Claus Skaaning, CEO di Digishares – Serie di interviste

Claus Skaaning è il CEO di Digishares, una soluzione software che viene utilizzata attraverso il processo di emissione e la gestione continua delle azioni tokenizzate.

In precedenza eri il COO di Venturefusion, un ecosistema di crittografia per la creazione e la crescita di startup. Come sei passato a diventare CEO di DigiShares?

La visione di VentureFusion è creare una piattaforma di incubazione decentralizzata per le startup. Funzionerà come una piattaforma di collaborazione e bootstrap in cui i fondatori possono tokenizzare l’equità nelle loro startup (anche se non esiste un’unità legale) e utilizzare gli equity token come mezzo di pagamento per chiunque contribuisca alla startup. I fondatori possono quindi fare un piano per quanto capitale vogliono spendere per sviluppare varie parti della loro startup, realizzando piani di allocazione di token azionari individuali per contributori a breve termine come liberi professionisti e contributori a lungo termine, come co-fondatori e permanenti membri del team, in condizioni di maturazione. VentureFusion è ancora un progetto attivo in corso, ma in questi giorni è gestito principalmente dal mio co-fondatore Yuriy Zubarovskiy.

VentureFusion ci ha spinto a guardare a come tokenizzare l’equità e all’inizio del 2018 questo era un concetto relativamente nuovo. Siamo stati ad alcune delle prime conferenze in Europa sul concetto e abbiamo deciso di creare un nuovo progetto, GoSecurity, che si sarebbe concentrato sulla tokenizzazione dei titoli. Questo progetto è stato successivamente ribattezzato DigiShares e sono diventato il CEO. Ora il mio obiettivo principale è gestire e sviluppare DigiShares.

Potresti approfondire i servizi offerti da DigiShares?

DigiShares è uno dei principali fornitori di infrastrutture white label per l’emissione e la gestione della tokenizzazione dei titoli in Europa. Il nostro primo prodotto era una piattaforma a progetto singolo per l’emissione e la gestione a lungo termine di titoli tokenizzati e stiamo solo rilasciando un importante aggiornamento in grado di gestire più progetti con molte più funzionalità. Siamo una delle poche aziende in Europa e l’unica nei paesi nordici in grado di fornire una piattaforma operativa di questo tipo.

La nostra piattaforma è in grado di gestire il flusso di lavoro completo di una STO (offerta di token di sicurezza), dalla registrazione dell’investitore, verifica (KYC / AML), approvazione, all’acquisto effettivo di token con fiat o crypto, firma di contratti (firme elettroniche), token panoramica della tabella del tetto del titolare, comunicazione con i possessori di token, votazione (assemblee degli azionisti), pagamento dei dividendi, ecc.

Per l’equità tokenizzata, offriamo una funzione unica in cui consentiamo a una percentuale di azionisti di essere non tokenizzata, ovvero il più digitalizzato possibile ma non tokenizzato, quindi senza token emessi. Questo è su richiesta del cliente poiché alcuni dei nostri clienti hanno espresso la preoccupazione di voler avvicinare investitori sia crittografici che non crittografici e gli investitori non crittografici potrebbero preferire una registrazione non tokenizzata. Un’altra funzione unica su cui stiamo lavorando è un mini-exchange, una piattaforma di trading interna simile a un OTC per i possessori di token all’interno di un singolo progetto.

Nel complesso, forniamo soluzioni per consentire a chiunque di condurre la propria STO o di offrire una serie di STO simultanee. Lavoriamo principalmente in partnership white label in cui i clienti offrono la soluzione con il proprio marchio.

Oltre a fornire il software, forniamo anche l’accesso all’ecosistema dei token di sicurezza. Abbiamo una vasta rete di partner per aspetti legali, investimenti, custodia, KYC / AML, ecc. Alcuni di questi sono integrati nella piattaforma.

Digishares è una delle poche società del settore con sede in Danimarca. Le normative danesi sui titoli supportano la digitalizzazione delle azioni??


Sebbene la nostra sede sia in Danimarca e siamo preoccupati per le normative locali in materia di titoli, è importante affermare in anticipo che siamo indipendenti dalla giurisdizione e che possiamo operare da qualsiasi giurisdizione. In effetti abbiamo progetti in corso sia in Europa che negli Stati Uniti.

A livello locale, stiamo lavorando con un avvocato danese e le autorità di regolamentazione danesi per stabilire se le azioni possono essere rappresentate come token. Finora, il nostro avvocato ha stabilito che le azioni tokenizzate sono supportate dalla legislazione danese, ma alcuni dettagli richiedono la conferma del regolatore e del Ministero dell’Industria, degli affari e degli affari finanziari. DigiShares ha chiesto di partecipare alla sandbox del regolatore danese per analizzare ulteriormente come i titoli tokenizzati possano coesistere con la legge danese.

Alcuni paesi non supportano la tokenizzazione delle azioni poiché richiedono certificati azionari cartacei o negoziazione notarile. Fortunatamente la legislazione danese sui titoli supporta la digitalizzazione delle azioni e non ha nessuno di questi requisiti.

