Michael Albanese, CEO di Tradewind Markets – Serie di interviste

Michael Albanese è l’amministratore delegato di Mercati Tradewind. Con oltre 20 anni nel settore, Michael ha ricoperto in precedenza diverse posizioni di leadership presso JP Morgan, tra cui Global Head of Agency Collateral Management, Global Head of Securities Clearance e Head of Japan Trustee business, consentendo a banche, broker-dealer, asset manager, società , e gli assicuratori per gestire efficacemente i contratti di riacquisto incrociato delle garanzie, i prestiti di titoli e le negoziazioni di derivati. Michael ha esperienza nell’infrastruttura di mercato nei mercati mobiliari, nell’intermediazione online e nella leadership di aziende complesse.

Tradewind Markets ha costruito una piattaforma digitale per i metalli preziosi; facilitano il commercio, la gestione della catena di approvvigionamento, il regolamento e la custodia di queste risorse.

Potresti condividere con noi la storia della genesi di Tradewind Markets e come è stato creato da IEX nel 2016?

Tradewind Markets è stata lanciata come azienda attraverso il Borsa degli investitori (IEX), l’unico exchange che allinea gli interessi dell’intero ecosistema del trading, dagli investitori ai broker alle società pubbliche. Tradewind è nato come concept con la missione di migliorare il funzionamento del mercato dei metalli preziosi e da cui ha rapidamente attirato l’interesse degli investitori Sprott, un gestore degli investimenti globale specializzato in metalli preziosi e investimenti in beni reali. Supportato da azionisti interessati a migliorare i mercati e dotato di un forte team di dipendenti, Tradewind ha deciso di creare la tecnologia che consente il controllo digitale del metallo fisico.

Nel 2018, Tradewind ha creato VaultChain ™ Gold and Silver come un modo per rendere più facile, più conveniente e più sicuro acquistare, vendere, custodire, regolare e possedere metalli preziosi digitalmente. L’oro o l’argento acquistati tramite VaultChain ™ sono detenuti presso la Royal Canadian Mint con un chiaro titolo di proprietà riportato sul registro distribuito. Acquirenti e venditori di metalli preziosi possono acquistare questi beni tramite una rete di rivenditori Tradewind.

I nostri rapporti di fondazione con IEX, Sprott e molti dei nostri azionisti ci hanno aiutato a migliorare notevolmente il modo in cui opera il mercato dei metalli. Continuiamo ad aiutare tutti i segmenti dell’ecosistema dei metalli preziosi – produttori, banche, rivenditori, raffinerie e investitori – a trarre vantaggio da un mercato più sicuro ed efficiente in termini di costi.

Hai avuto una carriera fenomenale, tra cui, più recentemente, quella di Global Head of Agency Collateral Management presso J.P. Morgan. Di cosa si trattava Tradewind Markets che ti ha spinto a entrare a far parte del CEO?

Durante la mia carriera nel settore bancario, mi sono concentrato sui mercati dei titoli e sulla gestione delle garanzie, gestendo attività che consentivano di negoziare, regolare, prendere in prestito e prestato titoli a livello globale, indipendentemente dalla posizione fisica di questi titoli. Istituzioni come banche e gestori patrimoniali sono stati in grado di utilizzare questi titoli come garanzia a fini di finanziamento senza spostarli fisicamente, il che a sua volta ha contribuito a finanziare la loro attività, raggiungere un regolamento commerciale sicuro e trasferire il valore attraverso le aree geografiche.

Quando ho esaminato altre classi di attività, mi sono reso conto che ci sono lezioni che i mercati dei metalli possono imparare dal mercato dei titoli, sia dai successi che dai fallimenti. L’infrastruttura del mercato dei metalli preziosi è antiquata e troppo dipendente dal movimento fisico per regolare le negoziazioni e trasferire il valore. Il regolamento spesso richiede la spedizione di metallo fisico e i centri commerciali globali richiedono diversi formati di oro per completare le negoziazioni. Il mercato dei metalli manca di un meccanismo centrale per l’approvvigionamento, il mantenimento di registri di proprietà immutabili e la mobilitazione del metallo come garanzia quando necessario. Il risultato è un mezzo più costoso e meno sicuro per negoziare, regolare e distribuire il metallo come garanzia.

Ad esempio, l’oro ha un enorme potenziale per funzionare come un bene collaterale efficace. Ma a causa della sua mancanza di trasparenza dei prezzi, l’oro non si qualifica come un asset liquido di alta qualità (HQLA), il che rende costoso per alcune istituzioni possedere oro e preclude ad altri investitori istituzionali di possederlo. Dati migliori, maggiore trasparenza dei prezzi e registrazioni sicure della proprietà aiutano l’oro a diventare un investimento e una garanzia collaterale più accettabili.

