Genesis Mining: Cloud Mining User Review Guide

genesis-mining

Uno sguardo a Genesis Mining, una delle più grandi società di cloud mining che si concentra sui mercati Bitcoin (ASIC) ed Ethereum (GPU) con oltre 2 milioni di persone che si sono registrate per utilizzare i loro servizi di hashpower.

Genesis Mining – Non solo giù per un albero o con il tuo PC

L’introduzione di Bitcoin ha portato con sé alcuni cambiamenti eccezionali, anche se rivoluzionari, nel rapporto che le persone hanno con il denaro. Il più immediato di questi è il suo utilizzo come fonte digitale di valore e denaro, senza confini nazionali. Questo di per sé è un drammatico allontanamento dal tipo immediato di autonomia che noi, come consumatori, abbiamo sui nostri soldi, ma c’è di più nella storia delle criptovalute.

Le persone hanno la tendenza a dimenticare gli ingranaggi che consentono alle risorse digitali come Bitcoin di ottenere e continuare a girare. Uno di questi è il processo di transazione, con ogni transazione convalidata da un individuo o da un gruppo collettivo di minatori in una blockchain come Bitcoin, con il suo consenso Proof of Work.

Per qualche tempo, l’enfasi è stata posta su quegli utenti con accesso immediato all’hardware e ai pool di mining necessari per contribuire direttamente a questo processo. Sebbene il contributo a questo tipo di processo di convalida offra una serie di vantaggi per i “minatori”, non è esattamente ciò che chiameremmo “accessibile” all’appassionato di crittografia medio con un PC.

Vediamo questa stessa limitazione che impedisce a giocatori e designer accaniti di approfondire quei giochi e progetti che sono più esigenti in termini di hardware. È questo problema che ha portato alla creazione dell’interessante mondo del cloud computing. Più specificamente per il mining di criptovalute: progetti come Genesis Cloud Mining, che è stato creato dal CEO Marco Streng, che ha fatto la nostra lista dei migliori crypto influencer al mondo che ha avuto inizio nel dicembre 2013. Rivediamo Genesis Mining e vediamo come vanno su “rendere l’estrazione mineraria accessibile a tutti” con la loro operazione globale di “potenza di calcolo” situata in Islanda, Norvegia, Svezia, Finlandia ed Estonia.

Crypto Mining: le sfide per i principianti

Per qualche contesto aggiunto, abbiamo visto un graduale cambiamento in chi può partecipare esattamente come minatore in una blockchain come Bitcoin. In primo luogo, abbiamo assistito a una transizione da individui ad aziende su larga scala. Il primo servirebbe come hobbista, sfruttando la potenza di elaborazione dei loro computer di casa per agire come minatori.

Quest’ultimo avrebbe accesso a hardware di nicchia spesso incredibilmente costosi in grado di fornire la potenza di elaborazione necessaria ma, se messi insieme a un numero sufficiente di essi, convalidano più transazioni e guadagnano più ricompense in blocco.

L’unica soluzione per gli hobbisti sarebbe quella di ottenere un hardware migliore o unirsi a un pool minerario. Ma il primo è costoso e l’altro dipende dall’accesso a una di queste piscine. Quindi, se stai effettivamente cercando di passare a un minatore più a tempo pieno o vuoi estrarre più BTC di te, sei sfortunato in una certa misura.

È qui che Genesis Cloud Mining entra nell’equazione, e proprio come funziona è nel nome, un po ‘. GCM opera con un numero in costante crescita di data center che utilizza come attrezzatura mineraria e afferma di aver condotto oltre 100 milioni di transazioni dal 2013. L’installazione / server farm che utilizza non è altro che Enigma, che è stata fondata nell’ottobre 2014 in Islanda per estrarre Ethereum originariamente.

Con Genesis Mining, questo è stato aperto a un numero più ampio di risorse digitali. Il primo vantaggio è che questo elimina la necessità di apparecchiature costose e che consumano energia, lontano dall’individuo, fornendo loro l’accesso a una matrice molto più consistente.

“Le prestazioni di calcolo di Enigma sono ottenute con piattaforme minerarie appositamente progettate che estraggono in modo efficiente algoritmi di hashing per varie criptovalute come Zcash, Dash, Monero e altri.”

