Il panorama globale delle valute digitali della banca centrale

Aspetti chiave

  • L’80% delle banche centrali globali intervistate era coinvolto in un certo livello di sviluppo CBDC, con il 10% lancerà CBDC nei prossimi tre anni, secondo BIS.
  • La banca centrale dei Paesi Bassi ha pubblicato un 45 pagine rapporto dicendo che vogliono “un ruolo di primo piano” con l’euro digitale.
  • Gli Stati Uniti alimentato ha adottato un approccio più proattivo con lo studio delle potenzialità del lancio della propria moneta digitale.

Prima di quanto pensi

L’era della spesa in valuta digitale anziché in carta potrebbe arrivare prima di quanto pensassimo. UN studia dalla Bank for International Settlements mostra che l’80% delle banche centrali mondiali stava attivamente guardando alla CBDC nel 2019, ovvero il 10% in più rispetto all’anno precedente. Il 30% dei 66 paesi intervistati ha affermato di avere già in programma di emettere una qualche forma di valuta digitale. Inoltre, il 20% di loro ha affermato che probabilmente rilascerà il proprio CBDC al pubblico entro il 2026.

Sebbene la percentuale possa non sembrare significativa, copre già un quinto della popolazione mondiale e potrebbero avere accesso al CBDC nel prossimo futuro.

BIS credeva che, anche se il CBDC è centralizzato, ha ancora un potenziale più importante di diffusione a livello globale rispetto alla criptovaluta e alla stablecoin.

La corsa CBDC globale

I paesi di tutto il mondo hanno accelerato il ritmo di sviluppo della CBDC quest’anno. Il 23 gennaio il World Economic Forum ha debuttato il suo quadro CBDC globale al mondo, che copre CBDC al dettaglio, all’ingrosso, transfrontaliero e alternative in denaro privato come "CBDC ibrido." Il piano mira a fungere da faro e fornisce informazioni “complete e consapevoli del rischio” ai responsabili politici per aiutarli a decidere se emettere CBDC.

Proprio questa settimana, la banca centrale dei Paesi Bassi rivelato la sua posizione positiva sul lancio di CBDC. Credono che i cittadini olandesi trarranno enormi benefici da questo progetto. DNB ha anche affermato di essere pronto a svolgere un ruolo di primo piano quando si tratta di emettere CBDC.

Vale anche la pena ricordare che alcuni paesi hanno collaborato per sviluppare CBDC. Il 21 gennaio 2020, la BRI, insieme alle banche centrali, tra cui la BoC, la BoE, la BoJ, la BCE, la Riksbank e la BNS, ha pubblicato un annuncio congiunto, dicendo che formeranno un gruppo di banche centrali per esplorare gli scenari applicativi per CBDC. Il blocco mira a progettare un CBDC che si adatti alle loro esigenze economiche, mentre è funzionale e tecnico avanzato, disponibile anche per l’uso transfrontaliero. Il gruppo lavorerà con il Consiglio per la stabilità finanziaria e il Comitato per i pagamenti e le infrastrutture di mercato per iniziare a promuovere un CBDC a più livelli.

Anche la Riksbank rivelato il suo progetto e-Krona è in corso ed è già in fase di test. La valutazione dovrebbe concludersi entro febbraio 2021. Secondo quanto riferito, il test include un portafoglio mobile e-krona, con funzioni come effettuare pagamenti, depositi e prelievi. Come un paese con 80% della sua gente usa una carta per pagare gli acquisti, la Svezia è stata a lungo dedicata alla corsa per diventare la prima società al mondo quasi senza contanti.

Ovviamente, la Cina è stata un attore di primo piano nello spazio CBDC. Nella nostra precedente pubblicazione <Cinque fatti che devi sapere su DCEP>, abbiamo sottolineato che la Cina potrebbe presto diventare il primo paese al mondo a lanciare il suo CBDC. La pandemia COVID potrebbe essere stata uno dei motivi per cui la Cina stava intensificando i suoi sforzi nell’area della valuta digitale.

Alla luce della mossa della Cina, gli Stati Uniti sembrano iniziare ad adottare un approccio più proattivo in questo settore. Sebbene la Fed sia stata ben nota per contro la Bilancia sostenuta da Facebook, Brainard della Fed di recente disse, che la Fed ha “condotto ricerche e sperimentazioni relative alle tecnologie di registro distribuito e al loro potenziale caso d’uso per le valute digitali, incluso il potenziale per un CBDC”.

Questo cambiamento di posizione è considerato la risposta degli Stati Uniti alle critiche degli ultimi mesi per aver agito troppo lentamente sullo sviluppo del CBDC.

Anche il Giappone ha recuperato velocemente. Paese annunciato che avrebbe lanciato il suo yen digitale in "due a tre" anni. Gli organismi di regolamentazione del Giappone, tra cui il Ministero delle finanze, l’Agenzia per i servizi finanziari e la BoJ hanno iniziato a lavorare insieme alla ricerca per promuovere la CBDC.

……


Sebbene la corsa alla valuta digitale non sia mai stata così accesa prima, alcuni paesi stanno ancora dicendo no a una valuta digitale sostenuta dallo stato. Tuttavia, dato il numero in costante aumento di paesi che hanno abbracciato l’idea, un’era CBDC potrebbe arrivare prima di quanto ci aspettassimo.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
Adblock
detector
map