I principali minatori di Bitcoin mostrano ottimismo in vista dell’halving: uno sguardo approfondito

Con il dimezzamento a meno di una settimana di distanza, i minatori di Bitcoin (BTC) sono sotto i riflettori. La natura competitiva della loro attività e il loro ruolo nel mantenere la rete Bitcoin significa che il dimezzamento ha un impatto diretto sulle loro operazioni. 

OKEx ha contattato minatori e pool di Bitcoin per ottenere le loro prospettive sul dimezzamento e le sue implicazioni per l’intero ecosistema.

Blocca la ricompensa in prospettiva

I minatori supportano la rete Bitcoin agendo come revisori, verificando le transazioni e mantenendo il registro blockchain. I minatori sono incentivati ​​tramite commissioni di transazione e il cosiddetto premio di blocco, che è il numero di Bitcoin generati – o “estratti” – e assegnati ad ogni convalida di blocco riuscita.

La ricompensa del blocco è anche l’unico modo in cui i nuovi Bitcoin entrano in circolazione ed è destinata a continuare fino a quando tutti i 21 milioni non saranno estratti. Tuttavia, questo tasso di emissione non rimane costante ed è regolato tramite bloccare ricompensa dimezzato, un meccanismo integrato che riduce la ricompensa del 50% ogni 210.000 blocchi (che si verificano all’incirca ogni quattro anni).

Bitcoin circolante totale nel tempo. Fonte: Blockchain.com

Attualmente, la ricompensa del blocco è pari a 12,5 nuovi Bitcoin (circa $ 115.000 al valore di mercato attuale) e ha subito due dimezzamenti: il primo a novembre 2012 e il secondo a luglio 2016.

Il terzo dimezzamento dovrebbe avvenire intorno al 12 maggio 2020 e vedrà la ricompensa del blocco ridotta da 12,5 a 6,25 BTC (circa $ 57.500 al momento della stampa).

Il mining di bitcoin è un’attività competitiva

Alla valutazione attuale di $ 115.000, la ricompensa del blocco Bitcoin presenta un forte motivo finanziario per i minatori di unirsi e supportare la rete. Ogni 10 minuti viene elaborato un nuovo blocco, il che si traduce nella generazione di 1.800 nuovi BTC o 16,56 milioni di dollari di valore ogni giorno.

Tuttavia, poiché solo un’entità mineraria può richiedere una ricompensa di blocco, c’è una forte concorrenza e una corsa verso l’implementazione di hardware progressivamente più potente per potere di hashing. Questa competizione ha costretto la comunità mineraria ad evolversi nel corso degli anni, passando dai primi sostenitori e appassionati di criptovalute a grandi aziende e piscine esecuzione di mining farm con le ultime novità in Minatori ASIC (Application-Specific Integrated Circuit).

La rete Bitcoin, a sua volta, risponde a questo tasso di hash in aumento aumentando la difficoltà di estrarre nuovi blocchi, mantenendo così l’integrità del libro mastro e non consentendo a nessuna singola entità di avere il controllo assoluto sulla blockchain.

Difficoltà della rete Bitcoin dall’inizio tracciata su scala logaritmica – fonte: Blockchain.com

I minatori parlano del dimezzamento

OKEx si è rivolto ai leader del settore minerario Bitcoin per ottenere le loro prospettive sull’imminente dimezzamento e sul suo impatto sul business e sulla rete.


L’aumento del prezzo del bitcoin e la stagione delle inondazioni cinesi possono alleviare i problemi dei minatori

Jiang Zhuoer, l’amministratore delegato di BTC.TOP, uno dei primi 10 pool di mining di Bitcoin, ha condiviso una visione rialzista a lungo termine del dimezzamento e ritiene che un aumento del prezzo di BTC possa compensare i guadagni persi per premiare il dimezzamento:

“Penso che il dimezzamento porterà ad un aumento del prezzo del Bitcoin. Nei due dimezzamenti precedenti, abbiamo visto un lento aumento del prezzo prima del dimezzamento e il prezzo ha iniziato a salire dopo il dimezzamento … mentre il dimezzamento dimezzerà i guadagni dei minatori, potrebbe anche comportare un aumento del prezzo del Bitcoin."

Ha inoltre citato l’inizio anticipato della stagione delle inondazioni in Cina, che in genere si traduce in una produzione di elettricità più economica come positivo per i minatori in difficoltà.

