Da una fetta di pizza ai biglietti aerei: l’evoluzione degli acquisti crittografici

Il white paper di Bitcoin, pubblicato nel 2008 con lo pseudonimo di Satoshi Nakamoto, ha gettato le basi per i pagamenti decentralizzati. Nel tempo, l’interesse per le valute decentralizzate e i sistemi di pagamento è cresciuto, così come il valore di Bitcoin.

Parallelamente all’aumento del valore di Bitcoin, sono emerse criptovalute alternative con una scalabilità notevolmente migliorata. Nuovi servizi, come le carte di debito crittografiche, consentono la perfetta integrazione dei pagamenti fiat nella criptoeconomia. Esaminiamo i passaggi che le criptovalute hanno intrapreso per diventare un sistema di pagamento globale.

Dal Dark Web alle consegne di pizza

A causa della natura pseudo-anonima dei pagamenti peer to peer, era inevitabile che uno dei primi casi d’uso di Bitcoin fosse l’agevolazione di transazioni losche. In quanto tale, la criptovaluta è stata presto scelta come opzione di pagamento principale per le varie offerte lecite e spesso illecite sul dark web.

Nient’altro che John McAffee, uno dei sostenitori più accesi di Bitcoin e serial runner per la presidenza degli Stati Uniti, ammette apertamente di aver pagato droghe, porno e prostitute con criptovaluta. Per Silk Road, uno dei più grandi mercati neri del dark web, si stima che la piattaforma abbia avuto un fatturato di circa 1,2 miliardi di dollari USA. Quando la piattaforma è stata chiusa nel 2013, le autorità hanno sequestrato circa 3 milioni di dollari di Bitcoin.

Tuttavia, i pagamenti Bitcoin non sono privati. Molti servizi blockchain, inclusi gli scambi da criptovaluta a fiat, devono rispettare i requisiti KYC / AML. Pertanto, le autorità possono collegare le transazioni di criptovaluta a un’identità in molti casi. Ciò qualifica le criptovalute come sistemi di pagamento legittimi.

Per quanto riguarda le transazioni legali, la Electronic Frontier Foundation e WikiLeaks hanno iniziato ad accettare Bitcoin per le donazioni già nel 2011. Inoltre, molti commercianti che operano legalmente hanno iniziato ad accettare Bitcoin e alcuni dei suoi vari Altcoin come opzioni di pagamento.

Il conseguente apprezzamento del prezzo di Bitcoin ha avuto la sua giusta dose di storie strane, dall’uomo che ha setacciato una discarica nel disperato tentativo di trovare il suo disco rigido contenente 7500 Bitcoin, alla leggendaria transazione della pizza. Nella transazione del 2010, un uomo della Florida (chi altro) ha pagato 10000 Bitcoin in cambio di due pizze di Papa John.

Questo evento, che è passato alla storia come il primo acquisto di Bitcoin, viene celebrato ogni anno il 22 maggio. All’ultimo Bitcoin Pizza Day, quei 10000 Bitcoin valgono circa 80 milioni di dollari USA.

Da 7 TPS a Blockchain scalabili

Con solo 7 transazioni al secondo, Bitcoin ha un throughput di transazione notoriamente basso. Poiché le transazioni sulla blockchain di Bitcoin competono per la capacità di transazione utilizzando le loro commissioni, ciò può portare a forti aumenti delle commissioni, specialmente durante i periodi di elevata domanda di transazioni.

Mentre le commissioni per una singola transazione sono state relativamente stabili negli ultimi tre mesi, oscillando intorno a $ 0,60, ci sono stati periodi di tempo in cui i proprietari di Bitcoin hanno dovuto pagare più dollari per effettuare un pagamento. Durante lo scoppio della bolla del 2017, le commissioni arrivavano addirittura a $ 54.

Per affrontare il problema della scalabilità, alcuni miner hanno proposto di aumentare la dimensione del blocco da 1 MB a 8 MB. Poiché la maggior parte dei minatori si è opposta a questa proposta, i sostenitori si sono separati dalla blockchain di Bitcoin e hanno creato Bitcoin Cash in un hard fork.


Più o meno nello stesso periodo, gli Altcoin scalabili hanno iniziato a emergere e migliorare costantemente nel tempo. Con le moderne blockchain Proof of Stake, in grado di gestire migliaia di transazioni al secondo, è possibile effettuare transazioni che costano una frazione di centesimo e arrivano al destinatario in soli cinque secondi. Proprio di recente, Bitcoin SV, che è stato scisso in un altro hard fork di Bitcoin Cash, ha completamente abbandonato le dimensioni dei blocchi, consentendo un throughput di transazione virtualmente illimitato.

