Equity Crowdfunding in Nord America

Da circa il 2009, il crowdfunding in Nord America è cresciuto costantemente. Il continente, tuttavia, è un luogo vasto, con evidenti discrepanze negli approcci normativi tra Canada e Stati Uniti. Il risultato è che queste variazioni hanno portato il crowdfunding statunitense a diventare un mercato in fuga, rispetto al Canada.

Che cos’è?

Come suggerisce il nome, il crowdfunding è un mezzo per raccogliere capitali da un ampio pool di investitori / donatori, piuttosto che selezionare venture capitalist.

Il crowdfunding è iniziato in modo abbastanza semplice: offri a un pubblico più ampio la possibilità di aiutare le giovani aziende a uscire dal cancello. Tuttavia, quando hanno catturato per la prima volta l’attenzione di molti, le leggi sui titoli vietavano agli emittenti di compensare investitori / partecipanti non accreditati con azioni nelle loro società; Significa che i partecipanti non erano affatto degli investitori, ma semplicemente contribuivano alla crescita di un’azienda con la promessa di ottenere potenzialmente un prodotto un giorno.

Avanti veloce al 2012 e un gruppo di società che circondano il settore ha collaborato con successo con gli organismi di regolamentazione negli Stati Uniti per modificare le leggi esistenti. Questi sforzi alla fine hanno portato alla formazione del cosiddetto “Jumpstart Our Businesses Act” (JOBs Act).

JOBs Act

Ciò che ha fatto il JOBs Act è stato aprire le porte al pubblico in generale per ottenere un’esposizione a vere opportunità di investimento. Fino a quando non è stato emanato, i titoli potevano essere venduti e distribuiti solo a investitori accreditati.

L’obiettivo era principalmente quello di aiutare le giovani imprese, poiché uno dei maggiori ostacoli che una start-up dovrà affrontare è ottenere finanziamenti (indipendentemente dal potenziale) per lo sviluppo dei loro prodotti e servizi.

In precedenza, per ottenere tale finanziamento, le autorità di regolamentazione richiedevano la presentazione e l’approvazione di un prospetto dettagliato per la vendita di qualsiasi attività considerata un titolo. Si tratta di un’impresa in termini di costi proibitivi e che richiede tempo, il che significa che molto probabilmente non è fattibile per una piccola start-up. Sebbene questa impresa possa essere irrilevante per un’azienda che raccoglie milioni e milioni di dollari, le start-up alla ricerca di importi modesti potrebbero trovarla una collina più ripida da scalare.

Naturalmente, questo nuovo atto è arrivato con delle restrizioni. Nel tentativo di mantenere livelli adeguati di protezione degli investitori, sono state messe in atto misure di salvaguardia. I seguenti sono solo alcuni esempi di questi:

  • Gli eventi di generazione di capitale devono essere moderati da broker / dealer registrati
  • Limiti di investimento basati sul patrimonio netto
  • Tetti generazionali sugli host di crowdfunding

Anche se questo può sembrare restrittivo, ciò che ha fatto è stato aprire le porte, inaugurando un tempo in cui le opportunità di investimento non erano più limitate a coloro che erano già ricchi.

In ritardo

Questo ci porta alla controparte settentrionale degli Stati Uniti, il Canada. Sebbene il crowdfunding esista in Canada, la flessibilità e la libertà per gli emittenti / investitori semplicemente non sono le stesse degli Stati Uniti, nonostante siano anni lontani dall’avvento del crowdfunding moderno.

La questione principale è il fatto che non esiste un “regolamento” nazionale, simile al JOBs Act, in Canada. Ciascuna delle varie province e territori può variare leggermente nella strutturazione dei propri regolamenti, rendendo difficile il rispetto di tutti in una volta.


Questa separazione tra le autorità di regolamentazione canadesi, significa che gli emittenti sono spesso limitati nel loro pool di investitori, poiché non sono necessariamente idonei a ospitare la loro offerta in tutte le regioni, in qualche modo vanificando lo scopo del crowdfunding per cominciare.

Tuttavia, con le mosse intraprese dal governo degli Stati Uniti negli ultimi dieci anni ampiamente viste come un successo, il governo canadese ha effettivamente preso atto. All’inizio del 2019 è stato annunciato che avrebbero rivisto le loro politiche; il cui obiettivo è eliminare l’attuale segregazione tra le autorità di regolamentazione, creando una propria variante del JOBs Act.

Con la Corte Suprema del Canada che ha aperto la porta al potenziale regolatore nazionale dei titoli nel 2018 e prevede di sviluppare un regolamento nazionale sul crowdfunding annunciato nel 2019, il grande nord bianco sembra pronto a recuperare il ritardo.

Piattaforme popolari

Con tutto questo parlare di crowdfunding, molti negli Stati Uniti potrebbero chiedersi dove viene offerto l’accesso a tali opportunità di investimento. Nel tentativo di rispondere a queste domande, il proprietario di Securities.io, Antoine Tardif, ha recentemente scritto un articolo di opinione discutendo i suoi portali preferiti che offrono opportunità basate su azioni.

I 5 migliori siti web di crowdfunding azionario

Per coloro che in Canada sono interessati all’equity crowdfunding, i seguenti sono alcuni dei portali più importanti attivi oggi.

In altre notizie

Sempre impegnata ad adattarsi e migliorare con i tempi, la Securities and Exchange Commission (SEC) ha recentemente annunciato una proposta che vedrebbe l’accesso alle opportunità di investimento più tradizionali diventare ancora più facile per gli investitori.

Questa proposta si basa sulla ristrutturazione di ciò che definisce un investitore accreditato. Con la stragrande maggioranza delle opportunità di investimento limitate a coloro che soddisfano il conto, ampliare la definizione, per riflettere il mondo moderno, idealmente democratizzerà gli investimenti in una certa misura.

La SEC propone un emendamento ai criteri relativi agli “investitori accreditati”

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
Adblock
detector
map