Derivati ​​Bitcoin, spiegato: Futures, swap perpetui e opzioni

Derivati sono titoli o contratti negoziabili che derivano il loro valore da un’attività sottostante. Nel caso dei derivati ​​di criptovaluta, l’asset sottostante è, nella maggior parte dei casi, Bitcoin (BTC) o altre criptovalute principali.

In generale, i derivati ​​sono strumenti finanziari sofisticati, generalmente ad alto rischio, utili per la gestione del rischio tramite copertura.

Derivati ​​tradizionali

Mentre i mercati tradizionali hanno utilizzato varie forme di derivati ​​per migliaia di anni, le loro varietà moderne possono essere ricondotte al Anni ’70 e ’80, quando il Chicago Mercantile Exchange e il Chicago Board of Trade hanno introdotto i contratti futures.

I tipi più comuni di derivati ​​includono futures, forward e opzioni, che si basano su una varietà di attività, comprese azioni, valute, obbligazioni e materie prime. Dato l’enorme numero di derivati ​​disponibili oggi, la dimensione del mercato è difficile da accertare, con stime che vanno da trilioni a oltre un quadrilione di dollari.

Futures sui bitcoin

Tra i derivati ​​crittografici, Futures sui bitcoin sono stati i primi a diventare mainstream e rimangono i più scambiati in termini di volumi. I futures BTC venivano scambiati piattaforme più piccole già nel 2012, ma non lo era fino al 2014 che la crescente domanda ha spinto le principali borse, in particolare CME Group Inc e Cboe Global Markets Inc, a seguire l’esempio.

Oggi, i futures sui Bitcoin sono tra gli strumenti più comunemente scambiati nello spazio, con i migliori scambi come OKEx che registrano miliardi di dollari in volume su base giornaliera.

Volume aggregato dei futures su BTCFutures BTC volumi giornalieri aggregati. Fonte: Storto

Cos’è un contratto futures su Bitcoin?

Un contratto futures è un accordo tra due parti – generalmente due utenti su una borsa valori – per acquistare e vendere un’attività sottostante (BTC in questo caso) a un prezzo concordato (il prezzo a termine), in una certa data futura.

Sebbene i dettagli più fini possano variare da uno scambio all’altro, la premessa di base alla base dei contratti futures rimane la stessa: due parti concordano di bloccare il prezzo di un’attività sottostante per una transazione in futuro.

Per comodità, la maggior parte delle borse non richiede che i titolari di contratti futures ricevano l’attivo sottostante effettivo (come barili di petrolio o lingotti d’oro) una volta scaduto il contratto e supportano invece i pagamenti in contanti.

Tuttavia, i futures Bitcoin regolati fisicamente, come quelli offerti da Bakkt di Intercontinental Exchange, lo sono crescente popolarità, poiché i Bitcoin effettivi possono essere trasferiti con relativa facilità rispetto alla maggior parte delle materie prime.

Come funziona un contratto future su Bitcoin?


Esaminiamo un commercio di futures su BTC Il mercato dei futures settimanale di OKEx. Prima di tutto, il mercato dei futures settimanale significa semplicemente che il titolare del contratto sta scommettendo sul prezzo del Bitcoin per una settimana – OKEx offre anche intervalli di tempo bisettimanali, trimestrali e bimestrali per i futures.

Quindi, se Bitcoin viene scambiato a $ 10.000 oggi e Adam crede che il prezzo lo sarà più alto la prossima settimana potrà aprire un file posizione lunga con un minimo di un contratto (ogni contratto rappresenta $ 100 in BTC) sul mercato futures settimanale di OKEx.

Quando qualcuno acquista Bitcoin e lo detiene (va a lungo), contano sul fatto che il prezzo aumenti, ma non possono trarre profitto se il prezzo scende. Cortocircuito, o vendere un’attività oggi nell’aspettativa che domani si riduca di prezzo, è il modo in cui i trader traggono profitto dal calo dei prezzi.

