Come acquistare azioni – Una guida passo passo per investire nel mercato azionario

Investire in azioni è il modo più accessibile per la persona media di partecipare alla crescita dell’economia. Per oltre 100 anni, il mercato azionario ha sovraperformato altre classi di attività come obbligazioni, materie prime e immobili. Sì, ci sono migliaia di azioni disponibili per gli investitori e investire può essere complicato, ma in realtà non deve esserlo. Esistono modi molto semplici per investire e puoi iniziare con relativamente poco capitale. Se trovi scoraggiante l’idea di acquistare azioni, il seguente processo passo passo ti aiuterà a iniziare.

1. Decidi la tua strategia di investimento

Il tuo primo passo è decidere una strategia di investimento, poiché questo ti aiuterà a decidere il miglior broker per le tue esigenze. Se prevedi di utilizzare un approccio hands-off come buy and hold, passivo o value investing, farai pochissime operazioni, quindi la commissione che paghi non avrà un grande impatto sul tuo account. Inoltre non avrai bisogno di una piattaforma molto sofisticata per eseguire operazioni, sebbene l’accesso ad alcune ricerche potrebbe essere utile.

D’altra parte, se prevedi di adottare uno stile di investimento pratico, come lo slancio o l’investimento in crescita, farai trading più spesso e le tue commissioni di trading si sommeranno. Quindi, il tasso di commissione sarà un fattore importante nella scelta di un broker. Potrebbe anche essere necessaria una piattaforma con più funzionalità e l’accesso a ricerche aggiornate.

È anche importante fare una distinzione tra investimento e trading. Se stai investendo, sei preoccupato del valore di un’azione, se il valore aumenterà e quanto il prezzo delle azioni differisce dal suo valore. Il tuo periodo di tempo sarà in genere da uno a cinque anni e non reagirai ai movimenti dei prezzi a breve termine.

Il trading riguarda il breve termine, la domanda e l’offerta e l’azione dei prezzi. I trader hanno tempi molto più brevi, che vanno da pochi minuti a mesi. I trader utilizzano spesso la leva finanziaria anche per migliorare i propri rendimenti.

Il trading può essere molto redditizio ma comporta più rischi e richiede molto più tempo. Se prevedi di fare trading attivamente, potresti scegliere un broker che ti dia accesso a un conto a margine o anche a derivati.

2. Scegli un broker

Per acquistare azioni di una società quotata, avrai bisogno di un account con un agente di cambio. A rigor di termini, è possibile acquistare azioni in altri modi, ma è molto più semplice con un conto di trading presso un broker. Gli agenti di cambio sono società che sono membri di borse e sono responsabili dell’invio del tuo ordine di acquisto alla borsa dove verrà abbinato a un ordine di vendita di un cliente di un altro broker. Gli agenti di cambio sono anche responsabili del regolamento del commercio dopo che è stato abbinato.

Al giorno d’oggi, i broker online sono quasi sempre la strada da percorrere. Le commissioni sono più basse e in alcuni casi gratuite e le piattaforme di trading online ti danno molto controllo sui tuoi ordini. Se sei disposto a pagare di più, puoi aprire un conto con un broker a servizio completo, permettendoti di effettuare ordini per telefono e chiedere consiglio.

Diversi broker offrono anche account senza commissioni ora, anche se potrebbe essere necessario pagare altre commissioni per mantenere l’account.

Quando scegli un broker, dovrai considerare le commissioni e altre commissioni, la piattaforma, gli strumenti e le ricerche che offrono e il livello di supporto che puoi aspettarti. Prova a trovare alcune recensioni indipendenti su ciascun broker per scoprire quali sono i loro punti di forza e di debolezza. Dovresti quindi essere in grado di prendere una decisione sul broker giusto per le tue esigenze.

Un broker che consigliamo è Firstrade.

Come acquistare azioni - Una guida passo passo per investire nel mercato azionario Come acquistare azioni - Una guida passo passo per investire nel mercato azionario Come acquistare azioni - Una guida passo passo per investire nel mercato azionario
★★★★★ ★★★★★ Recensione di Firstrade

I rating di Securities.io sono determinati dalla nostra redazione. La formula di punteggio per i broker di borsa tiene conto di dozzine di fattori, tra cui commissioni e minimi del conto, piattaforme di trading, assistenza clienti, organismi di regolamentazione e opzioni di investimento.

★★★★★ ★★★★★ M1 Finance Review

I rating di Securities.io sono determinati dalla nostra redazione. La formula di punteggio per i broker di borsa tiene conto di dozzine di fattori, tra cui commissioni e minimi del conto, piattaforme di trading, assistenza clienti, organismi di regolamentazione e opzioni di investimento.

