodiché vediamo più acquisti fino a $ 15.000. Da quel momento in poi, i commercianti al dettaglio sono apparsi incerti sulla direzione del mercato, ma hanno seguito la tendenza vendendo sui ribassi e acquistando le riprese.

Data la sua diversità, questa gamma rappresenta la fetta più ampia di partecipanti al mercato, inclusi speculatori, commercianti giornalieri e investitori occasionali. I nostri dati mostrano essenzialmente che, ad agosto, i trader al dettaglio non si aspettavano che il prezzo rimanesse a lungo sopra gli 11.000 $ e che cercavano opportunità di acquisto al di sotto di questo livello. Dopo il calo di settembre, tuttavia, hanno seguito l’aumento dei prezzi e sono stati acquirenti netti quasi tutti i giorni, fino al nuovo massimo storico..

Scambi tra 0,5 e 2 BTC – Trader professionisti

Gli scambi tra 0,5 e 2 BTC rappresentano il secondo volume più grande su base giornaliera. Queste operazioni possono essere valutate ovunque tra $ 5.000 (0,5 BTC) e $ 20.000 (2 BTC) se BTC ha un prezzo di $ 10.000. Per i nostri scopi, attribuiamo questa gamma a trader professionisti.

Guardando i 122 giorni tra il 1 ° agosto e il 30 novembre, i trader di questo intervallo sono stati venditori netti per 80 giorni, ovvero il 65,57% delle volte (rispetto al 53,28% per la gamma al dettaglio). Inoltre, mentre i trader al dettaglio hanno effettuato per lo più acquisti netti da settembre in poi (vale a dire, il numero di giorni dominati dagli acquisti nel mese era più alto), i trader professionisti in questa fascia sono diventati acquirenti netti solo in ottobre e novembre.

% Giornaliera di vendite e acquisti tra 0,5 e 2 BTC contro VWAP. Fonte: Kaiko e OKEx

La rappresentazione visiva delle vendite e degli acquisti giornalieri (in termini percentuali) in questa categoria rispetto al VWAP mostra una propensione alla vendita, rispetto alla tendenza più equilibrata osservata nella gamma di vendita al dettaglio.

Differenza% netta giornaliera di vendite e acquisti tra 0,5 e 2 BTC rispetto a VWAP. Fonte: Kaiko e OKEx

La differenza percentuale netta rispetto al VWAP evidenzia anche la pressione di vendita predominante per tutto agosto e settembre, poiché il prezzo è sceso da $ 11.000 a $ 10.000 e successivamente si è ripreso. Il cambiamento del sentiment è avvenuto solo in ottobre, quando il prezzo ha sfondato $ 11.500, dopodiché i trader professionisti sono stati per lo più dal lato degli acquisti, soprattutto a novembre.

I primi importanti picchi di acquisto si sono verificati il ​​18 e 21 ottobre (corrispondenti a $ 11.500 e $ 12.500) mentre un’azione di vendita simile è stata osservata il 1–2 e il 10 novembre (corrispondenti a livelli di $ 13.500 e $ 15.300). La maggior parte degli acquisti in questa fascia è iniziata dopo il livello di prezzo di $ 15.000, tuttavia, e ha continuato, per la maggior parte, fino al massimo storico, ad eccezione del crollo del Ringraziamento..

Differenza% netta giornaliera di vendite e acquisti tra 0,5 e 2 BTC rispetto al VWAP crescente. Fonte: Kaiko e OKEx

Grafici contro i valori VWAP crescenti, la differenza percentuale netta mostra principalmente attività di vendita fino a circa $ 12.000, interesse all’acquisto intorno ai livelli di $ 13.000, vendite successive fino a $ 15.500 e quindi un importante spostamento verso l’acquisto successivo a $ 16.000.