Un altro sviluppo moderno nel settore blockchain è l’emergere di stablecoin. molti casi d’uso della blockchain richiedono la prevedibilità dei prezzi, che non può essere ottenuta con criptovalute non supportate, a causa della loro volatilità. Soprattutto i consumatori in genere preferiscono prezzi stabili rispetto al rischio di cambio rappresentato dalla criptovaluta. Inoltre, le stablecoin danno origine a un’ampia varietà di applicazioni nel settore della finanza decentralizzata (DeFi).

Dalle tazze di caffè a un sistema di pagamento globale

Nel frattempo, l’accettazione dei pagamenti in criptovaluta è ulteriormente migliorata. Un esempio è lo spazio hacker ceco Paralelní Polis, che ospita anche l’Istituto di criptoanarchia. L’hackerspace di Praga è orgoglioso di essere diventato il primo bar al mondo solo Bitcoin.

Durante il culmine dell’aumento delle commissioni di Bitcoin, la Polis ha introdotto Litecoin e Bitcoin Cash come valute alternative. I visitatori senza alcuna precedente esposizione alle criptovalute possono ottenere il loro caffè acquistando criptovaluta da un bancomat Bitcoin / Litecoin all’interno dello spazio hacker o acquistando una carta portafoglio di plastica precaricata.

In un progetto pilota lo scorso anno, la ONG internazionale Oxfam ha distribuito un lotto di carte tap-and-pay come soccorso in caso di catastrofe alle comunità di Vanuatu. Ogni carta era precaricata con 50 unità della stablecoin DAI. I negozi locali hanno ricevuto sistemi PoS in cui i titolari di carta potevano riscattare il loro aiuto.

Negli ultimi anni, la ricerca ha chiaramente dimostrato che l’aiuto finanziario è più efficace della donazione di beni fisici, poiché quest’ultima tende a minare l’economia locale. Oxfam afferma che il progetto è stato un successo travolgente, poiché questa forma di aiuto crittografico era molto più efficiente dei trasferimenti di denaro o delle donazioni in natura. In quanto tali, vogliono aumentare i pagamenti delle sgravi di criptovaluta a Vanuatu.

A partire dalla storica transazione della pizza (il destinatario era un britannico, che ha ordinato le pizze con la sua carta di credito), gli acquisti di criptovalute si affidano a intermediari, ogni volta che un venditore non accetta pagamenti diretti in criptovaluta. Presto sono emersi servizi online che vendevano voucher digitali in cambio di criptovaluta, che potevano poi essere riscattati in vari marketplace online e fisici, come Amazon.

L’ultima tendenza nello sviluppo di sistemi di pagamento in criptovaluta sono le carte di debito crittografiche. Qui, un custode di fiducia emette una carta di debito, che funziona perfettamente con qualsiasi punto vendita che accetta carte Visa. I clienti possono caricare la loro carta di debito con fiat o criptovaluta. Quando usano la loro carta per effettuare un acquisto dal loro saldo crittografico, il custode scambia automaticamente l’importo dell’acquisto e trasferisce la valuta fiat al destinatario.

Uno di questi fornitori di servizi è CoinZoom. In collaborazione con il loro partner di custodia leader del settore BitGo, CoinZoom offre una gamma di carte di debito Visa a più livelli. Con licenze in tutti i 50 stati, CoinZoom è completamente conforme per i propri clienti statunitensi.

Oltre a trasferire i loro fondi crittografici esistenti ai portafogli CoinZoom, gli utenti possono anche finanziare il proprio portafoglio attraverso vari metodi di pagamento tradizionali con valuta fiat, che possono quindi essere scambiati in oltre 40 criptovalute. Utilizzando un’applicazione mobile, i clienti CoinZoom possono, in qualsiasi momento, selezionare il portafoglio di criptovaluta, da cui vengono detratti gli importi di acquisto.

Ciò che distingue CoinZoom dagli altri fornitori di carte di debito crittografiche è la sicurezza fornita da BitGo. Poiché BitGo detiene la stragrande maggioranza dei suoi fondi in cold wallet ed è assicurato contro perdite fino a $ 100 milioni, tutti i depositi di CoinZoom sono perfettamente al sicuro dagli hacker. A causa della politica di responsabilità zero di Visa, i titolari di carte non sono responsabili di transazioni fraudolente in caso di carte smarrite o rubate.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
Adblock
detector
map