“Durante i periodi della stagione delle inondazioni, le bollette dell’elettricità diminuiscono, compensando in gran parte il dimezzamento della produzione. Durante la stagione delle inondazioni, il prezzo di mercato dell’elettricità può scendere del 40% “, ha affermato.

I minatori più piccoli gireranno

Marshall Long, uno dei primi minatori di Bitcoin, attualmente gestisce una mining farm in Canada e sta lavorando alla creazione di una nuova struttura negli Stati Uniti. A suo avviso, i minatori che si sono preparati per il dimezzamento in anticipo non ne saranno influenzati molto, mentre quelli più piccoli probabilmente “faranno perno sulla speculazione mineraria o sui token marginali."

In termini di rete, Long ritiene che il tasso di hash aumenterà in modo significativo fino al dimezzamento. Dopo il dimezzamento, si aspetta che il prezzo del Bitcoin scenda presto, seguito dal tasso di hash, e poi una lenta risalita al massimo storico.

I nuovi entranti possono trarre vantaggio nei prossimi quattro anni

Alejandro De La Torre, VP di Poolin, uno dei primi tre pool di mining di Bitcoin, ha condiviso la sua prospettiva nella sua l’ultimo post. Secondo lui, “man mano che nuovi ASICS più efficienti arriveranno online nei prossimi mesi e i miner esistenti troveranno prezzi più bassi dell’elettricità, i miner di vecchia generazione saranno inevitabilmente eliminati”.

Tuttavia, aggiunge che il dimezzamento offre ai nuovi minatori “l’opportunità di entrare in un ambiente più stabile dato che le efficienze in 7nm & I chip a 5 nm rimarranno probabilmente redditizi per i prossimi 4 anni o più. “

Il prezzo del bitcoin non scenderà troppo in basso

Kevin Huang, co-fondatore di Valarhash ritiene che i prezzi dei Bitcoin non scenderanno molto bassi dopo il dimezzamento e che solo i minatori che operano nell’intervallo 80w-100w potrebbero essere chiusi.

Ha anche citato il previsto calo dei costi energetici dopo la stagione delle inondazioni cinese e ha aggiunto che:

“A lungo termine, non c’è dubbio che la potenza di calcolo dell’intera rete aumenterà, ma dopo il dimezzamento, con la chiusura della vecchia generazione di piattaforme minerarie, il tasso di hash diminuirà per un po rientrano nella gamma 80e-90e “.

Il dimezzamento guiderà il settore in avanti

Alina Yao, Il capo di OKEx Pool, uno dei più grandi pool di mining supportati da scambi, rimane ottimista, citando tendenze storiche:

“Qualsiasi perdita causata dalla riduzione dei premi dei blocchi è quasi sempre compensata dall’aumento del prezzo del Bitcoin e dal sentimento rialzista che deriva da una contrazione del tasso di crescita dell’offerta di moneta”. 

In termini di gestione dello scenario attuale, ha condiviso come OKEx Pool incoraggia sempre i minatori a cercare hardware avanzato ed elettricità più economica oltre a gestire un flusso di cassa positivo.

Sebbene sia d’accordo che molti miner più piccoli avranno un prezzo al di fuori del mercato dopo il dimezzamento, ritiene che ciò aumenterà solo la competitività del mercato e guiderà i giocatori esistenti verso pratiche commerciali più efficienti.

Abbattere l’impatto del dimezzamento

Dato come la rete Bitcoin, i suoi minatori, i premi in blocco e il prezzo di BTC sono tutti indissolubilmente legati, il dimezzamento ha un impatto ad ampio raggio sui fattori evidenziati di seguito.

Redditività ridotta

I profitti dei minatori di Bitcoin dipendono dalla difficoltà della rete, dalle entrate minerarie e dai costi associati.

La difficoltà di rete impone investimenti di capitale in hardware, mentre i profitti sono limitati dal valore del Bitcoin estratto meno elettricità e costi operativi.

Le entrate dei minatori (premi in blocco e commissioni di transazione) variano in base al prezzo di BTC. Fonte: Blockchain.com

Poiché le entrate dei minatori sono direttamente correlate al valore di Bitcoin, come mostrato nel grafico sopra, il dimezzamento è un evento significativo perché riduce istantaneamente le entrate dei minatori del 50%, a condizione che tutto il resto rimanga costante.

Pressione per eliminare gradualmente l’hardware precedente

A seconda del consumo energetico e della potenza di hashing, ogni minatore hardware ha un costo di pareggio, che viene messo sotto pressione poiché la ricompensa viene dimezzata e la redditività diminuisce. I miner che possono permetterselo spesso iniziano a eliminare gradualmente i vecchi hardware mesi prima del dimezzamento.

