Riepilogo dei colloqui di OKEx Academy: Bitcoin Halving

Il termine Bitcoin Halving volume di ricerca razzi e la data si avvicina, cosa succederà esattamente prima, durante e dopo il Bitcoin halving? OKEx Academy ha organizzato un webinar online con ospiti molto speciali per condividere le loro intuizioni su questo argomento sotto i riflettori, questo articolo ti guiderà attraverso il riepilogo della discussione.

Relatori ospiti:

Avaneesh Acquilla – CIO ad Arrano Capital

Jason Choi – Responsabile della ricerca presso Spartan

Willy Woo – Woobull

Moderatore:

Lennix Lai – Direttore dei mercati finanziari presso OKEx

Lennix: Prima di accedere alle opportunità di trading in relazione a questo evento di dimezzamento, vorrei chiedere a Jason, di recente abbiamo pubblicato un articolo basato sulla data indicando che storicamente, bitcoin o l’altro importante PoW-token, avrebbe probabilmente un buon rialzo correre prima dell’effettivo dimezzamento e successivamente deprezzarsi gradualmente. Pensi che ci sia una solida ragione fondamentale o una logica dietro?

Jason: Ho alcune teorie al riguardo, ma penso che sia importante avvertire prima, l’avere è un evento importante e ciò evidenzia la scarsità programmatica di qualcosa come Bitcoin che è ciò che gli conferisce le caratteristiche che sono valide storicamente negli asset di valore del negozio, ma allo stesso tempo sono un po ‘esitato a isolarlo solo come variabile. Il rendimento medio di Bitcoin nel corso della sua vita non è molto significativo se si distribuisce, si sa subito dopo i due eventi su un orizzonte di tre mesi o un anno.È anche importante ricordare che il dimezzamento si è verificato durante il mercato rialzista più lungo in una specie di attività di rischio tradizionali. Per noi, tendiamo a guardare all’impatto a lungo termine di ciò che significa ridurre l’offerta. E poiché la pianificazione dell’offerta è nota, tendiamo a concentrarci maggiormente sul lato della domanda.

Penso che un caso di studio interessante sia il fatto che il dimezzamento potrebbe avere un impatto a breve termine sul prezzo, potrebbe essere perché è stato il valore medico giusto, quindi l’abbiamo visto nel 2019 con qualcosa come Litecoin dove penso che il prezzo sia aumentato, di circa il 500% in 200 giorni, e poi ha rinunciato a tutti i guadagni, sostanzialmente ha rinunciato al 40% nei 30-40 giorni precedenti il ​​dimezzamento prima di rinunciare di più.

Quindi penso che per me suggerisca che le persone stessero cercando di gestire l’evento dimezzato, ed è diventata una profezia che si autoavvera, poiché più persone speculavano e cercavano di concentrarsi l’una sull’altra. Il prezzo in realtà ha ceduto prima ancora che non si fosse verificato, quindi il caso fondamentale non ha nemmeno giocato lì. Come sarà diverso per Bitcoin Penso che la domanda non sarà così transitoria, penso che sia una configurazione molto più interessante per Bitcoin.

Stavo esaminando i fattori dal lato della domanda che portano a questo avere e oltre, guardando prima al dettaglio, penso che cose come il volume dei social media e il volume di ricerca per il dimezzamento siano quasi sempre i massimi in questo momento, rispetto all’ultimo picco di luglio, Nel 2016, siamo quasi cinque volte più persone interessate a cosa sia il dimezzamento. In termini di monete stabili sugli scambi abbiamo miliardi di dollari in disparte in questo momento che possono o meno essere distribuiti, e se non vengono distribuiti penso che Bitcoin sarà probabilmente il primo beneficiario come la coppia più liquida, e sul fronte della consapevolezza rispetto allo scorso avere è anche molto meglio in quello nell’ultima metà del 2016. Bitcoin era ancora molto conosciuto come una transazione per attività illecite su Internet, mentre questa volta abbiamo quasi una corsa agli armamenti tra due potenze geopolitiche. Abbiamo la Cina che sta inventando DCEP, abbiamo gli Stati Uniti che stanno inventando Libra, quindi la blockchain in quel FUD diventa più legittimata e meno stigmatizzata per gli investitori al dettaglio.

Penso che di recente abbiamo raggiunto livelli massimi di tutti i tempi e negli ultimi sei mesi abbiamo visto prove che anche i minatori hanno accumulato quantità significative dei loro tabelloni. Quindi questo per noi indica che ci sono segni di accumulo che portano a questo accadimento.


Per farla breve, penso che il caso fondamentale per la riduzione dell’offerta sia che sia un’illustrazione di ciò che rende qualcosa come Bitcoin una risorsa unica, ma penso che i fondamentali dal lato della domanda probabilmente contano di più in questo caso, portando al dimezzamento e oltre sono abbastanza positivi per Bitcoin.