Per questo esempio, supponiamo che Adam apra 100 contratti lunghi (100 x $ 100 = $ 10.000), che rappresentano collettivamente il suo impegno ad acquistare 1 BTC alla data di regolamento della prossima settimana (8:00 UTC ogni venerdì su OKEx) per quel prezzo – $ 10.000.

Il rovescio della medaglia, abbiamo Robbie, che crede che il prezzo di Bitcoin sarà inferiore di $ 10.000 la prossima settimana e vuole andare corto. Robbie si impegna a vendere 100 contratti, o 1 BTC, alla data di regolamento della prossima settimana per il prezzo concordato di $ 10.000.

Adam e Robbie vengono abbinati dallo scambio e diventano le due parti che stipulano un contratto futures: Adam si impegna ad acquistare 1 BTC a $ 10.000 e Robbie si impegna a vendere 1 BTC a $ 10.000 alla scadenza del contratto.

Il prezzo di Bitcoin una settimana dopo, alla data di regolamento, determinerà se questi due trader vedranno profitti o perdite.

Passa una settimana e Bitcoin viene scambiato a $ 15.000. Ciò significa che Adam, che aveva accettato di acquistare 1 BTC per $ 10.000, guadagna $ 5.000 sul suo contratto. Adam, come concordato, doveva solo pagare $ 10.000 per 1 BTC, che può immediatamente vendere per il suo valore di mercato corrente di $ 15.000.

Robbie, d’altra parte, perde $ 5.000, poiché deve vendere il suo 1 BTC al prezzo concordato di $ 10.000, anche se ora vale $ 15.000.

A seconda che Adam e Robbie lo usassero Futures con margini USDT o Futures con margini monetari, OKEx risolve il contratto in stablecoin Tether (USDT) o BTC, accreditando sul conto di Adam o Robbie il profitto o la perdita realizzati.

Poiché i contratti futures riflettono le aspettative degli operatori di mercato, indicatori come il rapporto BTC Long / Short possono fornire una rapida visione del sentiment generale. Il BTC Long / Short Ratio, confronta il numero totale di utenti con posizioni lunghe rispetto a quelli con posizioni corte, sia in futures che swap perpetui.

Rapporto BTC lungo / breve OKExRapporto BTC lungo / breve. Fonte: OKEx.com

Quando il rapporto è pari a uno, significa che un numero uguale di persone detiene posizioni lunghe e corte (il sentimento del mercato è neutro). Un rapporto superiore a uno (più lunghi che corti) indica un sentimento rialzista mentre un rapporto inferiore a uno (più corti che lunghi) indica aspettative di mercato ribassiste.

Perché le persone comprano e vendono BTC tramite contratti futures?

Perché qualcuno dovrebbe stipulare un contratto futures per acquistare o vendere Bitcoin invece di negoziare BTC direttamente sul mercato spot? In generale, le due risposte sono la gestione del rischio e la speculazione.

Gestire il rischio

I contratti futuri sono stati a lungo utilizzato dagli agricoltori cercando di ridurre il rischio e gestire il flusso di cassa assicurandosi di poter prendere impegni per i propri prodotti in anticipo, a un prezzo prestabilito. Poiché la preparazione dei prodotti agricoli può richiedere tempo, è logico che gli agricoltori vogliano evitare fluttuazioni e incertezze dei prezzi di mercato in futuro.

La volatilità e le oscillazioni dei prezzi di Bitcoin richiedono anche una gestione attiva del rischio, soprattutto per coloro che fanno affidamento sull’asset digitale per un reddito regolare, come Minatori di bitcoin.

Le entrate dei minatori dipendono dal prezzo di Bitcoin e dai loro costi mensili. Mentre il primo può fluttuare selvaggiamente su base giornaliera, il secondo rimane in gran parte fisso, rendendo difficile proiettare i guadagni con certezza.