Questo intervallo (da 0,5 a 2 BTC) rappresenta l’inizio di operazioni relativamente più grandi ed è probabile che includa trader professionisti che utilizzano analisi tecniche e tecniche di creazione di grafici insieme al trading algoritmico. Questo potrebbe spiegare il modello qui, in qualche modo, dal momento che un ritracciamento di Fibonacci, tracciato tra il massimo del 2017 e il minimo del 2018, mostra $ 12.000, $ 13.000 e $ 16.000 come livelli di prezzo corrispondenti ai livelli di Fibonacci di 0,5, 0,618 e 0,786, come mostrato di seguito.

Grafico giornaliero OKEx BTC / USDT che mostra i livelli di ritracciamento di Fibonacci di 0,5, 0,618 e 0,786. Fonte: TradingView

Scambi tra 2 e 5 BTC – Grandi commercianti e balene

Le transazioni in questo intervallo hanno un valore compreso tra $ 20.000 (2 BTC) e $ 50.000 (5 BTC) se BTC ha un prezzo di $ 10.000. Sebbene queste cifre non siano indicative delle balene, di per sé – poiché anche i trader che non detengono milioni di dollari di BTC possono effettuare questi scambi – segnano la soglia dalla quale possiamo iniziare a considerare i grandi trader e le balene come partecipanti.

È interessante notare che in questo set di dati, dei 122 giorni tra l’1 agosto e il 30 novembre, i trader sono stati venditori netti in 86 giorni, ovvero il 73,50% delle volte. Inoltre, a differenza dei trader professionisti – che sono diventati acquirenti netti in ottobre e novembre – i trader di questa fascia erano venditori netti in tutto il mondo.

% Giornaliera di vendite e acquisti tra 2 e 5 BTC contro VWAP. Fonte: Kaiko e OKEx

Il nostro grafico dei valori percentuali sopra mostra che le operazioni di vendita in questo intervallo superano le operazioni di acquisto per la maggior parte del periodo, con alcune eccezioni. In particolare, un approccio più equilibrato può essere visto durante il periodo in cui Bitcoin veniva scambiato sotto $ 11.500.

Differenza% netta giornaliera di vendite e acquisti tra 2 e 5 BTC rispetto a VWAP. Fonte: Kaiko e OKEx

Il grafico della differenza percentuale netta sopra mostra un interesse all’acquisto intorno ai livelli di $ 11.500 (con il picco più alto a metà ottobre registrato a questo livello), seguito da $ 15.000. In particolare, dopo $ 15.000, la pressione di vendita si è solo intensificata in questo intervallo, con la maggior parte delle operazioni di vendita registrate dal 21 novembre al 30 novembre, spesso con l’aumento del prezzo.

Differenza% netta giornaliera di vendite e acquisti tra 2 e 5 BTC rispetto al VWAP crescente. Fonte: Kaiko e OKEx

La percentuale netta rispetto al grafico VWAP in ascesa conferma ulteriormente le nostre osservazioni, con vendite notevoli dopo $ 15.000 e soprattutto dopo $ 18.000, fino al massimo storico.

Questo modello indica come i grandi trader, e forse le balene, hanno acquistato a livelli bassi, circa $ 11.000, e hanno deciso di prendere profitti durante la salita, specialmente vicino al massimo storico, dove sembrano aver venduto quando i commercianti al dettaglio e professionisti stavano acquistando.

Scambi tra 5 e 10 BTC – Grandi trader e balene, sono continuati

Con scambi in questo intervallo che vanno da $ 50.000 (5 BTC) a $ 100.000 (10 BTC) se Bitcoin ha un prezzo di $ 10.000, questo segmento si sovrappone al precedente (2-5 BTC), poiché è probabile che entrambi includano grandi trader e balene.

La loro somiglianza si riflette anche nei giorni netti di vendita di questo intervallo tra il 1 ° agosto e il 30 novembre che si attestano all’85, o 72,65% (rispetto all’86, o 73,50%, dell’intervallo precedente). Allo stesso modo, come la gamma precedente, anche i trader qui sono rimasti venditori netti da agosto a novembre.

