Come funzionano gli “contratti intelligenti”?

I contratti intelligenti consentono l’automazione di alcuni aspetti della funzionalità di una piattaforma. Questi accordi digitali eseguono automaticamente azioni predeterminate alla ricezione di una risorsa digitale o di una criptovaluta. Oggi, gli smart contract vengono utilizzati ovunque nello spazio blockchain, ma non è sempre stato così. Prendiamo un secondo per esaminare come sono nati questi utili protocolli e come funzionano senza la necessità di alcun intervento di terze parti.

Il concetto originale di contratto intelligente precede le criptovalute di quattordici anni. Ironia della sorte, l’uomo a cui è stato attribuito lo sviluppo di contratti intelligenti non è altro che il noto Bitcoinist Nick Szabo. Molte persone credono che Nick sia effettivamente Satoshi Nakamoto a causa dei suoi lavori precedenti.

Nick famoso teorizzato sui bit di memorizzazione del valore che utilizzano un sistema di prova del lavoro cinque anni prima che esistesse Bitcoin. È sempre stato un pioniere nel criptospazio. Nel 1994, Nick ha rilasciato al pubblico il suo codice di contratto intelligente. Ha anche coniato la frase “contratto intelligente”.

Nick Szabo tramite TMNews

Nick Szabo tramite TMNews

Perché sono necessari “contratti intelligenti”?

Ogni contratto intelligente contiene quattro principi fondamentali. Innanzitutto, è necessario l’oggetto del contratto. L’oggetto è ciò che consente al tuo contratto di accedere ai beni o ai servizi disciplinati dal contratto. In secondo luogo, sono necessarie firme digitali (chiavi private) da tutte le persone coinvolte nel contratto. Queste firme sono ciò che avvia il contratto. Successivamente, viene la specifica dei termini del contratto. Questa parte è dove si delinea la sequenza esatta di operazioni che iniziano quando viene eseguito il contratto. Infine, hai bisogno di una piattaforma decentralizzata. Una rete blockchain mantiene lo smart contract archiviato in ridondanza e al sicuro da alterazioni.

Componenti Smart Contract

  1. Oggetto del contratto
  2. Firme digitali
  3. Termini del contratto
  4. Piattaforma decentralizzata

Come vengono utilizzati gli “contratti intelligenti”?

Ci sono infiniti usi degli smart contract. I contratti intelligenti ti aiutano a scambiare risorse digitali e del mondo reale. I contratti intelligenti vivono sulla blockchain e non possono essere modificati. Questa maggiore sicurezza rende questi accordi digitali ideali per molti scenari aziendali.

Contratti intelligenti negli ICO

Le Initial Coin Offerings (ICO) utilizzano protocolli di contratti intelligenti durante i loro eventi di crowdfunding. I contratti intelligenti tracciano, calcolano, assegnano e distribuiscono automaticamente i fondi inviati tra l’azienda e l’investitore. La programmazione smart contract consente l’automazione dell’intero processo.

Questa automazione consente alle aziende di accettare finanziamenti da un pubblico più ampio. Il carico di lavoro dell’azienda non aumenta, ma l’esposizione dell’azienda alla raccolta fondi si espande. La natura onnicomprensiva di questa strategia ha contribuito a spingere gli ICO a registrare numeri quest’anno. Uno rapporto mostra che il volume delle ICO è già raddoppiato rispetto ai numeri dell’anno precedente entro maggio.

Le imprese tradizionali guardano verso contratti intelligenti

Le aziende tradizionali continuano a entrare nell’arena degli smart contract mentre continua l’integrazione blockchain. Oggi esistono piattaforme che utilizzano contratti intelligenti per quasi tutto, inclusi immobili, investimenti, royalties, elezioni, logistica e molto altro.


“Contratti intelligenti” basati su Ethereum

La criptovaluta, Ethereum, è meglio conosciuta per aver introdotto il concetto di smart contract nel cryptospace. Il protocollo ERC-20 di Ethereum utilizza contratti intelligenti per aiutare ad automatizzare la creazione e la distribuzione dei token. ERC-20 è di gran lunga il protocollo di emissione di token più utilizzato sul mercato.

Ethereum Smart Contract Coding tramite Ethereum.org

Ethereum Smart Contract Coding tramite Ethereum.org

Vitalik Buterin, lo sviluppatore di Ethereum, descrive gli smart contract come un programma che “convalida automaticamente una condizione e determina se la risorsa deve essere assegnata a una persona o alla persona che l’ha inviata o a una combinazione.”Ethereum utilizza un protocollo di secondo livello per realizzare funzionalità di contratto intelligente senza creare ulteriore congestione blockchain.

Sviluppo di contratti intelligenti

Da quando Ethereum ha aumentato la consapevolezza degli smart contract, modelli di smart contract più complessi e avanzati sono entrati nel cryptospace. Piattaforme come EOS, Steller, e NEO utilizzare meccanismi di consenso meno dispendiosi rispetto al sistema Proof-of-Work in atto con Ethereum.

I contratti intelligenti stanno rimuovendo l’intermediario da molti dei sistemi aziendali più utilizzati oggi. La natura affidabile di questi protocolli consente alle aziende e agli investitori di aumentare contemporaneamente l’efficienza e la sicurezza. Dovresti aspettarti un’ulteriore integrazione di questa tecnologia nei sistemi aziendali tradizionali man mano che più piattaforme entrano nel mercato.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
Adblock
detector
map