★★★★★ ★★★★★ Recensione di Public.com

I rating di Securities.io sono determinati dalla nostra redazione. La formula di punteggio per i broker di borsa tiene conto di dozzine di fattori, tra cui commissioni e minimi del conto, piattaforme di trading, assistenza clienti, organismi di regolamentazione e opzioni di investimento.

Commissioni

Zero commissioni

Commissioni

Zero commissioni

Commissioni

Zero commissioni

Conto minimo

Nessuna

Conto minimo

$ 100

Conto minimo

Nessuna

Promozioni

Scorte gratuite *

*Guarda il sito web per dettagli.

Promozioni

Nessuna

Promozione

Nessuna

3. Apri e finanzia il tuo account

Dopo aver scelto un agente di cambio, dovrai aprire un conto. La maggior parte dei broker lo rende il più semplice possibile. Dovrai fornire alcuni dettagli personali e alcuni documenti per dimostrare che sei chi dici di essere. L’intero processo non dovrebbe richiedere più di pochi minuti.

Una volta che il tuo account è stato verificato e approvato, sarai in grado di finanziarlo. Un bonifico bancario è in genere il modo più veloce per ottenere denaro nel tuo conto di trading, ma puoi anche finanziare il tuo conto tramite assegno.

4. Impara come utilizzare la piattaforma di trading

In genere, un broker online ti consentirà di aprire un conto demo. Questo è un conto con denaro fittizio al suo interno, ma con accesso a prezzi in tempo reale e tutti gli stessi strumenti di un conto reale.

Il motivo principale per i conti demo è che i trader attivi praticano il trading, noto anche come trading cartaceo. Questo è più rilevante per i trader a breve termine che per gli investitori, ma ti dà anche l’opportunità di conoscere la piattaforma. Puoi esercitarti a inserire ordini, impostare una watchlist e scoprire quali strumenti potresti voler utilizzare in futuro.

Quando inserisci “ordini di prova”, è importante assicurarti di aver effettivamente effettuato l’accesso al tuo account demo e non al tuo account live.

Prima di iniziare, vale la pena conoscere i seguenti termini che appariranno spesso:

  • Offerta: un’offerta è un ordine di acquisto di azioni.
  • Prezzo di offerta – Il prezzo dell’offerta più alta è il prezzo di offerta di mercato.
  • Offerta: un ordine di vendita di un’azione è un’offerta. Il prezzo di un’offerta è il prezzo richiesto.
  • Ask Price – Il prezzo della domanda / offerta più bassa è il prezzo ask di mercato.
  • Spread: lo spread è la differenza tra l’offerta di mercato e il prezzo di domanda, noto anche come “spread bid-offer”. Il prezzo denaro e lettera sono noti anche come “doppio”.
  • Ordine di mercato – Un ordine di mercato viene eseguito immediatamente al prezzo di mercato corrente. Un ordine di acquisto a mercato verrà eseguito al prezzo di vendita, mentre un ordine di vendita a mercato verrà eseguito al prezzo di offerta.
  • Ordine limite: un ordine limite è un ordine di acquisto o vendita di un’azione a un prezzo o limite specifico. Gli ordini limite vengono eseguiti solo quando viene immesso sul mercato un ordine corrispondente al prezzo limite.
  • Ordine stop loss – Un ordine stop loss viene eseguito se il prezzo supera un livello di soglia. Se acquisti un’azione puoi inserire un ordine stop loss per vendere se il prezzo scende al di sotto di un certo prezzo. Questo viene fatto per limitare le perdite.
  • GTC – Gli ordini validi fino all’annullamento rimangono sul mercato fino a quando non vengono annullati.
  • GFD – Gli ordini validi per il giorno rimangono sul mercato per il resto della giornata di negoziazione.
  • FOK – Gli ordini di completamento o di uccisione vengono annullati automaticamente se non vengono eseguiti immediatamente.

5. Creare un elenco di titoli azionari

Una watchlist è un elenco di azioni o altri titoli, insieme ai loro prezzi, sia prezzi in tempo reale che prezzi di chiusura giornalieri. Tutti i broker online ti danno la possibilità di impostare una watchlist. Oltre al prezzo, puoi aggiungere altre colonne come volume, prezzo di offerta, prezzo di domanda e variazione percentuale giornaliera del prezzo alla tua lista di controllo.

Dovresti anche aggiungere alcuni indici alla tua watchlist in modo da poter confrontare la performance di ogni azione con la performance del mercato generale. Gli indici importanti da tenere d’occhio sono la S&P 500 e il Nasdaq 100. Se non puoi aggiungere l’indice stesso alla tua watchlist, puoi invece aggiungere un ETF che replica l’indice. L’esibizione dello SPY (S.&P 500) e gli ETF QQQ (Nasdaq 100) saranno quasi identici agli indici che replicano.