% Giornaliera di vendite e acquisti tra 5 e 10 BTC contro VWAP. Fonte: Kaiko e OKEx

Anche le percentuali giornaliere di acquisti e vendite in questa categoria sono molto simili alla categoria precedente, per lo più orientate alla vendita netta, con una tregua tra settembre e metà ottobre. Tuttavia, un’osservazione interessante qui è un picco di acquisto netto il 24 novembre, che corrisponde alla candela di oltre 1.000 $ del giorno.

Differenza% netta giornaliera di vendite e acquisti tra 5 e 10 BTC rispetto a VWAP. Fonte: Kaiko e OKEx

Il grafico della percentuale netta sopra evidenzia ulteriormente questa tendenza verso la fine della coda, mostrando l’attività di acquisto in questa categoria il 24 novembre e il 26-29 novembre (ad eccezione del 25 e del 30 novembre). Guardando il grafico della differenza percentuale netta per l’intervallo precedente (2-5 BTC), non vediamo attività di acquisto simili in questi giorni.

In particolare, questa attività di acquisto non solo corrisponde alla candela verde del 24 novembre, ma anche al minimo trovato intorno a $ 16.000 il 27 novembre e alla successiva inversione di prezzo, come mostrato di seguito..

Grafico giornaliero OKEx BTC / USDT che evidenzia candele per il 24 novembre e il 26-29 novembre. Fonte: TradingView

Prima di analizzare ulteriormente questa tendenza, è prudente discutere la nostra ultima categoria, che raggruppa scambi di 10 BTC e oltre. Per ora, l’ultimo grafico per l’intervallo corrente è la percentuale netta rispetto al VWAP crescente.

Differenza% netta giornaliera di vendite e acquisti tra 5 e 10 BTC rispetto al VWAP crescente. Fonte: Kaiko e OKEx

Questo grafico evidenzia il bias di vendita in questo intervallo, con tre notevoli eccezioni: quando i trader di questo intervallo hanno acquistato Bitcoin al prezzo di $ 11.500, $ 15.500 e $ 18.500. Tuttavia, rivisiteremo la tendenza menzionata in precedenza, in cui l’attività di acquisto in questo intervallo è aumentata vicino ai massimi storici.

Scambi di 10 BTC e superiori – Istituzioni

La nostra ultima categoria comprende scambi di valore pari o superiore a 10 BTC, che partono da $ 100.000 quando Bitcoin viene scambiato a $ 10.000. Data la vastità di questi traffici, possono essere attribuiti a balene e istituzioni, anche se con le riserve evidenziate nell’introduzione.

Questo set di dati è anche il più piccolo di tutti, in termini di volume, dato il basso numero di scambi giornalieri effettivi di 10 BTC o più. Detto questo, una rapida occhiata ai giorni di vendita netti di questo intervallo mostra un trend più equilibrato, con solo 64 dei 122 giorni, o 54,70%, dominati dalle operazioni di vendita.

Inoltre, a differenza di tutte le categorie precedenti, nessuna pressione di vendita estrema può essere vista per nessun mese in questo gruppo. Infatti, a differenza delle ultime due categorie, questa ha avuto un trend di acquisto netto nel mese di ottobre.

% Giornaliera di vendite e acquisti di 10 BTC e oltre contro VWAP. Fonte: Kaiko e OKEx

Le percentuali giornaliere riflesse nel grafico sopra mostrano un approccio equilibrato, con estremi su entrambi i lati. Tuttavia, questi valori sono anche il risultato della dimensione del campione inevitabilmente limitata di questo intervallo.

Differenza% netta giornaliera di vendite e acquisti di 10 BTC e più rispetto a VWAP. Fonte: Kaiko e OKEx

Il grafico della differenza percentuale netta sopra mostra una tendenza più chiara, con la maggior parte degli acquisti che si svolgono tra la metà di settembre e la fine di ottobre, poiché Bitcoin è stato scambiato tra $ 10.000 e $ 11.500.

Mentre c’era un certo interesse all’acquisto intorno al valore di $ 15.500, è stato seguito da una pressione di vendita. Tuttavia, ancora una volta, come la categoria prima di questa, vediamo acquisti netti positivi il 24 novembre, il 26 novembre e il 29 novembre..