Lennix: Il mercato ha due punti di vista opposti, la maggioranza da due campi principali. Il primo campo sostiene che l’evento abbia già un prezzo; il secondo ritiene che l’Halving non sia prezzato e accenderà il prossimo ciclo rialzista. I fautori del primo citano l’ipotesi di mercato efficiente, mentre i sostenitori del secondo puntano sulla meccanica della domanda / offerta così come i precedenti cicli di mercato dimezzati.

Pensi che il mercato dei bitcoin in questo momento sia efficiente quanto il mercato azionario per adottare l’ipotesi di mercato classica? O pensi che il cambiamento della domanda-offerta in Halving andrebbe a vantaggio del prezzo del Bitcoin?

Avaneesh: Penso che ci siano una serie di fattori in gioco qui. Il mercato è più efficiente nel senso che le informazioni sono più ampiamente disponibili. C’è davvero una comprensione diffusa su Bitcoin e sull’evento, e penso che alla fine quando avrai quella diffusione di informazioni, ci sarà sempre un po ‘di preposizionamento. Allo stesso modo, abbiamo sentito parlare di minatori più piccoli che vendono in questo evento in modo che possa bilanciare il mercato in termini di domanda e offerta attuali. L’unica cosa che sappiamo è che l’equazione della domanda e dell’offerta diventa più attraente dopo il dimezzamento, quindi personalmente penso che fornendo un ambiente di liquidità globale favorevolmente abbiamo maggiori possibilità di vedere il prezzo avanzare nella seconda metà dell’anno.

Lennix: Parlando di domanda-offerta di bitcoin, ho verificato il rapporto energetico dei minatori di Bitcoin di Willy, il rapporto tra la capitalizzazione di mercato dei bitcoin e il suo consumo di energia. Potresti spiegare la correlazione tra il prezzo del bitcoin e il consumo di energia? Pensi che i costi energetici dei minatori siano il fattore principale nel determinare il prezzo del bitcoin?

Willy: Il mining ha una forte influenza sul prezzo minimo di Bitcoin, ciò che rappresentano i miner è essenzialmente qual è la fascia di prezzo più bassa. È l’economia dal lato dell’offerta. Quando il rapporto prezzo / energia inizia a scendere ai minimi storici, significa che molti miner avranno cessato l’attività, lasciando i miner più forti ed efficienti, questi miner non venderanno durante questo periodo. Perchè vorresti? I minatori deboli sono stati liquidati, la loro pressione di vendita è svanita, quindi il prezzo è pronto a salire. I minatori forti venderanno minimamente in questa fase e HODL il più possibile, riducendo la pressione di vendita sul mercato.

Lennix: Il dimezzamento da parte del principale è un incentivo economico per i minatori tagliando programmaticamente l’aspettativa di fornitura e in teoria, dopo un esatto 32 eventi di dimezzamento, la rete bitcoin sarebbe sufficientemente sostenuta esclusivamente dalle commissioni di transazione, quindi non è richiesta alcuna ricompensa di blocco.

Pensi che il modello di dimezzamento in bitcoin – che è un completo contrario della valuta fiat – sarebbe più probabile (DAL DESIGN) incoraggiare gli investimenti piuttosto che la spesa?

Se è vero, bitcoin è una forma di oggetti da collezione digitali o oro digitale, pensi che bitcoin si sia GIÀ dimostrato di essere un buon strumento alternativo per la copertura di eventi macro simili all’oro?

Willy: BTC imita l’oro, in quanto è progettato per essere scarso, tutto ciò che è scarso può essere una buona riserva di valore, il suo design si presta a immagazzinare valore, quindi investire. È tutt’altro che dimostrato come una copertura per macro, è teoricamente una copertura nel suo design, ci sono forti metriche attorno ad esso che sono meno correlate ad altre macro. Penso che abbia bisogno di più tempo per essere dimostrato, abbiamo bisogno di vederlo effettivamente comportarsi prima che più persone si fidino di quel comportamento. Ad esempio un rifugio sicuro in tempo di guerra o una copertura per il collasso monetario. Inoltre, non bisogna dimenticare quanto sia piccolo, ha davvero bisogno di una capitalizzazione di mercato di $ 1T prima che inizi ad essere utile per i mercati tradizionali. Idealmente $ 10T, la dimensione approssimativa dell’oro.

Avaneesh: Penso che Bitcoin dal suo design sia più adatto come riserva di valore che come soluzione di pagamento. Gli argomenti di stock to flow catturano come la scarsità possa essere paragonata all’oro e all’argento. Ha già molte proprietà vantaggiose rispetto all’oro come la portabilità e la divisibilità, ma l’oro esiste da migliaia di anni, quindi le persone si fidano di esso. Al momento, le persone si stanno appena sentendo a proprio agio con bitcoin, quindi naturalmente ci vorrà del tempo prima che quella fiducia si crei – una volta che è lì, sicuramente può essere un investimento alternativo all’oro.

Lennix: Stiamo entrando in un’era in cui il QE è infinito e il debito pubblico del mondo ricco sta raggiungendo i 66 trilioni, o il 122% del PIL entro la fine dell’anno. I libri di testo ci dicono che una stampa di denaro incontrollata porterebbe all’iperinflazione. E CB un tempo doveva ripagare il proprio debito riducendo drasticamente la leva finanziaria e aumentando le tasse, ma ci sarebbero state difficoltà politiche nel fare specialmente tra i ricchi.