Le azioni sulla tua lista di controllo sono quelle che monitorerai e imparerai di più, ma non necessariamente acquisterai. Inizia con le aziende che ti piacciono e ammiri, perché queste sono le aziende di cui probabilmente conosci un po ‘.

Una volta che hai una manciata di azioni su una watchlist, puoi iniziare a confrontare le loro prestazioni con il mercato. Dovresti anche iniziare a imparare di più sulle aziende e su come stanno andando bene. Scopri se le loro entrate stanno crescendo e quanto sono redditizie rispetto ad aziende simili. Mentre fai questa ricerca, probabilmente ti imbatterai in altri titoli che vale la pena indagare e puoi aggiungerli anche alla tua lista.

Se non sei sicuro di scegliere singole azioni, potresti prendere in considerazione gli ETF. Un ETF, o exchange traded fund, è un paniere di azioni che possono essere negoziate proprio come un’azione. Puoi imparare tutto ciò che devi sapere su di loro dalla nostra serie di articoli approfonditi sugli ETF.

6. Decidi quanto allocare a ciascuna azione

Gli investitori vengono ricompensati per l’assunzione di rischi, ma tale rischio deve essere gestito. Indipendentemente da quante ricerche fai, non puoi mai essere sicuro del futuro. Il passo più importante che puoi compiere per gestire il rischio è assicurarti che un cattivo investimento non cancelli il tuo portafoglio. Diversificare i tuoi investimenti in un portafoglio di azioni equivale a assicurarti di non avere tutte le uova nello stesso paniere.

Ci sono due regole pratiche che puoi usare per decidere quanto del tuo portafoglio allocare a ciascuna azione. Il primo è che un portafoglio adeguatamente diversificato dovrebbe contenere almeno 15-20 titoli. Ciò significa che non dovresti investire più del 6,7% del tuo account in ciascuna azione.

La seconda regola pratica è che non dovresti rischiare più del 2% su ogni azione. Ciò implica che se sei pronto a perdere fino al 20% del valore di una singola azione, dovresti limitare tale azione al 10% del tuo portafoglio (il 20% del 10% arriva al 2% del portafoglio). Questo approccio è più appropriato per i trader attivi che utilizzano gli stop loss.

Per ridurre ulteriormente il rischio, dovresti distribuire i tuoi investimenti in pochi settori diversi. Le azioni in ogni settore tendono ad essere altamente correlate, quindi il rischio è maggiore se tutte le azioni provengono dallo stesso settore. Un modo ancora più semplice per diversificare è investire la maggior parte del tuo portafoglio in un ETF. In questo modo distribuirai il tuo rischio su tutto il mercato. Puoi comunque mantenere dal 20 al 40% del tuo account per le singole azioni che desideri veramente possedere e investire il resto in un ETF.

7. Decidi quali azioni comprerai e quando le comprerai

A questo punto dovresti avere una buona idea delle azioni che vuoi possedere o che potresti voler possedere in futuro. Piuttosto che affrettarti ad acquistare queste azioni, dovresti formulare un piano. Il tuo piano dovrebbe essere basato sui motivi per cui hai acquistato le azioni e sul tuo orizzonte temporale.

In termini molto generali, ci sono tre approcci che potresti usare:

  • Investimenti a lungo termine in azioni blue chip

Le azioni blue chips sono le azioni di società di altissima qualità con una lunga esperienza e guadagni relativamente prevedibili. Di solito sono leader nei loro settori con un netto vantaggio competitivo. I prezzi di queste azioni in genere non si apprezzano molto ogni anno, ma aumentano costantemente nel lungo termine. L’acquisto di azioni blue chip dovrebbe essere un impegno a lungo termine di 10 anni o più.

Se stai acquistando azioni blue chip per mantenerle a lungo, c’è poco da guadagnare cercando di cronometrare la tua entrata. Se non desideri acquistarli in una volta sola, potresti scaglionare i tuoi acquisti nell’arco di alcuni mesi, ma alla fine il tuo obiettivo è quello di possedere le azioni per un lungo periodo e non ha senso pensare troppo al prezzo di entrata.

  • Acquisto di titoli growth e titoli con slancio

I titoli che tendono ad apprezzarsi maggiormente nei periodi più brevi sono quelli delle società in rapida crescita. Spesso, lo slancio dei prezzi da solo attirerà più acquirenti facendo sì che lo slancio continui. L’acquisto di questo tipo di azioni richiede un approccio più pratico poiché è improbabile che lo slancio continui per sempre. Se il prezzo è troppo alto, è improbabile che il rendimento a lungo termine sia molto buono e il prezzo delle azioni potrebbe diminuire notevolmente.

