Investire in Ethereum (ETH) – Tutto ciò che devi sapere

Ethereum è una rete blockchain distribuita open source che semplifica lo scripting di contratti intelligenti. È importante sottolineare che il piattaforma consente agli sviluppatori di semplificare la creazione di applicazioni decentralizzate che funzionano su blockchain. Di conseguenza, la piattaforma ha introdotto nel mondo una serie di nuove funzionalità e applicazioni.

È quasi impossibile avventurarsi nel mercato delle criptovalute senza sentire parlare di Ethereum. Questo token unico ha contribuito a rivoluzionare il cryptospace. In quanto tale, ETH si classifica costantemente come la seconda criptovaluta più popolare in base alla capitalizzazione di mercato. In particolare, una combinazione di fattori ha portato alla popolarità di ETH nello spazio crittografico

Le migliori criptovalute - CoinMarketCap

Le migliori criptovalute – CoinMarketCap

Le Dapp sono programmi di nuova generazione progettati specificamente per funzionare all’interno di reti decentralizzate. Queste reti possono includere Tor, Distributed Ledger e blockchain. Le Dapp offrono al mondo una serie di nuove opportunità. Di conseguenza, Dapps continua a essere una delle aree in più rapida crescita all’interno del settore blockchain.

Come funziona Ethereum (ETH)?

Ethereum prende in prestito alcune funzionalità chiave da Bitcoin, anche se con lievi modifiche come il meccanismo di consenso PoW. Inoltre, Ethereum utilizza alcune delle strategie impiegate da BitTorrent per creare un sistema operativo veramente decentralizzato su cui costruire i programmatori di Dapp.

Ethereum è spesso indicato come una criptovaluta. Questo riferimento non è corretto. Ethereum è la piattaforma in cui funziona la criptovaluta Ether. All’interno di questo ecosistema, il ruolo principale di Ether è quello di compensare i minatori per l’esecuzione di calcoli EVM.

EVM: la macchina virtuale di Ethereum

Gli EVM sono stack virtuali incorporati all’interno di ogni nodo Ethereum completo. Gli EVM semplificano il processo di creazione di applicazioni decentralizzate. Di conseguenza, questi protocolli sono fondamentali per le prestazioni di Ethereum perché eseguono il bytecode del contratto.

Fondamentalmente, ogni nodo della rete Ethereum esegue un’istanza EVM. Questa strategia consente loro di concordare l’esecuzione delle stesse istruzioni senza l’intervento umano. Inoltre, fornisce un mezzo per stabilire dove chiunque può eseguire il codice in un ecosistema senza fiducia.

È importante sottolineare che il bytecode EVM è un sistema completo di turing. Turing si riferisce alle capacità dei protocolli. I protocolli completi di Turing come JavaScript possono eseguire un’enorme varietà di funzioni computazionali critiche.

Più lingue

Uno degli aspetti più unici e potenti di EVM è la sua capacità di utilizzare più linguaggi di codifica. Ad oggi, gli EVM sono stati distribuiti con successo utilizzando C ++, Java, JavaScript, Python, Ruby e altri. È interessante notare che Ethereum ha persino introdotto il proprio linguaggio di alto livello orientato agli oggetti per l’implementazione di contratti intelligenti chiamato Solidity. Gli sviluppatori possono programmare utilizzando uno qualsiasi dei linguaggi di livello superiore sopra elencati e il codice viene quindi convertito in Bytecode EVM.


Cos’è GAS?

Potresti aver sentito il termine Gas gettato in giro quando le persone discutono di Ethereum. Il gas è un meccanismo di tariffazione interna che consente a Ethereum di garantire la qualità della codifica della propria rete. Ogni transazione sulla rete Ethereum può essere misurata in termini di utilizzo del gas. Pertanto, ogni EVM ha un limite del gas e un prezzo del gas particolari associati alla sua esecuzione.

In particolare, l’introduzione del gas nella rete garantisce che la qualità del codice sulla rete rimanga elevata. Questa strategia aiuta a proteggere i nodi dall’introduzione di codici malvagi. Impedisce inoltre che la rete venga invasa da una codifica scadente.

