La SEC richiede una prova, ammende il prestito di sale, emette una lettera di divieto di azione e trionfa su Kik

Molti hanno paragonato il mondo della blockchain e delle criptovalute al “selvaggio west”. La Securities and Exchange Commission (SEC), tuttavia, sta facendo del suo meglio per civilizzare il settore coinvolgendo tutti. Sebbene l’organismo di regolamentazione sia spesso denigrato per le sue posizioni nei confronti di molte risorse digitali, svolge un ruolo importante nel sostenere la responsabilità tra i partecipanti al mercato.

La scorsa settimana è stata impegnativa per SEC e blockchain. La SEC ha vinto la causa contro Kik, ha emesso chiarimenti per servizi ATS non detentivi, multato Salt e ha presentato una denuncia contro un cittadino svedese per promozione e vendita di titoli non registrati.

La SEC trionfa su Kik

In una battaglia giudiziaria in corso, derivante da una ICO tenuta nel 2017 da Kik, Le accuse di violazione dei titoli della SEC sono state rivendicate. L’attesissima sentenza del presidente del giudice distrettuale degli Stati Uniti, Alvin Kellerstein, ha visto la corte regola a favore della SEC.

Circa $ 55 milioni dei $ 100 milioni raccolti durante l’ICO di Kik provenivano da investitori statunitensi, successivamente l’evento è caduto sotto la competenza della SEC. La SEC ritiene che il “test di Howey” si applichi a Kik ICO, con il risultato che i token vengono considerati titoli. Con la SEC che sta emergendo vittoriosa, nelle prossime settimane sarà probabilmente raggiunto un accordo.

Mentre molte aziende sono state prese di mira dalla SEC per violazioni del regolamento sui titoli, l’app di messaggistica Kik è una delle poche ad aver reagito. Il risultato è stato una battaglia giudiziaria iniziata nel 2019.

Questa decisione contro Kik rappresenta la seconda vittoria di alto profilo in tribunale da parte della SEC quest’anno, contro i precedenti ICO. Il primo è stato un caso storico contro Telegram, di cui abbiamo già parlato QUI.

Lettera di divieto di azione

Non tutte le azioni intraprese dalla SEC sono di natura punitiva. In questo caso, la SEC ha fornito chiarimenti scritti all’Autorità di regolamentazione del settore finanziario (FINRA) in merito al ruolo non detentivo del sistema di scambio alternativo (ATS) nel regolamento delle negoziazioni di titoli di asset digitali. La lettera è un chiarimento del Dichiarazione congiunta del personale sulla custodia di titoli di asset digitali da parte dell’intermediario e del commerciante emesso dalla SEC l’8 luglio 2019.

I broker-dealer che stanno cercando di gestire un ATS hanno reso noto che desiderano seguire un “processo in tre fasi” in contrasto con il “processo in quattro fasi” per il servizio non di custodia degli ordini di abbinamento di acquirenti e venditori; affermano che il processo in quattro fasi “aumenta i rischi operativi e di regolamento”. La SEC non ha raccomandato alcuna azione esecutiva nei confronti dei broker-dealer ATS che utilizzano il processo in tre fasi, purché venga soddisfatto anche quanto segue:

  1. L’operatore broker-dealer mantiene un capitale netto minimo di $ 250.000;
  2. Gli accordi tra l’operatore del broker-dealer ei suoi clienti stabiliscono chiaramente che l’operatore del broker-dealer non garantisce né è altrimenti responsabile del regolamento delle operazioni;
  3. L’operatore broker-dealer ha stabilito e mantiene procedure ragionevolmente progettate per valutare se un titolo di asset digitale è stato offerto e venduto inizialmente in base a un’efficace dichiarazione di registrazione o un’esenzione disponibile dalla registrazione, e se eventuali transazioni secondarie del titolo di asset digitali su o attraverso l’ATS è emesso in base a una dichiarazione di registrazione effettiva o ad una esenzione dalla registrazione disponibile;
  4. Le transazioni in titoli di asset digitali sono altrimenti conformi alle leggi federali sui titoli.

Con il settore dei titoli digitali in rapida crescita, questo è un gradito chiarimento da parte della SEC.

Sale multato da SEC

Popolare piattaforma di prestito basata su blockchain sale è stato valutato dalla SEC per il suo ICO del 2017 ed è stato determinato che si sono verificate varie violazioni dei titoli.

In un tema ricorrente tra le ICO completate nel 2017, il cuore delle presunte violazioni deriva dalle comunicazioni tra Salt e gli investitori. Più specificamente, Salt ha indicato che gli investitori potrebbero aspettarsi di trarre profitto dal loro investimento.


“… Salt Tokens sono stati offerti e venduti come contratti di investimento, e quindi titoli, in base al test stabilito in SEC v. WJ Howey Co., 328 US 293 (1946) e casi successivi che discutevano di quel test … Un acquirente nell’offerta di Salt Tokens avrebbe avuto una ragionevole aspettativa di ottenere un profitto futuro basato sugli sforzi di Salt, incluso lo sviluppo dell’attività di prestito da parte di Salt utilizzando i proventi della vendita di Salt Tokens. “

 “Salt ha violato le sezioni 5 (a) e 5 (c) del Securities Act offrendo e vendendo questi titoli senza avere una dichiarazione di registrazione presentata o in vigore presso la Commissione o qualificandosi per un’esenzione dalla registrazione presso la Commissione. “

Di conseguenza, la SEC ha imposto varie multe e passaggi per il futuro di Salt, di seguito solo alcuni esempi di questi.

  • $ 250.000 di sanzione civile
  • I token SALT devono essere registrati come titoli
  • Offri ai partecipanti ICO rimborsi sui loro investimenti

Prima del rilascio di questi risultati da parte della SEC, Salt ha presentato una “Offerta di insediamento”. In quanto tale, ci si aspetta che Salt aderisca a queste imposizioni, mettendo questa saga nello specchietto retrovisore.

Sembrerebbe che la conclusione di questa saga sia stata un gradito sviluppo da parte degli investitori, poiché sia ​​la capitalizzazione di mercato che il prezzo dei token SALT sono saliti alle stelle nelle ore successive all’annuncio.

La SEC richiede una prova, ammende il prestito di sale, emette una lettera di divieto di azione e trionfa su Kik

Frode svedese

In un caso che è solo all’inizio, il La SEC ha appena presentato istanza presso la Corte distrettuale orientale di New York, per ritenere Roger Nils-Jonas Karlsson responsabile per azioni passate di offerta e vendita di titoli non registrati agli investitori, nonché per appropriazione indebita di una grossa fetta di tali fondi. La SEC ha descritto il caso come “una massiccia offerta globale di frode online rivolta a migliaia di investitori al dettaglio”.

Karlsson ha frodato migliaia di investitori per un valore di circa 3,5 milioni di dollari di risorse digitali. I partecipanti credevano di investire in una società ad alto potenziale chiamata Eastern Metal Securities (EMS). Non solo Karlsson ha promesso ritorni sugli investimenti non realistici, ma si è anche appropriato di fondi, acquistando proprietà immobiliari personali in paesi come la Thailandia.

Nella sua dichiarazione, la SEC spera che Karlsson sia ritenuto responsabile attraverso un processo con giuria.

Securities and Exchange Commission

La SEC è un organismo di regolamentazione con sede negli Stati Uniti. Ha il compito di garantire mercati dei capitali equi e trasparenti, attraverso la creazione e l’applicazione di regolamenti basati sui titoli.

Il presidente, Jay Clayton, attualmente sovrintende alle operazioni dell’azienda.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
Adblock
detector
map