Ed ecco un’immagine che offre una panoramica dei vantaggi di scegliere di andare con Genesis Mining per noleggiare i loro rig hardware per il mining di bitcoin rispetto alla configurazione della tua server farm:


genesis-mining-benefici

Tutto ciò che gli utenti devono fare per iniziare il mining con Genesis è registrarsi con il proprio account e mettersi al lavoro in tempi relativamente brevi per estrarre qualsiasi cosa, dalle principali criptovalute (Ethereum, Bitcoin, Etc) alle altcoin a seconda delle preferenze dell’utente.

Quando si considera il tipo di spese generali che derivano dall’avvio del mio, avere un abbonamento a Genesis ti fa risparmiare un volume piuttosto grande di dolore. Soprattutto quando queste spese generali possono consistere nell’acquisto e nella manutenzione dell’hardware insieme alle bollette dell’elettricità.

Uno degli slogan utilizzati da Genesis è che è uno dei “fornitori di hash power leader a livello mondiale”, e questa è sia un’affermazione verosimile che un punto di forza molto forte.

Questi costi generali non menzionano nemmeno il tipo di sforzo che deriva dal tentativo di ottenere con successo sia la potenza hash necessaria per risolvere un blocco sia le sue equazioni altamente complesse.

Per il minatore hobbista che sta cercando di competere con compagnie minerarie molto più grandi in una battaglia di hashish è l’equivalente di correre un olimpionico con un aratro sulla schiena.

Con i suoi data center dedicati, Genesis sembra avere un potenziale più che sufficiente per offrire agli utenti un’alternativa di crowdsourcing per accumulare potenza di hashing e guadagnare criptovaluta convalidando le transazioni.

Quanto è stata popolare la soluzione di cloud mining di Genesis tra gli utenti? Con oltre 2 milioni di utenti sulla rete (secondo il sito web dell’azienda), possiamo almeno presumere che si sia dimostrata una chiara alternativa al mining. A parte la data di inizio del 2013 e le operazioni di localizzazione in Islanda nel 2014, era tra il 2015 e il 2019 che Genesis Mining è emerso come uno dei più grandi fornitori di servizi di cloud mining di criptovaluta.

Nel 2015 hanno raggiunto oltre 100.000 clienti e hanno lanciato la loro prima campagna di sensibilizzazione sui Bitcoin. Poi, nel 2016, il loro “cartellone pubblicitario Jamie Dimon” è diventato virale oltre a inviare bitcoin all’esterno spazio. Nel 2017 sono riusciti a raggiungere oltre 2.000.000 di utenti (da 100 paesi diversi) al culmine dell’ultima corsa al rialzo del mercato crittografico, oltre ad essere presenti nel programma Quest Means Business della CNN quando hanno visitato le loro miniere in Islanda. Durante il mercato orso del 2018, si sono espansi in Svezia, hanno lanciato una campagna “Bankers Against Bitcoin” all’evento Consensus a New York e hanno vinto un “Mining Initiative of the Year Award 2018” tramite la loro Radiant Technology.

Hanno seguito il loro impressionante curriculum apparendo con Anderson Cooper della CNN nel programma televisivo 60 Minutes per presentare la loro struttura mineraria Enigma.

Le sfide – Per i minatori

Finora il sistema Genesis Cloud Mining suona come un ottimo affare per gli utenti che cercano di iniziare nel mining o aumentare la quantità di potenza di hashing che possono sfruttare. Ma per quanto riguarda i minatori esistenti?

Bene, guardare quanto sopra può facilmente risolvere una serie di problemi che i singoli minatori hanno con i blocchi di convalida. Avere accesso a server come questi significa che i miner con hardware casalingo possono collegarsi a un array molto più ampio per aumentare le loro possibilità di guadagnare criptovalute.

Rispetto ad altri tipi di soluzioni informatiche basate su cloud, non sembra esserci alcun modo per gli utenti di raccogliere in crowdsourcing la propria potenza di elaborazione. Questa soluzione è piuttosto comune tra le soluzioni di streaming di giochi nel mondo blockchain.

Una cosa che è ben sistemata con Genesis Cloud Mining è tenere d’occhio le tue statistiche come minatore. A seconda di quanto sei esperto in questo, devi comunque creare un’interfaccia abbastanza intuitiva che ti consenta di tenere traccia del tuo hashrate, del dispendio energetico e di quanto stai guadagnando.