Impostazione dei prezzi del gas

Il limite di gas è la quantità di potenza di calcolo totale che la rete Ethereum utilizzerà. Più lunghi e complessi sono i tuoi contratti intelligenti, maggiore sarà il tuo limite totale di gas. Il prezzo del gas è l’importo che un utente è disposto a pagare per eseguire completamente la funzione. Se imposti il ​​prezzo del gas troppo basso, i minatori ignoreranno la tua richiesta. Inoltre, nel caso in cui il prezzo del gas non copra completamente il tuo EVM, i minatori manterranno la differenza.

La combinazione di entrambi questi fattori ti dà il costo della tua transazione Ethereum. È importante sottolineare che la funzionalità e le commissioni di elaborazione vengono misurate in gas, ma la tariffa viene pagata in Ether. Questa strategia è molto interessante perché consente alla rete di determinare autonomamente i costi. In questo modo, Ethereum funziona in modo decentralizzato nei suoi processi aziendali interni.

Storia di Ethereum (ETH)

La storia di Ethereum inizia nei primi giorni del mercato delle criptovalute. Nel 2013, un programmatore intuitivo e Bitcoiner di lunga data, Vitalik Buterin ha pubblicato un white paper che descrive il design tecnico e le capacità del concetto di Ethereum. Nel documento, Buterin descrive un computer globale decentralizzato che potrebbe funzionare su una blockchain simile a Bitcoin.

Il fondatore di Ethereum Vitalik Buterin

Il fondatore di Ethereum Vitalik Buterin

Entro il 2014, Buterin aveva completato la primissima versione di Ethereum. È importante sottolineare che ha avuto un aiuto dalla società di sviluppo svizzera GmbH. Questa prima versione del software ha contribuito a promuovere un ICO per il progetto. L’ICO dell’ETH è stato un enorme successo. Il progetto ha raccolto 18 milioni di dollari da una varietà di investitori. Fondamentalmente, ha creato la prima rete di minatori e azionisti ETH.

Ethereum lancia la beta

Nel 2015, Buterin ha rilasciato la prima versione beta di Ethereum. Il protocollo ha ricevuto il nome Frontier. Il rilascio ha contribuito a spingere il valore di Ethereum fino a $ 0,420897 entro il 21 ottobre 2015. Nel 2016, il protocollo ha ricevuto un altro importante aggiornamento chiamato Homestead. Fu in questo momento che anche il concetto di organizzazioni autonome decentralizzate (DAO) divenne di dominio pubblico.

I DAO entrano nel mercato

I DAO prendono le funzionalità delle società e convertono tutti gli aspetti in contratti intelligenti. Puoi pensare a una DAO come a un’organizzazione creata dagli sviluppatori per automatizzare le decisioni e facilitare le transazioni di criptovaluta. L’obiettivo di questi protocolli di nuova generazione era codificare le regole e i processi decisionali di un’organizzazione. In questo modo, potresti eliminare la necessità di documenti e persone al governo.

La prima DAO di Ethereum è stata lanciata ufficialmente il 30 aprile 2016. Il lancio della DAO ha aiutato Ethereum ad assicurarsi $ 150 milioni tramite una ICO pubblica. A quel tempo, il DAO era il più grande evento di crowdfunding basato su blockchain nella storia. In particolare, l’evento ha assicurato oltre $ 150 milioni. Forse ancora più impressionante, l’evento ha visto la partecipazione di oltre 11.000 investitori dislocati in tutto il mondo.

DOA Hack

Sfortunatamente, l’hype è stato di breve durata. Gli hacker hanno individuato e sfruttato rapidamente un grave errore di programmazione e attaccano i vettori con il DAO. Purtroppo, gli sviluppatori stavano già lavorando per correggere i bug ma non hanno completato il loro lavoro prima dell’attacco. Peggio ancora, all’epoca il 15% di tutto l’ETH era detenuto nel DOA.

Gli hacker hanno utilizzato un sistema DOA duplicato per drenare i fondi. Gli hacker hanno impiegato solo fino al 18 giugno per sottrarre 3,6 milioni di ETH dall’ICO. La notizia dell’attacco ha fatto scendere il valore di ETH da $ 20 a poco meno di $ 13.

Gli sviluppatori hanno notato che i fondi si stavano esaurendo, ma non hanno avuto il tempo di ottenere voti sufficienti per revocare la rapina. Inoltre, poiché il DOA ha raccolto molti più fondi del previsto, l’ETH ha gestito male il livello di sicurezza richiesto. Successivamente è stato rivelato che gli sviluppatori tenevano tutti i fondi in un unico indirizzo di portafoglio.