Differenza% netta giornaliera di vendite e acquisti di 10 BTC e oltre rispetto al VWAP crescente. Fonte: Kaiko e OKEx

Infine, il grafico in ascesa del VWAP contro la differenza percentuale netta conferma come i trader in questo intervallo abbiano favorito l’acquisto a prezzi più bassi (ovvero, sotto i $ 12.000) e, successivamente, la vendita durante l’aumento dei prezzi – con alcune eccezioni, tuttavia, soprattutto vicino alla fine della coda di il rally.

Mettere le cose in prospettiva

Sebbene l’ampia discussione di cui sopra evidenzi interessanti spunti, riassumeremo ora alcuni dei risultati chiave di seguito per l’accessibilità e una prospettiva a tutto tondo.

La tabella seguente evidenzia la tendenza dominante di ogni mese, indicata dal simbolo più (acquisto) o meno (vendita) accanto al valore percentuale. L’ultima colonna ha la stessa cifra per l’intero periodo di 122 giorni tra il 1 agosto e il 30 novembre.

Gamma di negoziazione agosto settembre ottobre novembre Totale del periodo
0 e 0,5 BTC -80,65% +56,67% +58,06% +53,33% -53,28%
0,5 e 2 BTC -90,32% -93,33% +58,06% +63,33% -65,57%
2 e 5 BTC -93,55% -76,67% -54,84% -56,67% -73,50%
5 e 10 BTC -90,32% -73,33% -58,06% -56,67% -72,65%
10 BTC o più -67,74% 50,00% +58,06% -56,67% -54,70%

Comportamento netto di acquisto o vendita per ciascun intervallo di negoziazione rispetto a ogni mese. Fonte: OKEx

La tabella sopra mostra forti vendite nette per tutto agosto in tutte le gamme di negoziazione. Ciò può essere spiegato dal fatto che agosto ha segnato la prima volta in cui Bitcoin ha fatto irruzione nella fascia di prezzo di $ 11.000 dopo quasi 12 mesi – e gli operatori erano desiderosi di prendere profitti.

Settembre è stato per lo più segnato dal calo di Bitcoin di nuovo a $ 10.000 e dal successivo consolidamento tra $ 10.000 e $ 11.000. Mentre vediamo acquisti al dettaglio in questo mese, tutte le altre gamme sono state di nuovo venditori netti, ad eccezione dei trader nel range 10 BTC o superiore, che erano neutrali.

Ottobre ha segnato un altro rally che ha portato Bitcoin da circa $ 10.500 a $ 13.500. Sebbene i commercianti al dettaglio si siano uniti a questa corsa, ha influenzato anche i commercianti professionisti. Anche se i grandi commercianti e le balene sono rimasti venditori netti, le loro vendite in ottobre non sono state così estreme come nei mesi precedenti. In particolare, i trader nell’intervallo 10 BTC o superiore sono diventati acquirenti netti anche a ottobre.

Infine, novembre ha visto sia i commercianti al dettaglio che quelli professionali continuare a comprare nel rally, mentre i grandi commercianti, le balene e forse le istituzioni hanno realizzato profitti. Questo comportamento può essere spiegato dal primo tentativo fallito di Bitcoin di testare il suo massimo storico del 2017 il 25 novembre, che ha provocato un forte calo e il crash intorno al Ringraziamento. La resistenza psicologica qui, così come la necessità di una gestione del rischio, potrebbero aver spinto le balene e le istituzioni a sciogliere le loro posizioni a questi livelli mentre i commercianti al dettaglio e professionisti hanno continuato a rimanere fiduciosi.

Per metterlo in prospettiva, considereremo l’ultima settimana di novembre e se i trader nelle nostre gamme comprassero o vendessero netti in quei giorni.