La capacità di tokenizzare azioni (e altri tipi di titoli) è ovviamente importante per DigiShares e per le società danesi, ma avrà importanza anche al di fuori della Danimarca, poiché i titoli emessi in Danimarca possono essere passaportati in qualsiasi stato membro dell’UE. Riteniamo che la Danimarca potrebbe essere una buona destinazione STO per i motivi sopra esposti, ma anche perché riteniamo che altri costi STO tipici possano essere ridotti in modo significativo qui (costituzione, costi legali, ecc.). Come ulteriore vantaggio, la Danimarca è una giurisdizione finanziaria altamente affidabile con uno dei livelli di corruzione più bassi al mondo.

Com’è l’ecosistema e la comunità dei token di sicurezza in Danimarca?

È ancora piuttosto piccolo, ma stiamo facendo del nostro meglio per svilupparlo con conferenze regolari a Copenaghen. Stiamo organizzando una conferenza annuale incentrata sui titoli tokenizzati (Fintech Disruption Summit – http://www.fintechdisrupt.dk/en/home/) e eventi regolari su diversi tipi di tokenizzazione, la prossima volta il 12 settembre con un focus sulla tokenizzazione immobiliare (http://www.digishares.io/events).

Attualmente siamo l’unica azienda nordica con una piattaforma di emissione STO e siamo anche i primi a condurre una STO. Tuttavia, ci aspettiamo che altri si uniscano a noi presto.

Stai attualmente raccogliendo fondi per la tua STO. Quanto stai raccogliendo e quali benefici riceveranno gli investitori?

Stiamo raccogliendo appena al di sotto di 1 milione di euro. Questo limite relativamente basso è stato fissato per consentirci di avvicinarci agli investitori al dettaglio e di commercializzare la STO pubblicamente in tutta Europa. Inoltre, abbiamo presentato un modulo D negli Stati Uniti in modo da poter contattare gli investitori accreditati negli Stati Uniti. Le normative europee sono più flessibili di quelle statunitensi e ci consentono di creare una STO più “democratica” poiché ci è consentito rivolgersi agli investitori al dettaglio in quasi tutti i paesi europei.

Abbiamo progettato la nostra STO in modo che gli investitori ricevano azioni ordinarie della società con esattamente gli stessi diritti di governance dei fondatori, simili a un’IPO standard. Molte STO progettano token “portatori di handicap” con diritti di governance piuttosto limitati per gli investitori, ma non volevamo farlo. In generale, riteniamo che sarà un problema per il settore STO se gli emittenti continueranno a creare token con diritti di governance degli investitori molto limitati.

Quali sono i piani per i fondi raccolti?

I fondi raccolti verranno utilizzati per accelerare il nostro sviluppo & sforzi di marketing. Inoltre, ci sono alcune licenze che vorremmo ottenere per estendere l’ambito della nostra attività. In generale, stiamo vedendo più contatti & opportunità in questo momento di quante ne abbiamo le risorse da sfruttare.

Stai organizzando un evento sugli immobili tokenizzati a Copenaghen il 12 settembre. Ritieni che gli immobili siano la classe di asset più promettente da tokenizzare??

Sì, se guardi le statistiche e parli con esperti del settore, c’è consenso sul fatto che il settore immobiliare sia il più grande pezzo omogeneo del mercato STO in questo momento. Quindi, attualmente, stiamo dirigendo i nostri sforzi di marketing e sviluppo in questa direzione. Al nostro evento di tokenizzazione immobiliare parteciperanno circa 100 professionisti del settore immobiliare nordici. Il 90% di loro sono persone non blockchain che speriamo di motivare e ispirare ad adottare blockchain. In generale, non andiamo a molti eventi del settore blockchain, ma piuttosto dedichiamo i nostri sforzi alla finanza tradizionale & industrie immobiliari.

Speriamo di annunciare presto una STO immobiliare e siamo anche coinvolti in un progetto davvero entusiasmante sulla creazione di scambi di token di sicurezza eurasiatici.

Su quali altre classi di attività ti concentrerai?

Tramite i partner stiamo anche esaminando il debito e le obbligazioni, ma in questa fase ci concentriamo principalmente sull’equità. La piattaforma può gestire qualsiasi tipo di sicurezza.

Dove vede il settore tra 5 anni e il ruolo di DigiShares in questo settore?

Attualmente vediamo due tendenze principali; uno con le startup che tentano di creare una nuova infrastruttura finanziaria parallela e un altro con gli operatori storici che adottano la blockchain e si avvicinano alle nuove opportunità con la loro velocità. Queste due tendenze alla fine si fonderanno e emergerà una nuova infrastruttura finanziaria in cui esisteranno ancora alcune vecchie istituzioni finanziarie e alcuni dei nuovi attori saranno stabiliti come leader. Vedremo solo uno o due principali standard di protocollo dei token di sicurezza. I consumatori (investitori) sono i veri vincitori con commissioni molto ridotte per il trading, tassi di interesse ridotti per il debito, tassi di interesse aumentati per i depositi, operazioni finanziarie più veloci ed efficienti, ecc..

Per saperne di più, visita la nostra pagina della scheda di attività commerciale di Digishares o il Sito Web di Digishares.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
Adblock
detector
map