La buona notizia è che esiste un progetto che ha aiutato i mercati dei titoli a migliorare nel corso degli anni e non c’è motivo per cui non possiamo applicarlo ai mercati dell’oro nell’immediato termine.

Quali sono i vantaggi per gli investitori di avere le materie prime digitalizzate?

In realtà è abbastanza facile digitalizzare le risorse in questi giorni. Il vero valore deriva dalla combinazione della digitalizzazione con costrutti legali, dati e certezza di proprietà che danno conforto alle controparti. Digitalizzando una risorsa, garantendo un record di proprietà immutabile e aumentando la trasparenza dei prezzi, il mercato ottiene numerosi vantaggi.

Questi vantaggi includono:


  • Maggiore certezza di insediamento eliminando la necessità che l’oro sia fisicamente trasportato attraverso i confini, fuso in diversi formati e consegnato a specifici caveau fisici. In effetti, nel marzo di quest’anno, poiché le raffinerie e le compagnie aeree hanno ridotto le operazioni a causa di COVID-19, il regolamento di alcuni contratti era tutt’altro che certo.
  • Costi di finanziamento ridotti in quanto l’oro viene accettato come garanzia. Banche, broker e gestori patrimoniali possono prendere più facilmente prestiti a fronte delle loro posizioni, proprio come fanno nei mercati dei pronti contro termine e del finanziamento di titoli dal lato dei titoli. In effetti, in molti casi l’oro è già ammissibile come garanzia per alcune operazioni in derivati. Ma poiché fino ad ora è stato operativamente difficile da distribuire, l’oro è sottoutilizzato in questi traffici. La digitalizzazione può cambiare la situazione.
  • Maggiori opportunità per le istituzioni di possedere oro. Aumentando la trasparenza dei prezzi e la certezza del regolamento, l’oro può diventare un investimento ammissibile per compagnie di assicurazione e OICVM europei che oggi non sono autorizzati a possedere oro.
  • Costo inferiore, poiché i centri di negoziazione e copertura dell’oro diventano più interoperabili a livello globale. Lo abbiamo visto nei mercati mobiliari europei, ma questo livello di interoperabilità ha, fino ad ora, completamente aggirato i mercati dell’oro.
  • Tendenze dell’oro e dati sui prezzi trasparenti e regolarmente accessibili.

Sei un grande sostenitore dell’oro etico, in che modo Tradewind Markets si procura il suo oro in modo responsabile e come viene utilizzata la blockchain per monitorare la sua catena di approvvigionamento?

Sebbene vi sia una forte domanda di trasparenza all’interno della catena di approvvigionamento dei metalli, 63% dei gestori di fondi citano la “mancanza di dati di qualità e coerenti sulla sostenibilità” come il loro più grande ostacolo agli investimenti in ambito ambientale, sociale e di corporate governance (ESG). Tradewind ha affrontato questo problema con ORIGINS, una soluzione di tracciabilità della catena di approvvigionamento che aiuta le aziende ad aderire ai principi dell’estrazione d’oro responsabile del World Gold Council fornendo informazioni dettagliate sulla catena di approvvigionamento sull’origine del suo oro e argento. Fornendo dati sulla provenienza, inclusa l’ubicazione della miniera, le date di spedizione e un elenco di certificazioni o standard a cui la fonte è conforme, i partecipanti al mercato possono acquistare e vendere metalli preziosi da fonti attendibili e autenticare la provenienza del materiale lungo tutta la catena di approvvigionamento.

Attualmente vengono offerti oro e argento, ci sono piani per offrire palladio, platino o altre materie prime in futuro?

Senza dubbio, ci sono diverse opportunità per digitalizzare le materie prime oltre l’oro. Offriamo già argento in forma digitale e valutiamo attivamente altri mercati di materie prime.

Il nostro approccio è stato quello di concentrare il nostro tempo sulla risoluzione dei problemi più urgenti delle infrastrutture di mercato – e questo significa oro per ora. Piuttosto che aspettare di ottenere un consenso completo del settore su quando, come e con quale ritmo risolvere il problema, abbiamo iniziato con un sottoinsieme significativo di partecipanti al mercato. Il progetto che ha aiutato i mercati dei titoli e dei derivati ​​a migliorare negli ultimi dieci anni può essere applicato all’oro e non è necessario che i benefici richiedano anni per essere raggiunti.