Impennata a breve termine della difficoltà di rete che porta al dimezzamento

Con l’avvicinarsi del dimezzamento, i minatori prendono un’ultima specie di resistenza e gettano tutto il potere di hashing a loro disposizione per cercare di rivendicare il maggior numero possibile di ricompense per blocchi pre-dimezzamento. Ciò si traduce naturalmente in un aumento a breve termine della difficoltà di rete (lo è vicino al massimo storico attualmente), che si correggerà nella rettifica post dimezzamento.

I piccoli minatori capitolano, i grandi minatori diventano più grandi

Con i margini che si assottigliano (o completamente cancellati) e gli aggiornamenti hardware richiesti, i minatori più piccoli e meno efficienti capitoleranno dopo il dimezzamento e si spegneranno completamente o si sposteranno verso l’estrazione di altre monete proof-of-work compatibili.

Nel frattempo, i big miner diventeranno sempre più grandi e controlleranno proporzioni maggiori della potenza di hashing della rete, aumentando problemi di centralizzazione.

Aggiornamenti tecnologici per accelerare

Con ogni nuova iterazione, i produttori di tecnologia presentano progetti di chip per processori più piccoli che migliorano le velocità di calcolo a tassi di consumo energetico inferiori. Ad esempio, nel 2016, i miner utilizzavano chip a 16 nm, che da allora sono stati sostituiti da chip a 10 nm e 7 nm, mentre I chip 5nm stanno ora diventando disponibili.

Questi aggiornamenti aumentano l’efficienza delle operazioni minerarie risparmiando sui costi energetici e aumentando i margini di profitto. Dopo il dimezzamento, possiamo aspettarci che questi aggiornamenti vengano accelerati dai grandi minatori.

I nuovi minatori cercheranno fonti di energia più economiche

Mentre è improbabile che i minatori esistenti cambino posizione su larga scala a causa di problemi logistici, è probabile che i nuovi minatori che si uniscono alla rete dopo il dimezzamento cerchino fonti di energia più economiche per ottenere margini di profitto ottimali. Ciò può, nel corso degli anni, portare a uno spostamento verso località geografiche che offrano tariffe elettriche interessanti e regolamenti favorevoli alle attività minerarie.

La pressione di vendita su Bitcoin sarà ridotta

I minatori sono effettivamente responsabili di una grande fetta di deflusso di capitali dalla rete Bitcoin, poiché vendono i loro BTC per coprire i costi operativi ogni mese. Ciò significa che c’è una costante pressione al ribasso sul prezzo di Bitcoin a causa dei minatori che scaricano i loro guadagni sul mercato.

Questo deflusso è il più alto per i minatori con i margini di profitto più bassi perché non sono in grado di costruire riserve significative di BTC, rispetto ai minatori più redditizi.

Poiché questi minatori inefficienti vengono cacciati dal business, ci si può aspettare che questa pressione di vendita si allenti e consenta un apprezzamento positivo dei prezzi.

L’ottimismo prevale

Nonostante il suo inevitabile impatto immediato sui profitti dei minatori, l’imminente dimezzamento di Bitcoin è considerato uno sviluppo ampiamente positivo. Sebbene minatori più piccoli e meno efficienti potrebbero non sopravvivere a questo cambiamento, si prevede che la loro partenza porterà benefici all’ecosistema e contribuirà alla sua maturità.

Per coloro che intendono entrare nello spazio in questo momento, i prossimi quattro anni possono fornire stabilità in termini di proiezioni e pianificazione, mentre gli attori esistenti ben gestiti sono preparati per i cambiamenti in arrivo e continuano a ottimizzare le loro operazioni.

Nel complesso, dal punto di vista dei miner, il dimezzamento non è molto diverso dalle frequenti oscillazioni di prezzo per cui è noto Bitcoin, ma ha il vantaggio di essere programmato, consentendo alle aziende lungimiranti di pianificare in anticipo.

Al momento della scrittura, sono rimasti meno di 800 blocchi prima del dimezzamento della ricompensa e Bitcoin ha ricevuto supporto dalla zona tra $ 8.700 e $ 9.000 e si sta rapidamente avvicinando alla prossima resistenza a $ 9.500.

OKEx Insights presenta analisi di mercato, funzionalità approfondite, ricerche originali & notizie curate da professionisti delle criptovalute.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
Adblock
detector
map