Riprendere il controllo

Alla fine, gli sviluppatori di ETH si sono resi conto esattamente di cosa stava succedendo e hanno iniziato a lavorare febbrilmente per fermare l’attacco. Mentre l’ETH continuava a prosciugarsi, gli sviluppatori iniziarono a prendere in considerazione un approccio più stravagante per fermare l’hacker.

Come è stato violato Ethereum

È importante sottolineare che l’hacker ha utilizzato un DOA duplicato per ingannare il sistema. Poiché era un duplicato, includeva i principali protocolli inizialmente programmati nell’originale. Uno di questi protocolli era una clausola di ritiro di 28 giorni. Fondamentalmente, l’hacker non è riuscito ad accedere ai propri fondi per quasi un mese. Questa finestra ha dato a Ethereum un po ‘di tempo per provare a salvare i fondi.

Durante le sessioni di brainstorming, molte proposte sono state portate al tavolo. Alla fine, gli sviluppatori hanno deciso che dovevano annullare in qualche modo l’Ether nel DOA dell’hacker. All’inizio, è stata suggerita una forchetta morbida come mezzo per svolgere questo compito.

Forcella morbida contro forcella dura

Nel regno delle criptovalute, ci sono due tipi di principali aggiornamenti software che le blockchain possono ricevere. Un soft fork è un aggiornamento importante che consente ai miner di continuare a estrarre la stessa blockchain. Al contrario, un hard fork impone nuovi protocolli che richiedono ai miner di aggiornare il proprio software prima di poter estrarre una nuova catena di transazioni. Fondamentalmente, un hard fork crea una nuova criptovaluta.

Cosa ha causato un hard fork?

Il team di Buterin voleva proporre nuovi protocolli software che rendessero impossibile per l’hacker rimuovere l’ETH rubato dal proprio DOA. In una dichiarazione pubblica, Buterin ha dichiarato che non intendeva riscrivere alcun blocco.

Invece, ha detto che voleva introdurre una funzionalità nella codifica di base di Ethereum per impedire all’hacker di ritirare l’ETH. Lo switch sarebbe un soft fork che potrebbe consentire agli sviluppatori ETH di introdurre una blacklist per determinati indirizzi.

L’hacker risponde

Qui è dove l’incidente diventa ancora più folle. Dopo aver visto il post di Buterin, l’hacker ha risposto con un post all’azienda. Ha spiegato di non aver fatto nulla di sbagliato e che in un DOA spetta al contratto intelligente convalidare le transazioni. Ha sostenuto che nulla al di fuori dei protocolli dovrebbe essere in grado di modificare la loro decisione.

In un aspetto, l’hacker aveva un punto valido. L’intera premessa del DOA era che non necessitava dell’intervento umano. Inoltre, una delle caratteristiche principali di qualsiasi blockchain è la sua presunta immutabilità e inalterabilità. L’hacker ha persino offerto enormi ricompense ai minatori che non hanno aggiornato i protocolli. In particolare, l’attaccante ha offerto 1 milione di ETH e 100 BTC a ciascun nodo che ha rifiutato l’aggiornamento.

Proposta Hard Fork

Prevedendo che l’hacker avesse il sopravvento nello scenario, gli sviluppatori di ETH hanno iniziato a esplorare opzioni più aggressive. Alla fine, un gruppo all’interno della comunità ETH ha consigliato un hard fork. L’hard fork ripristinerebbe tutte le transazioni ETH a pochi secondi prima che si verificasse l’attacco.

La comunità di ETH si divide

Questa proposta è stata accolta con convinzione opposizione. L’intero punto di una blockchain è facilitare transazioni inalterabili e immutabili. Il fatto che gli sviluppatori di Ethereum volessero ripristinare le transazioni blockchain per evitare perdite è andato direttamente di fronte ai tratti anti-censura di una blockchain.

Azioni sui prezzi ETH durante DAO Hack

Azioni sui prezzi ETH durante DAO Hack

Si è sostenuto che ETH funzionasse esattamente come previsto e che l’aggiornamento non fosse necessario. Piuttosto, il DOA è stato programmato in modo errato e le perdite sono state il risultato di ciò. L’hard fork introdurrebbe modifiche apportate da un’autorità di governo centralizzata all’interno dell’ecosistema ETH.

