La Banca del Canada potrebbe emettere una valuta digitale in futuro

Il 25 febbraio 2020 i dirigenti della Bank of Canada hanno rilasciato dichiarazioni pubbliche in merito all’emissione di una valuta digitale della banca centralizzata (CBDC). In particolare, il vice governatore della banca, Timothy Lane, ha parlato della possibilità e degli scenari in cui la banca avrebbe perseguito questa linea di condotta al CFA Montreal FinTech RDV 2020. Il discorso ha toccato la tecnologia in rapida evoluzione che colpisce il settore finanziario e, come il La Bank of Canada sta rispondendo all’ambiente.

Bank of Canada

La Bank of Canada è operativa da quando è stata istituita come Crown Corporation nel 1934. È importante sottolineare che le Crown corporations sono imprese statali e gestite. In quanto tale, la banca funge da banca centrale del paese. Di conseguenza, è l’unica entità con la capacità legale di emettere banconote canadesi.

Dal 1944, la Bank of Canada è l’unico emittente di banconote a corso legale nel paese. Inoltre, l’organizzazione è responsabile della formulazione della politica monetaria canadese. In particolare, le responsabilità dell’azienda includono il mantenimento di un sistema finanziario sano e sicuro all’interno del Canada.

Le attuali responsabilità della Banca del Canada si concentrano sugli obiettivi di monitoraggio e gestione dell’inflazione prevedibile. In particolare, la banca deve lavorare per garantire un sistema finanziario stabile ed efficiente all’interno del paese. La banca svolge questo compito in diversi modi. In primo luogo, l’azienda fornisce servizi di gestione dei fondi efficaci ed efficienti per il governo del Canada e altre imprese locali. Infine, le responsabilità della banca includono fornire ai cittadini una valuta sicura e protetta.

Bank of Canada sull’emissione di valuta digitale

La Bank of Canada continua a valutare se e in quali scenari la società emetterebbe un CBDC. Nel suo intervento Lane ha spiegato come la banca si stia preparando per un futuro in cui potrebbe ritenere necessario emettere banconote centrali digitali. Ha parlato delle responsabilità della banca di fornire ai cittadini la possibilità di utilizzare in modo confidenziale il loro metodo di pagamento preferito.

Timothy Lane - Bank of Canada

Timothy Lane – Bank of Canada

Nel discorso, Lane riconosce che le valute digitali offrono nuove opportunità al mercato. Ha anche spiegato che queste opportunità possono creare anche una serie di nuovi rischi. Sono queste minacce sconosciute che continuano a ostacolare la motivazione della banca verso l’emissione di una valuta digitale centrale.

Scenari in cui la Bank of Canada emetterebbe un CBDC

Lane ha presentato due scenari in cui la Bank of Canada prenderebbe in considerazione l’emissione di una valuta digitale centralizzata. Il primo scenario sarebbe il risultato dell’adozione di massa delle criptovalute. In questo caso, la banca potrebbe perdere il controllo sul sistema monetario poiché più utenti migrano verso valute private come Bitcoin. Come puoi immaginare, le banche centrali non sono entusiaste di situazioni in cui perdono il controllo sulla capacità di monitorare i pagamenti e regolamentare i mercati.

Il secondo scenario che giustificherebbe la risposta della banca sarebbe la completa rimozione del contante fisico dal mercato. Anche se questo secondo scenario sembra altamente improbabile per il momento, è ancora una vera preoccupazione per i funzionari bancari. Situazioni come l’inquinamento o le malattie potrebbero rendere obsoleto l’uso della carta moneta nel prossimo futuro.

Come sarebbe un CBDC canadese?


È interessante notare che Lane si è presa un momento per riconoscere i vantaggi che le valute digitali portano sul mercato. Lo ha fatto descrivendo come sarebbe stata un’ipotetica valuta digitale della banca canadese. Lane ha spiegato che la nuova valuta sarebbe stata sicura, di facile accesso, privata e una buona riserva di valore. Ha affermato che la nuova banconota digitale darebbe agli utenti la possibilità di acquistare cose elettronicamente online o di persona. Il punto generale di Lane era che la Bank of Canada è disposta a emettere un CBDC, solo se, o quando, è necessario.

La Bank of Canada emetterà una valuta digitale?

È importante sottolineare che Lane ha smesso di dire che la Bank of Canada ha pianificato di emettere una valuta in qualsiasi momento nel prossimo futuro. In particolare, ha affermato che in quel momento non c’era alcuna reale necessità per la banca di emettere la propria valuta digitale. Il suo ragionamento per la decisione è il fatto che l’attuale sistema finanziario serve ancora bene i cittadini. Lane ritiene che in questo momento la banca debba concentrarsi sulla modernizzazione dell’attuale sistema di pagamento per garantire che la banca mantenga la fiducia dei suoi utenti in futuro.

Cosa includerebbe il tuo CDBC perfetto?

Anche se la Bank of Canada non ha piani immediati per l’emissione di un CBDC, i funzionari sono ancora desiderosi di ottenere un feedback del mercato sulla prospettiva. Pertanto, i funzionari bancari hanno rilasciato una serie di domande. Queste domande erano rivolte ai cittadini nel tentativo di farsi un’idea del mercato in evoluzione. Le domande includevano:

  • Come funzionerebbe una valuta digitale con altri metodi di pagamento?
  • Quali caratteristiche di design potrebbero rendere un CBDC attraente per commercianti e utenti?
  • Come funzionerebbe una CBDC per le transazioni transfrontaliere?
  • Come possiamo proteggere la privacy prevenendo usi illeciti?

Le banche centrali stanno valutando la possibilità di passare al digitale

La dichiarazione di Lane fa eco a quelle fatte da altri dirigenti della banca centrale in merito alle emissioni di valuta digitale. Queste organizzazioni continuano a monitorare i mercati ed esplorare scenari in cui vedrebbero la necessità di apportare un cambiamento così drastico. Una recente dichiarazione pubblicata dal Fondo monetario internazionale ha fatto luce sulla situazione attuale che circonda le CBDC. Il discorso ha rivelato che solo in giro “un quarto delle banche centrali di tutto il mondo sta ora esplorando attivamente la possibilità di emettere CBDC e sono stati segnalati solo quattro progetti pilota “.

La Bank of Canada è pronta a fare le modifiche affinché rimangano rilevanti

Il tono generale del discorso di Lane ha spinto al fatto che i funzionari delle banche canadesi capiscono la necessità di essere flessibili in questi tempi. I funzionari bancari sembrano essere profondamente consapevoli che le criptovalute potrebbero avere un enorme impatto sulla loro capacità di controllare i mercati. In quanto tali, i funzionari bancari sono pronti ad apportare tutte le modifiche ritenute necessarie per mantenere il controllo. Per ora, la Bank of Canada continua a ricercare gli aggiustamenti necessari per rimanere rilevanti in un’economia completamente digitalizzata.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
Adblock
detector
map