Inoltre, la crescente concorrenza nel settore minerario dà origine a nuove sfide non legate al prezzo, come la ridondanza dell’hardware dovuta all’aumento difficoltà. L’unico modo per i minatori di continuare a operare in un tale ambiente con il minimo rischio è proteggersi derivati ​​come i futures.

Speculazione

Tuttavia, la gestione del rischio o la copertura lo sono diverso dalla speculazione, che è anche uno dei principali driver alla base dei contratti futures su Bitcoin. Poiché i trader e gli speculatori mirano a trarre vantaggio dalla volatilità dei prezzi in entrambe le direzioni (su o giù), hanno bisogno della capacità di scommettere in ogni modo: lungo o corto.

I contratti future offrono ai pessimisti la possibilità di influenzare il sentiment del mercato, un fenomeno discusso in dettaglio dalla Federal Reserve Bank di San Francisco nella loro ricerca intitolata Come il trading di futures ha modificato i prezzi dei bitcoin.

Infine, i futures su Bitcoin sono popolari perché consentono l’utilizzo di leva, dove i trader possono aprire posizioni più grandi dei loro depositi, purché mantengano un rapporto di margine accettabile, determinato dalla borsa. L’uso della leva finanziaria non altera nessuna delle condizioni associate a un derivato e serve solo ad amplificare il rischio e il rendimento.

Quando il mercato è rialzista, i contratti future si apprezzano in valore e possono vendere a un prezzo superiore al prezzo spot e viceversa. Questa differenza, chiamata base, è un altro buon indicatore per valutare il sentiment del mercato.

Base Futures BTCBase BTC. Fonte: OKEx.com

Quando la base è positiva (rialzista), significa che il prezzo dei futures è superiore al prezzo spot effettivo. Quando la base è negativa (ribassista), indica che il prezzo dei futures è inferiore al prezzo spot.

Futures o swap perpetui di Bitcoin

Oltre ai futures standard discussi sopra, anche i mercati Bitcoin supportano swap perpetui, che, fedele al loro nome, sono contratti futures senza data di scadenza.

Poiché non esiste una data di regolamento, nessuna delle parti deve acquistare o vendere. Invece, sono autorizzati a mantenere le loro posizioni aperte fintanto che il loro account è attivo abbastanza BTC (margine) per coprirli.

Tuttavia, a differenza dei futures standard, in cui il prezzo del contratto e l’attività sottostante alla fine convergono alla scadenza del contratto, i contratti perpetui non hanno tale data di riferimento nel futuro. I futures perpetui, o swap, utilizzano un meccanismo diverso per applicare la convergenza dei prezzi a intervalli regolari, chiamato tasso di finanziamento.

Lo scopo del tasso di finanziamento è di mantenere il prezzo di un contratto in linea con il prezzo spot dell’asset sottostante, scoraggiando deviazioni importanti.

È importante notare che il tasso di finanziamento è una commissione scambiata tra le due parti di un contratto (le parti lunghe e corte), non una commissione raccolta dallo scambio.

Se, ad esempio, il valore di un contratto perpetuo continua ad aumentare, perché i cortometraggi (le persone che vendono) continuano a mantenere un contratto aperto a tempo indeterminato? Il tasso di finanziamento aiuta a bilanciare una situazione del genere. Il tasso stesso varia ed è determinato dal mercato.

Come funzionano gli swap perpetui di BTC?

Ad esempio, se un contratto swap perpetuo viene scambiato a $ 9.000 ma il prezzo spot di BTC è $ 9.005, il tasso di finanziamento sarà negativo (per tenere conto della differenza di prezzo). Un tasso di finanziamento negativo significa che i possessori di short devono pagare i possessori di long.

Se invece il prezzo del contratto è superiore al prezzo spot, il tasso di finanziamento sarà positivo – I titolari di contratti lunghi devono pagare i titolari di contratti brevi.