Hai parlato di come COVID-19 ha messo in mostra i problemi del settore con l’attuale sistema legacy. Quali sono alcuni di questi problemi e quali sono alcune delle soluzioni?

La pandemia ha certamente messo in luce grosse crepe nelle infrastrutture del mercato dell’oro.

Londra è un grande centro per il commercio dell’oro, mentre New York è un centro per la copertura di tali operazioni. A marzo, a causa delle oscillazioni dei prezzi del COVID-19, è diventato necessario che le controparti regolassero le loro negoziazioni sui futures di New York. Tuttavia, il mercato di New York richiede oro in formati molto specifici, diversi da quelli tipicamente scambiati a Londra o Shanghai. Quindi, per regolare le negoziazioni, le controparti dovevano affinare i lingotti d’oro, spedirli a New York e portarli nelle casseforti giuste entro la scadenza del regolamento. Come accennato in precedenza, questo processo è stato reso più difficile poiché le compagnie aeree hanno ridotto i voli e le raffinerie hanno rallentato le operazioni durante la pandemia.

Il prezzo dell’oro a New York è aumentato rispetto all’oro comparabile a Londra, causando perdite di copertura data l’incertezza del regolamento. Chiaramente, ora è il momento di ripensare a come l’oro in diversi centri di trading può essere distribuito indipendentemente dalla posizione fisica, dal formato e dal fuso orario.

Potresti discutere le diverse opzioni di metalli preziosi che vengono offerte agli investitori?

Poiché il mercato dei metalli preziosi è fisicamente esigente, i processi digitali in realtà aprono il numero di opzioni disponibili per gli investitori oggi. In precedenza, gli investitori avrebbero dovuto acquistare oro e conservarlo in un luogo sicuro. Oggi gli investitori possono acquistare oro in modo digitale, frazionato e sfruttare i loro metalli per guadagnare un rendimento.

Attualmente, il mercato dei metalli è frammentato e manca di registri centrali di proprietà, il che rende difficile prendere in prestito, prestare e impiegare l’oro come garanzia. VaultChain ™ di Tradewind, il nostro primo prodotto digitale in oro e argento, consente agli investitori di acquistare e possedere oro in modo digitale utilizzando record digitali. Questo metodo di proprietà elimina la necessità di deposito personale, sicurezza, assicurazione, trasporto e custodia dell’oro e si affida invece a un’istituzione, nel nostro caso, la Royal Canadian Mint, per questi processi.

VaultChain ™ Gold offre inoltre agli investitori la possibilità di acquistare oro in quantità frazionarie inferiori a un’oncia, l’unità standard per l’oro. Consentire agli investitori di acquistare incrementi più esatti di oro consente al mercato dei metalli preziosi di funzionare in modo più simile al mercato dei titoli.

Alcune aziende hanno creato i cosiddetti gettoni d’oro: asset digitali supportati da oro fisico che mirano ad ancorare i prezzi al valore di mercato dell’oro.

Poiché ogni metodo è sempre più digitale, gli investitori hanno la possibilità di accedere ai dati della catena di approvvigionamento a cui non potevano accedere in precedenza, come informazioni sull’approvvigionamento, miniere specifiche, posizione geografica e modelli di governo ESG a cui aderisce la miniera. È possibile accedere a queste informazioni tramite ORIGINS di Tradewind, una soluzione di tracciabilità della catena di approvvigionamento.

I clienti possono accettare la consegna fisica dell’oro e ci sono restrizioni geografiche per questo?

I clienti di Tradewind possono richiedere la consegna fisica dell’oro tramite i loro rivenditori autorizzati, in modo simile a come gli investitori possono richiedere varie forme di titoli tramite i broker. La proprietà dell’oro digitale consente inoltre agli investitori di avere gli stessi vantaggi dell’investimento in oro fisico, inclusa l’acquisizione fisica del metallo. Questa è una caratteristica che probabilmente piacerà alle controparti che potrebbero aver bisogno di dimostrare la capacità di impossessarsi fisicamente delle proprie attività.

C’è qualcos’altro che vorresti condividere su Tradewind Markets?  

Il mercato dei metalli preziosi è maturo per il cambiamento e abbiamo un progetto esistente che ci guida lì. Non abbiamo bisogno di aspettare il consenso del mercato quando oggi esiste la tecnologia giusta. In Tradewind, abbiamo piani audaci, ma pragmatici e realizzabili, per fornire ai mercati dell’oro l’infrastruttura necessaria per renderli più sicuri, resilienti ed economici.

Grazie per la fantastica intervista, i lettori che desiderano saperne di più dovrebbero visitare Mercati Tradewind.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
Adblock
detector
map