La decisione è presa

Alla fine, una nuova versione della mainnet di Ethereum è entrata nel mercato il 20 luglio 2016. Alla fine, l’hard fork ha istituito un cambio di stato irregolare che ha cancellato il furto DAO. L’hard fork ha diviso la blockchain di Ethereum. La catena originale di transazioni ora sarebbe chiamata Ethereum classic, mentre la nuova crypto adotterebbe il titolo Ethereum.

Effetti a lungo termine

La decisione di procedere con l’hard fork avrebbe ripercussioni in tutto il mercato delle criptovalute. Alla fine, porterebbe a scartare le piattaforme basate su ETH all’interno dello spazio dei token di sicurezza. La ragione di queste azioni è semplice, le principali istituzioni finanziarie non possono rischiare di annullare le transazioni in titoli. Indipendentemente da ciò, ETH rimane ancora oggi la piattaforma principale per lo sviluppo di Dapp.

Nonostante gli svantaggi, ETH è riuscita a riguadagnare la fiducia del mercato dopo l’attacco. Entro il 2017, il valore di Ether è cresciuto di oltre il 15.000% per raggiungere il massimo storico di $ 1.432,8 a gennaio 2018. Oggi è ancora la seconda criptovaluta in termini di capitalizzazione di mercato, anche con più concorrenza che mai.

Protocolli ERC

L’introduzione di Ethereum al cryptospace è stata fondamentale. Ha introdotto il mondo a un processo più semplificato per la creazione di contratti intelligenti. Ora chiunque potrebbe creare una criptovaluta funzionante e sicura sulla rete ETH utilizzando i protocolli ERC.

I protocolli ERC sono standard token che aderiscono ai requisiti blockchain di Ethereum. Originariamente, Ethereum prevedeva di utilizzare il protocollo ERC-20 per semplificare la creazione di token interni. Tuttavia, non passò molto tempo prima che si rendessero conto che c’era un’enorme richiesta di un metodo di creazione di token semplicistico.

Questa strategia ha contribuito a spingere il settore delle criptovalute a nuovi livelli. In particolare, il breakout ICO del 2017 può essere in gran parte attribuito alla crescita della blockchain di Ethereum e dei token ERC. Oggi, i token ERC sono di gran lunga i più utilizzati nello spazio. Uno studia ha scoperto che al 16 aprile 2019 c’erano più di 181.000 token compatibili con ERC-20 che vivevano sulla rete principale di Ethereum.

Come acquistare Ethereum (ETH)

Investire in Ethereum è facile al giorno d’oggi. Ogni borsa principale scambia ETH come una delle sue monete principali. In effetti, ora puoi trovare un’enorme varietà di coppie di trading ETH sulla maggior parte delle borse. Per iniziare il tuo investimento in Ethereum, devi passare a uno scambio sicuro e rispettabile come Binance, KuCoin, Poloniex, o Bittrex.

Una volta arrivato allo scambio di tua scelta, completa tutti i passaggi di registrazione necessari. Ora che hai accesso al tuo account, ci sono diversi modi per acquistare ETH.

In primo luogo, puoi acquistare ETH direttamente utilizzando valuta fiat come USD o EUR. Questa strategia può richiedere più tempo e costare di più rispetto allo scambio di criptovaluta con Ethereum. Tuttavia, è uno dei modi migliori per entrare nel mercato delle criptovalute.

Il secondo modo per acquisire ETH è scambiarlo con un’altra criptovaluta. Sarebbe difficile oggi trovare uno scambio che non scambierebbe felicemente ETH con quasi tutti i token sul mercato. Questa penetrazione del mercato consente agli investitori di scegliere liberamente tra le piattaforme in base ai loro meriti piuttosto che se offrono il token che desideri.

Investire in Ethereum (ETH) - Tutto ciò che devi sapere Investire in Ethereum (ETH) - Tutto ciò che devi sapere Investire in Ethereum (ETH) - Tutto ciò che devi sapere
★★★★★ ★★★★★ Recensione di Binance

I rating di Securities.io sono determinati dalla nostra redazione. La formula di punteggio per i broker di risorse digitali (criptovaluta) tiene conto di dozzine di fattori, tra cui commissioni e minimi del conto, piattaforme di trading, assistenza clienti, organismi di regolamentazione e opzioni di investimento.