In entrambi questi casi, il tasso di finanziamento promuove l’apertura di nuove posizioni che possono avvicinare il prezzo del contratto al prezzo spot.

I pagamenti del tasso di finanziamento vengono effettuati ogni 8 ore sulla maggior parte delle borse, incluso OKEx, a condizione che i titolari del contratto mantengano aperte le loro posizioni. I profitti e le perdite, invece, vengono realizzati al momento del regolamento giornaliero e vengono accreditati automaticamente sui conti dei titolari.

I dati sul tasso di finanziamento, come mostrato di seguito, possono essere utilizzati per valutare rapidamente le tendenze e le prestazioni del mercato in qualsiasi periodo di tempo. Ancora una volta, a finanziamento positivo Vota ci dice che il mercato è generalmente di più rialzista – il prezzo del contratto swap è superiore ai prezzi spot. UN tasso di finanziamento negativo indica un sentimento ribassista, poiché significa che il prezzo dello swap è inferiore al prezzo spot.

Tasso di finanziamento dello swap BTCTasso di finanziamento dello swap perpetuo BTC. Fonte: OKEx.com

Opzioni Bitcoin

Come i futures sui Bitcoin, opzioni sono anche prodotti derivati ​​che tracciano il prezzo di Bitcoin nel tempo. Tuttavia, a differenza dei futures standard – in cui due parti concordano una data e un prezzo per acquistare o vendere l’attività sottostante – con le opzioni, si acquista letteralmente l ‘”opzione” o il diritto di acquistare o vendere l’attività a un prezzo stabilito in futuro.

Anche se crypto le opzioni sono più recenti rispetto ai futures, questo mese ha visto le opzioni Bitcoin raggiungere un massimo storico di oltre $ 1 miliardo in termini di Open Interest (OI). OI indica il valore totale (in USD, generalmente) dei contratti di opzione in essere che devono ancora essere regolati. Un interesse aperto crescente indica generalmente un afflusso di nuovi capitali nel mercato.

Opzioni BTC Open InterestInteresse aperto per le opzioni BTC totali. Fonte: Skew.com

Chiama e mette

Esistono due tipi di contratti di opzione, opzioni di chiamata e mettere le opzioni. Le opzioni call danno diritto al titolare acquistare un’attività sottostante a una data stabilita (scadenza) e le opzioni put danno diritto al titolare vendere esso. Ogni opzione, a seconda delle condizioni associate, ha un prezzo di mercato, chiamato premio.

Anche i contratti di opzione sono di due tipi, americani ed europei. Un’opzione americana può essere esercitata – ovvero il possessore acquista o vende – in qualsiasi momento prima della data di scadenza, mentre un’opzione europea può essere esercitata solo alla data di scadenza. OKEx supporta le opzioni europee.

Possedere un’opzione significa che se il titolare decide di non esercitare il proprio diritto di acquistare o vendere alla data di scadenza, il contratto semplicemente decade. Il titolare non è obbligato a rimediare, ma perde il premio, il prezzo che ha pagato per il contratto.

Anche le opzioni sono regolate in contanti per comodità, ma comportano rischi molto diversi rispetto ai futures. Con i futures, il rischio e la ricompensa di entrambe le parti sono illimitati (il prezzo di Bitcoin può andare ovunque prima del regolamento). Ma con le opzioni, gli acquirenti hanno un profitto potenziale illimitato e una perdita limitata, mentre i venditori di opzioni hanno una perdita potenziale illimitata e un guadagno molto limitato (come spiegato di seguito).

Come funziona un contratto di opzioni Bitcoin?

Se Bitcoin viene scambiato a $ 10.000 oggi e, questa volta, Robbie ritiene che il prezzo sarà più alto in una certa data futura (diciamo un mese dopo), può acquistare un opzioni di chiamata. L’opzione call di Robbie ha un prezzo di esercizio (il prezzo al quale BTC può essere acquistato in futuro) di $ 10.000 o inferiore.