Questo può essere problematico anche per quei minatori esperti, quindi Genesis lo aggrega in modo efficace. Sebbene ciò significhi che ai miner non è richiesto di armeggiare con la minuzia del loro mining, GCM fornisce agli utenti aggiornamenti periodici su quanto gli utenti guadagnano rispetto alla quantità di potenza di hashing che stanno utilizzando.

Genesis Cloud Mining: come funziona

Se sei uno di quegli aspiranti minatori esistenti che cercano di essere coinvolti con Genesis, iniziare è piuttosto semplice. Ma prima, potresti aver bisogno di fare qualche ricerca.

Perché? Anche se questo non è esattamente necessario per coloro che sono stati precedentemente minatori. Per i principianti che cercano di essere coinvolti, probabilmente non avrai idea di quanta potenza di elaborazione desideri utilizzare e avrai solo una comprensione superficiale di quale risorsa desideri estrarre.

Fortunatamente, per la potenza di elaborazione / potenza di hash, siti Web come CryptoCompare dispongono di una serie di strumenti che puoi utilizzare per calcolare la redditività di diversi tassi di hash. Quello che puoi fare quindi è incrociare questo con il tipo di piani tariffari offerti da GCM.

Per il momento, questo consiste in:

  • Gold (piano Starter) che costa $ 181 [per ora] per 1,5 Terahash al secondo (TH / s)
  • Platino, che è un enorme aumento del costo a $ 3.036. Ma questo è perché fornisce agli utenti 25 TH / s.

Di per sé, matematicamente, sembra un po ‘una falsa economia. Ma questo enorme aumento di prezzo dà l’impressione che questo sia il tipo di piano di cui gli utenti avranno bisogno per avere successo nel mining.

  • Il piano Diamond è il prossimo della lista e costa $ 5.365 per ora e fornisce agli utenti 44 TH / s.

In alternativa, potresti decidere un diverso tipo di volume di hashing insieme a un piano personalizzato. Ciò ti consente di ottenere una quantità prestabilita di TH / s che meglio si adatta al tuo budget.

Prima di immergerti in questo a capofitto e scegliere un piano, ci sono alcune questioni che devi considerare. Il primo è se il piano che scegli sarà redditizio per te.

Il secondo è che dovresti leggere la stampa fine. Questo punto è perché se decidi di iniziare a utilizzare il cloud mining, devi firmare un termine di impegno di 18 mesi. Ecco una recensione video di Genesis Mining e di come funzionano:

Le limitazioni

Per quanto Genesis Cloud Mining ammette, ci sono variabili al di fuori del suo controllo, che possono intaccare i tuoi profitti lavorando con esso.

“Le uscite minerarie giornaliere sono variabili e sono determinate da due fattori: la difficoltà di estrazione e la tecnologia utilizzata per l’estrazione. Sebbene il primo fattore sia imprevedibile e non possiamo controllarlo, implementiamo sempre una tecnologia di mining all’avanguardia e facciamo del nostro meglio per mantenere i nostri data center in funzione al massimo delle loro capacità. “

Sebbene faccia uso di alcune tecnologie di fascia alta (con un’interessante applicazione di energia geotermica rinnovabile come fonte di energia), non c’è nulla che i singoli utenti o le aziende possano fare per modificare il tasso di difficoltà durante l’estrazione.

Ma un fattore importante da tenere in considerazione è che nell’attuale clima di crypto trading – al momento non è redditizio partecipare al mining.

Non possiamo assolutamente ignorare il tipo di costi generali che sistemi come Genesis rendono obsoleti. Ma anche con questo in mente – dando un’occhiata al tipo di entrate annuali che puoi ottenere da 25-44 TH / s, anche tenendo conto dei costi di manutenzione, otterrai un reddito annuale da $ 1.474 a $ 2.590.

Con questo in mente, saresti effettivamente in un patrimonio netto negativo in questo momento. Ma questo dipende dal fatto che Genesis ha aumentato le sue tasse? Affatto. La realtà è che le criptovalute hanno subito tendenze al ribasso del prezzo, rendendo non redditizio estrarle per il momento.

Ma, così come i livelli di difficoltà nel mining possono variare, così fa anche il prezzo. E quando gli utenti si dedicano al mining, non si tratta di obiettivi a breve termine, ma di investimenti a lungo termine.

Continueremo ad aggiornare questa recensione di Genesis Mining in quanto l’interesse aumenterà sicuramente visto l’halving del bitcoin 2020 all’orizzonte.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
Adblock
detector
map