Se stai acquistando titoli in crescita e momentum, devi valutare la crescita degli utili dell’azienda, la valutazione e lo slancio dei prezzi delle azioni. Spesso, dovrai acquistare le azioni quando il prezzo è già in un trend rialzista. Se il prezzo smette di salire, dovrai prestare molta attenzione alla crescita e alla valutazione dell’azienda per decidere se rimarrai investito.

  • Acquistare dopo una correzione del prezzo delle azioni

Il momento migliore per acquistare la maggior parte dei tipi di azioni è dopo un crollo del mercato o una brusca correzione. Questo è quando l’intero mercato sarà “una vendita”. Questo è il momento migliore per acquistare azioni di una società con un buon modello di business e un debito non eccessivo.

Le singole azioni possono anche offrire un’opportunità quando le loro azioni cadono in disgrazia tra gli investitori e il prezzo delle azioni diminuisce notevolmente. Ma non tutte le azioni si riprendono, quindi dovresti considerare attentamente le prospettive a lungo termine dell’azienda. È anche una buona idea aspettare che il prezzo si stabilizzi prima di acquistare: i prezzi possono scendere molto più di quanto potresti pensare.

Prima di acquistare effettivamente un’azione, dovresti anche decidere i criteri che utilizzerai per uscire dall’azione. Avere un piano prima di acquistare le azioni ti impedirà di prendere decisioni impulsive in seguito.

I tuoi criteri di uscita dovrebbero anche essere correlati ai motivi per cui hai acquistato le azioni in primo luogo. Se acquisti in base allo slancio del prezzo, potresti voler uscire se lo slancio si ferma. Tuttavia, se acquisti in base ai fondamentali dell’azienda, dovresti vendere solo se questi fondamentali cambiano, non a causa dell’azione dei prezzi.

8. Inserisci il tuo primo ordine di acquisto

Prima o poi un’azione soddisferà tutti i tuoi criteri di investimento e sarà il momento di fare il tuo primo investimento. La prima cosa da fare è calcolare il numero di azioni che acquisterete. Hai già deciso quanto allocare a ciascuna azione, quindi devi solo dividere tale importo per il prezzo dell’azione. Assicurati di dividere un importo in dollari per il prezzo in dollari e non per il prezzo in centesimi.

Prima di inserire il tuo ordine di acquisto, dovrai decidere se utilizzerai un ordine con limite o un ordine a mercato. Di solito, un ordine limite è più sicuro. Un ordine di mercato potrebbe comportare un pagamento eccessivo se lo spread denaro-lettera si allarga quando si immette l’ordine. Ma, se il mercato si muove molto velocemente, un ordine di mercato potrebbe essere più appropriato.

Scegli un prezzo ragionevole dato il range di trading degli ultimi giorni e per il giorno corrente. Questo sarà il prezzo limite per il tuo ordine. Nella maggior parte dei casi, il tuo limite sarà un prezzo che pensi abbia l’80% di possibilità di essere soddisfatto.

Un prezzo limite più alto ti darà maggiori possibilità che il tuo ordine venga evaso, ma inciderà sui tuoi profitti.

Un prezzo limite inferiore ti darà meno possibilità che l’ordine venga evaso e questo potrebbe comportare la necessità di pagare un prezzo ancora più alto. Tuttavia, se il tuo orizzonte temporale è breve e stai cercando di ottenere un rapido profitto, potresti dover puntare a un prezzo inferiore.

Ora che hai acquistato il tuo primo titolo, devi gestire la posizione secondo i criteri che hai utilizzato per acquistarlo. Potresti iniziare a dubitare della tua decisione se il prezzo delle azioni scende. Potresti anche essere tentato di vendere se il prezzo aumenta e ti ritrovi con un profitto. Ricordati di tenere a mente il tuo piano a lungo termine e di rispettarlo: il prezzo aumenterà o diminuirà ogni giorno, ma ciò non significa che devi agire.

Conclusione

Ora che hai acquistato la tua prima azione, puoi continuare ad aggiungere lentamente nuove azioni al tuo portafoglio. Tuttavia, non dovrebbe esserci fretta: investire è un gioco a lungo termine. Dovresti anche continuare a imparare e leggere il più possibile su investimenti e azioni. Inizia con ETF e azioni blue-chip e aggiungi azioni leggermente più rischiose in un secondo momento. Tieni a mente il tuo piano a lungo termine ed evita decisioni impulsive: il mercato premia gli investitori pazienti.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
Adblock
detector
map