Se un mese dopo Bitcoin viene scambiato a $ 15.000, Robbie può esercitare la sua opzione call e acquista Bitcoin per $ 10.000 e guadagna subito. D’altra parte, se Bitcoin viene scambiato a $ 9.000 un mese dopo, Robbie può semplicemente lasciare scadere la sua opzione.

Tuttavia, non abbiamo considerato il premio dell’opzione in nessuno di questi casi. Il premio è quello che Robbie pagherà per acquistare l’opzione call, il prezzo di mercato dell’opzione. Se il premio è di $ 1.500, Robbie pagherà $ 1.500 oggi per avere il diritto di acquistare Bitcoin a $ 10.000 un mese dopo.

Ciò significa che, per Robbie, il vero prezzo di pareggio è di $ 10.000 + $ 1.500 = $ 11.500, quindi Bitcoin ha bisogno che BTC sia superiore a $ 11.500 per poter realizzare un profitto. Se Robbie decide di lasciare scadere la sua opzione, perderà solo il suo premio di $ 1.500.

Quindi, in effetti, mentre il potenziale di profitto di Robbie è illimitato (o, piuttosto, limitato solo dal prezzo di Bitcoin), la sua perdita è limitata dal premio che ha pagato. In nessun caso Robbie può perdere più del premio in questo contratto.

Poi abbiamo Adam, che crede che il prezzo di Bitcoin scenderà nel prossimo mese. Può acquistare un file opzione put, con un prezzo di esercizio di $ 10.000. Ciò significa che avrà la possibilità di farlo vendere Bitcoin a $ 10.000 tra un mese da adesso, indipendentemente dal prezzo spot.

Dopo un mese, se Bitcoin viene scambiato a meno di $ 10.000, diciamo a $ 8.000, Adam sta per realizzare un profitto esercitando la sua opzione – vendendo BTC per $ 2.000 in più rispetto al prezzo di mercato. Se BTC viene scambiato a un valore superiore a $ 10.000, può semplicemente lasciare scadere la sua opzione.

Anche Adam dovrà pagare il premio per acquistare questa opzione e, come Robbie, il premio è anche l’importo massimo che sta rischiando in questo contratto.

D’altro canto, abbiamo venditori di opzioni o scrittori a contratto, che lo sono controparti a Robbie e Adam e hanno accettato di vendere loro rispettivamente le opzioni call e put. Questi venditori promettono essenzialmente di vendere e acquistare BTC su richiesta, in cambio dei premi pagati da Robbie e Adam.

In termini di rischio, il profitto del venditore di opzioni è limitato dal premio che addebitano, ma le loro perdite sono potenzialmente illimitate, poiché dovranno acquistare o vendere BTC se l’opzione viene esercitata, non importa quanto sia grande la differenza tra il prezzo spot e il prezzo di esercizio è.

Questo può essere ulteriormente spiegato tramite il Mercato delle opzioni Bitcoin OKEx vedi sotto.

Trading di opzioni OKExOpzioni OKEx BTCUSD200925. Fonte: OKEx.com

Le opzioni call e put per una data di scadenza del 25 settembre 2020 sono mostrate nel grafico sopra. Il cerchio blu contrassegna i contratti di opzione con un prezzo di esercizio di $ 11.000, il che significa che il titolare di un opzioni di chiamata per questo contratto sarà in grado di acquistare Bitcoin a $ 11.000 il 25 settembre, mentre il titolare di un opzione put sarà in grado di vendere per lo stesso. I cerchi verdi e rossi indicano il segnare il prezzo, che è un indicatore basato sulla media delle valutazioni di mercato, mentre il "Bid1" e "Ask1" i dati riflettono le attuali offerte di mercato.