★★★★★ ★★★★★ Recensione Kraken

I rating di Securities.io sono determinati dalla nostra redazione. La formula di punteggio per i broker di risorse digitali (criptovaluta) tiene conto di dozzine di fattori, tra cui commissioni e minimi del conto, piattaforme di trading, assistenza clienti, organismi di regolamentazione e opzioni di investimento.

★★★★★ ★★★★★ Recensione Kriptomat

I rating di Securities.io sono determinati dalla nostra redazione. La formula di punteggio per i broker di risorse digitali (criptovaluta) tiene conto di dozzine di fattori, tra cui commissioni e minimi del conto, piattaforme di trading, assistenza clienti, organismi di regolamentazione e opzioni di investimento.

Meglio per

Utenti avanzati

Meglio per

Commercianti USA

Meglio per

Commercianti europei

Conto minimo

Nessuna

Conto minimo

$ 1,00

Conto minimo

€ 35

Promozioni

10% di rimborso

Codice sconto: EE59L0QP

Promozioni

Nessuna

Promozioni

Nessuna

Come conservare Ethereum (ETH)

Se stai cercando di fare un investimento importante in ETH o se stai pianificando di HODLing questa crittografia per lunghi periodi di tempo, un portafoglio hardware è l’opzione migliore. I portafogli hardware mantengono la tua crittografia archiviata offline nella “cella frigorifera”. Questa strategia impedisce alle minacce online di accedere alle tue proprietà. Il Ledger Nano S o il più avanzato Ledger Nano X entrambi supportano Ethereum (ETH).

Ethereum minerario (ETH)

La blockchain di Ethereum utilizza un sistema PoW per garantire lo stato della rete. I partecipanti alla rete, noti come nodi o minatori, convalidano continuamente la rete. Di conseguenza, ogni nodo tenta di risolvere una complessa equazione matematica per dimostrare che hanno lavorato per proteggere la rete.

Proprio come Bitcoin, più minatori sulla rete, più difficile diventa partecipare. Il nodo che aggiunge il blocco successivo alla rete riceve una ricompensa proporzionale alla quantità di potenza di calcolo che ha contribuito alla rete.

A differenza di Bitcoin, che convalida nuovi blocchi di transazioni ogni 10 minuti, Ethereum convalida i blocchi ogni 15 secondi. Inoltre, il minatore che crea l’ultimo blocco riceve 3 ETH come ricompensa per i suoi sforzi. Questa è l’unica volta che il nuovo Ethereum entra nel mercato delle criptovalute.

Ethereum Proof-of-Stake

È interessante notare che Ethereum prevede di convertire la sua rete da un meccanismo di consenso PoW a un meccanismo Proof-of-Stake (PoS) prima della fine del 2020. Le reti Proof-of-Stake utilizzano molta meno elettricità rispetto alle reti PoW. Questi risparmi elettrici si ottengono eliminando l’equazione matematica PoW.

Invece, i sistemi PoS si basano su una strategia di picchettamento. Quando “scommetti” le tue monete, le stai tenendo in un portafoglio di rete. Più gettoni scommetti, più è probabile che sarai il prossimo nodo ad approvare il blocco delle transazioni. In un sistema PoS, un hacker dovrebbe acquistare un’enorme quantità di token per ottenere il controllo sulla rete.

Alla fine, l’hacker perderebbe di più. In questo modo, i sistemi PoS sono in grado di mantenere valide le loro reti senza richiedere la potenza di calcolo aggiuntiva di un sistema PoW. Molti analisti considerano i sistemi PoS come la naturale evoluzione dello spazio.

Ethereum: un pilastro nel mercato

Poiché Ethereum decide quali aggiornamenti effettuare in futuro, è importante riconoscere il posizionamento concreto di questa piattaforma all’interno del settore. È difficile immaginare un mercato delle criptovalute senza Ethereum. Ogni mese, Ethereum soddisfa i suoi obiettivi come piattaforma di lancio di Dapp sicura. Nessuno può dire con certezza quali criptovalute resisteranno alla prova del tempo, ma, se dovessi sceglierne due, Bitcoin ed Ethereum vincerebbero sicuramente il premio.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
Adblock
detector
map