Pensi che i QE sfrenati ci porterebbero alla fine all’iperinflazione, il che ci dà più motivi per acquistare bitcoin? O pensi che il governo sia in qualche modo in grado di tenere sotto controllo l’inflazione mantenendo allo stesso tempo un disavanzo di bilancio così enorme?

Willy: È facile dire che se stampiamo denaro all’infinito andremo all’iperinflazione. La mia esperienza nei mercati è che gli effetti di secondo ordine non devono essere scontati. La situazione in cui ci troviamo è unica in quanto il mondo intero sta stampando denaro contemporaneamente in un momento in cui l’economia globale è al culmine dell’interconnessione, dove gli studi precedenti erano molto isolati per un singolo paese. Inoltre, non abbiamo mai visto la valuta di riserva globale come pura moneta legale, siamo in un territorio inesplorato e la mia opinione personale è che sia pericoloso trarre conclusioni immediate e semplicistiche di: stampare denaro e poi si ottiene l’iperinflazione. Certo che probabilmente accadrà, ma ci vorranno molti molti anni, forse un decennio o più per giocare, navigare nelle sfumature e in quelle sfumature sarà importante.

Se dovessi ridurre lo zoom, questo sarebbe un ripristino del ciclo del debito a lungo termine. Succede ogni 70-100 anni, quel ripristino di solito arriva con una nuova valuta globale, essenzialmente un nuovo accordo su cosa sia il denaro. L’ultimo azzeramento è stato che l’USD ha preso il posto della GBP dopo la seconda guerra mondiale, la storia mostra che questa transizione richiederà decenni.

Penso che comprare Bitcoin sia una buona idea in questi tempi, beh diavolo sì. È una siepe, è decentralizzata, non confiscabile, è digitale e siamo in un’era digitale, e la generazione del boom che amava l’oro come copertura in circostanze economiche simili passerà prima che questa transizione sia fatta, lasciando le generazioni che stanno bene con l’era digitale e quindi Bitcoin.

Jason: Penso che alcune persone in criptovalute tendano ad avere una visione piuttosto semplicistica della stampa di denaro e dell’iperinflazione che una volta che si verificherà il QE vedremo un’improvvisa implosione del dollaro, i soldi non significheranno nulla. Ma come Willy ha sottolineato proprio nel 2008, e molte persone vendono le stesse narrazioni allora, dicevano che vedremo iperinflazione negli Stati Uniti dopo il QE, ma l’inflazione ha costantemente deluso le aspettative e l’IPC è rimasto basso.

E penso che sia perché le persone hanno questo tipo di visione riduttiva di cosa sia realmente la stampa di denaro. E abbiamo tutti studiato l’economia del moltiplicatore monetario, quindi l’unico modo per far fluire la base monetaria nell’economia è se si traduce in una moneta reale affinché le banche aumentino i prestiti in modo proporzionale, non sono sicuro che ciò accada immediatamente. Non penso che sia mio vantaggio prevedere quando l’iperinflazione può o meno accadere. Penso di tornare sempre dal lato della domanda. Cosa ci dicono le prove? L’evidenza sta dicendo che c’è molta domanda di stable coin di recente, specialmente nei desk asiatici OTC, la capitalizzazione di mercato aggregata di tutte le stable coin denominate in USD ha raggiunto i 9 miliardi di dollari, in modo che segnali in una certa misura, la più ampia domanda di dollari che stiamo vedendo ora per sapere se verrà distribuito in Bitcoin, in criptovaluta Penso che sia un’altra domanda, ma presenta una configurazione piuttosto carina in quanto hai 9 miliardi, hai miliardi di dollari di monete stabili sugli scambi , hai tutti questi fattori collaterali della domanda che ho menzionato all’inizio di questo pannello.

Abbiamo questo tipo di narrativa sul dimezzamento che si verifica anche nello stesso momento, quindi penso che rappresenti un punto di ingresso abbastanza buono per le criptovalute, ma se l’iperinflazione sarà il catalizzatore immediato per l’adozione di Bitcoin. Personalmente non la penso così. Non penso che succederà, anche se succederà non sarà una cosa che succederà, lo sai la prossima settimana o il mese prossimo.

Avaneesh: Vi è una forte argomentazione secondo cui le politiche di QE e di stimolo fiscale stanno avendo sempre meno un impatto sull’economia reale. Abbiamo visto tali politiche negli Stati Uniti e i guadagni in termini di produttività e crescita del PIL stanno diventando sempre più limitati. Una conseguenza che si può vedere è l’impatto sui prezzi delle attività, quindi abbiamo un’economia che sta lottando e tassi di inflazione principali che sono bassi nello stesso momento in cui i prezzi delle attività stanno aumentando. Nel breve termine penso che lotteremo con la deflazione per un po ‘di tempo, ma il rischio dopo questo è probabilmente la stagflazione piuttosto che l’iperinflazione secondo me.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
Adblock
detector
map