Gamma di negoziazione 24 novembre 25 novembre 26 novembre 27 novembre 28 novembre 29 novembre 30 novembre
0 e 0,5 BTC Vendita Acquisto Vendita Acquisto Acquisto Acquisto Acquisto
0,5 e 2 BTC Acquisto Acquisto Vendita Acquisto Acquisto Acquisto Vendita
2 e 5 BTC Vendita Vendita Vendita Vendita Acquisto Vendita Vendita
5 e 10 BTC Acquisto Vendita Acquisto Acquisto Acquisto Acquisto Vendita
10 BTC o più Acquisto Vendita Acquisto Vendita Neutro Acquisto Vendita

Comportamento netto di acquisto o vendita per ciascun intervallo di negoziazione durante l’ultima settimana di novembre 2020. Fonte: OKEx

Questa tabella mostra come tutti tranne la maggior parte dei trader al dettaglio hanno preso profitti quando BTC ha raggiunto il suo nuovo massimo storico il 30 novembre. Tuttavia, l’attività di presa di profitto relativa più alta è stata osservata nell’intervallo da 2 a 5 scambi di BTC. Come discusso in precedenza, i trader di questo intervallo hanno acquistato per lo più Bitcoin sotto $ 11.500 e stavano prendendo profitti poiché BTC si è apprezzato fino al massimo storico. Sembra che abbiano eseguito più operazioni di acquisto solo il 28 novembre, quando è iniziata la ripresa dopo il crollo del Ringraziamento.

Allo stesso modo, tutti i trader personas tranne le balene e i trader istituzionali hanno venduto nel panico durante il crollo del Ringraziamento il 26 novembre, quando il prezzo è sceso da $ 19.000 a $ 16.000. Ciò mostra come le grandi balene e le istituzioni abbiano acquistato attivamente BTC relativamente "a buon mercato" poiché veniva venduto da tutti gli altri mentre il prezzo crollava.

Conclusione

Sembrerebbe che i trader al dettaglio abbiano inseguito il rally dei prezzi di Bitcoin – come nell’acquisto mentre il prezzo sale – dai livelli di $ 11.000 al recente massimo storico su OKEx di circa $ 19.850. Mentre anche i trader professionisti si sono uniti al rally in seguito, i grandi trader (e forse le balene) sembrano aver realizzato profitti poiché le istituzioni (e forse le balene) sono rimaste in qualche modo equilibrate, nonostante qualche pregiudizio verso la vendita.

Anche una rapida analisi dell’ultima settimana di novembre è significativa, in quanto mostra che le balene e le istituzioni hanno acquistato il calo dei prezzi del Ringraziamento, seguito da una ripresa dei prezzi.

Nel complesso, sembra che i grandi trader, le balene e le istituzioni che hanno accumulato Bitcoin intorno ai livelli di $ 10.000 abbiano deciso di prendere profitti durante questo rally, mentre i trader al dettaglio hanno continuato ad aumentare le loro posizioni durante l’impennata dei prezzi. Il risultato di ciò potrebbe essere che i trader al dettaglio saranno intrappolati nel breve e medio termine – con BTC attualmente scambiato al di sotto di $ 19.000 – ma dato come il sentimento generale del mercato rimane rialzista, le loro perdite potrebbero essere di breve durata.

Con tutto il clamore e la mania che circondano una corsa al rialzo di Bitcoin, i dati discussi in questo rapporto servono a ricordare che i grandi commercianti, le balene e le istituzioni sono nel business dell’acquisto basso e della vendita alta. Non è nel loro interesse continuare ad acquistare monete a nuovi massimi e renderle ancora più costose. In definitiva, come mostrano i dati, cercano di guidare il mercato, scuotere i commercianti al dettaglio in preda al panico e capitalizzare le opportunità di acquistare monete relativamente economiche. Per i commercianti al dettaglio e tutti gli altri nel mezzo, la scelta sembra essere tra due opzioni: nuotare con la marea o contro di essa.

Se hai trovato questa analisi approfondita, puoi visualizzare, scaricare e condividere la versione PDF di questo rapporto di seguito:

Visualizza a schermo intero

OKEx Insights presenta analisi di mercato, funzionalità approfondite, ricerche originali & notizie curate da professionisti delle criptovalute.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
Adblock
detector
map