Se Robbie acquistasse questa opzione call oggi, pagherebbe la migliore domanda – che è $ 1.373,08 nello screenshot qui sopra – come premio per riservarsi il diritto di acquistare Bitcoin a $ 11.000 il 25 settembre. Allo stesso modo, Adam pagherebbe $ 2.712,90 per acquistare la sua opzione put per il diritto di vendere Bitcoin a $ 11.000 il 25 settembre.

La differenza di questi premi è rappresentativa del sentiment del mercato, in cui la controparte che accetta di acquistare il Bitcoin di Adam ritiene che sia una scommessa più rischiosa di quella che accetta di vendere a Robbie.

Open Interest di Strike è un altro set di dati che può rivelare le prospettive del mercato a colpo d’occhio, come mostrato nel grafico sottostante.

Opzioni di inclinazione per scioperoOpzioni BTC Open Interest per Strike. Fonte: Skew.com

Questo grafico mostra il valore (in BTC) delle opzioni non scadute (call + put) a vari prezzi di esercizio. Come visto sopra, la maggior parte dei partecipanti al mercato ha contratti di opzione a un prezzo di esercizio di $ 10.125, seguito da $ 7.250 e $ 11.250. L’analisi di questi dati evidenzia i tre prezzi di esercizio più comuni come prezzi in gioco per Bitcoin e gli intervalli previsti nel prossimo futuro.

Perché le persone comprano e vendono BTC tramite contratti di opzione?

I contratti di opzione, come i futures, sono anche strumenti per la gestione del rischio, ma sono un po ‘più flessibili poiché non sono accompagnati da alcun obbligo per gli acquirenti.

Possiamo ancora una volta discutere i minatori di Bitcoin come potenziali beneficiari di questi contratti, dove possono acquistare opzioni put per garantire un certo tasso per i loro BTC estratti in futuro. Tuttavia, a differenza dei contratti futures, dove i miner sarebbero obbligati a vendere il loro BTC indipendentemente dal prezzo, qui possono scegliere di non vendere se Bitcoin sale in modo significativo.

La speculazione rimane un’altra ragione dietro l’uso delle opzioni, perché consentono ai partecipanti al mercato conservatori di fare le loro scommesse con somme a rischio molto inferiori (i premi) rispetto ai contratti futures.

Derivati ​​e legittimità di Bitcoin

Derivati ​​come futures e opzioni supportano l’attività sottostante scoperta dei prezzi – la determinazione del prezzo da parte del mercato – fornendo al mercato gli strumenti necessari per esprimere il sentimento. Ad esempio, senza derivati, gli investitori in Bitcoin erano in gran parte relegati all’acquisto e alla detenzione dell’asset stesso, il che ha creato un bolla nel 2017, mentre i prezzi sono saliti alle stelle ai massimi storici.

È stato solo dopo che i futures su Bitcoin sono stati lanciati da CME e Cboe che i mercati più brevi sono stati in grado di farlo fai scoppiare la bolla.

Tanto quanto il successivo crash e "crypto inverno" del 2018 ha colpito duramente il mercato, anche promosso maturità e crescita, quando i prezzi si sono stabilizzati, consentendo alla tecnologia e all’adozione di essere di nuovo in prima linea.

Nel frattempo, il lancio di derivati ​​regolamentati, come Opzioni Bitcoin di Bakkt, stanno aiutando legittimare lo spazio crittografico e attirare investitori instituzionali.

In definitiva, affinché Bitcoin diventi un file ampiamente accettato asset class, molti sostengono che abbia bisogno di un mercato trasparente non facile da manipolare.

Raggiungere questo obiettivo richiederà un afflusso di nuovo capitale, una maggiore liquidità, una minore volatilità, una formazione organica dei prezzi e la fiducia degli investitori istituzionali su larga scala. Ogni prodotto derivato di qualità ha il potenziale per portare Bitcoin un passo più vicino a tale legittimità.

OKEx Insights presenta analisi di mercato, funzionalità approfondite e notizie curate dai professionisti della crittografia.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
Adblock
detector
map