Mikko Ohtamaa, CTO di TokenMarket – Interview Series

Mikko è cofondatore e CTO di TokenMarket Ltd, una delle principali piattaforme di vendita di token e crowdfunding blockchain a Gibilterra. Mikko ha consigliato dozzine di startup blockchain. È anche l’ex co-fondatore e CTO di LocalBitcoins, uno scambio di criptovalute peer-to-peer. Mikko ha conseguito la laurea magistrale. in ingegneria industriale e gestione presso l’Università di Oulu. Mikko si impegna attivamente in comunità open source e parla in conferenze. È cofondatore di Pycon Finland, una conferenza di programmazione Python. Mikko è anche membro della Plone Foundation, la più antica delle fondazioni open source senza scopo di lucro.

AT: Sei nel settore delle criptovalute dal 2011. Potresti condividere con noi come sei stato coinvolto per la prima volta con criptovaluta e blockchain?

Mikko: Ai tempi dello sviluppo del software mobile, mi è stato chiesto di sviluppare il primo e originale portafoglio mobile Bitcoin nel 2011, compensato da $ 10.000 in Bitcoin. L’ho rifiutato perché pensavo che fiat sarebbe bastato a quel punto della mia vita. Col senno di poi, accettare questa offerta potrebbe essere stato l’ultimo progetto che dovevo fare. Successivamente sono stato coinvolto nella creazione di LocalBitcoins e da lì sono passato a creare TokenMarket.

AT: Sei elencato come uno dei co-fondatori originali di TokenMarket. Cosa ti ha ispirato a lanciare questo mercato?

Mikko: L’obiettivo originale di TokenMarket era tokenizzare le azioni della società. Tuttavia, nel 2016, era troppo presto per quello. Il termine “token” era appena stato inventato, molti si riferivano ai token come “monete colorate”, considerando le nuove risorse digitali come bitcoin con “sapori” e “colori che rappresentano diversi attributi e scopi del token”.

Abbiamo visto il boom delle ICO arrivare un po ‘prima di altri alla fine del 2016, quando FirstBlood, Gnosis e altri ICO basati su Ethereum hanno iniziato a lanciarsi. Il catalizzatore era che la tecnologia Ethereum era maturata al punto che era realistico lanciare token personalizzati con essa. E oh ragazzo, sono stati lanciati molti gettoni.

TokenMarket aveva la prima piattaforma di tokenizzazione al mondo e improvvisamente si è verificato un picco nella domanda dei clienti. 

AT: Quando ha ispirato TokenMarket a passare dalle ICO alle STO?

Mikko: Non userei una parola pivot qui. I token di sicurezza sono un continuum naturale per le offerte di token non regolamentate. È sempre meglio per gli investitori stessi ottenere qualcosa con diritti di investitore più forti. Le offerte di titoli conferiscono agli investitori diritti che i token di utilità non potrebbero mai legalmente, come ricevere dividendi, rendimenti e diritti di voto nella società da cui si acquista un titolo. Per gli investitori, ricevere un reddito passivo con i token di sicurezza diventa molto più facile piuttosto che spostarsi verso un token di utilità in gran parte instabile e volatile trascinato su e giù dal prezzo del bitcoin.

Dal 2016, il pubblico globale ha impiegato del tempo per conoscere i vantaggi della tokenizzazione, compresi i regolatori finanziari. Ora stiamo assistendo all’interesse delle autorità di regolamentazione di tutto il mondo su come applicare la tecnologia DLT e blockchain ai mercati mobiliari regolamentati. 

AT: TokenMarket ha recentemente annunciato una partnership con Loopring che è un file protocollo per scambi di token decentralizzati. Puoi dirci di più su questo e cosa dobbiamo aspettarci da questa partnership?


Mikko: Loopring è uno dei progetti leader del settore che sviluppa la scalabilità di secondo livello per gli scambi decentralizzati e utilizzeremo la tecnologia di Loopring per scalare il nostro DEX.

Come forse saprai, al momento, gli scambi decentralizzati hanno problemi di scalabilità e non possono eguagliare i volumi dei giganti degli scambi come Bitmexe e Binance‘S. Ma da altri aspetti, gli scambi decentralizzati sono più sicuri ed equi. Gli scambi di bitcoin vengono violati ogni due settimane. Alcuni scambi sono accusati di commerciare con informazioni privilegiate e contro i propri utenti. Alle autorità di regolamentazione piacciono gli aspetti decentralizzati, poiché garantiscono che tutti gli investitori e i trader possano accedere ai dati post-negoziazione in modo uguale, non possono esserci irregolarità con la contabilità e il trading con qualcosa di semplicemente fabbricato. 

La buona notizia è che i token di sicurezza avranno una bassa liquidità, come Bitcoin nel 2012, quando inizieranno a essere lanciati per il trading. Ma per la futura tecnologia di scambio, vogliamo costruirla meglio e più a prova di proiettile di ciò che hanno oggi sia il trading tradizionale che il trading di criptovalute. Vediamo la ricerca accademica e la teoria che ci permettono di arrivarci, ora è solo l’ingegneria nei prossimi anni per mantenere questa promessa.

AT: Puoi dirci quali sono i requisiti di quotazione per le aziende che desiderano fare crowdfunding tramite la piattaforma TokenMarket?

Mikko: Ci sono molte piattaforme di crowdfunding là fuori che operano su una tesi “adatta a tutti”, TokenMarket opera su un focus specifico del settore. Cerchiamo principalmente società in crescita globale in settori come fintech, giochi e servizi software, poiché questo è ciò che il nostro pubblico di investitori ha cercato negli ultimi due anni. 

Cerchiamo principalmente aziende che sono vicine o che hanno già alcuni ricavi sostanziali generati con un focus commerciale chiave sulle attività B2C. 

AT: TokenMarket sta attualmente aumentando la propria STO. Sei felice finora dell’andamento di questo aumento?

Mikko: Questo è un rilancio pilota sotto il regolatore del Regno Unito, FCA, sandbox. Dobbiamo dimostrare loro che il crowdfunding azionario tokenizzato funziona: i pagamenti entrano, le persone ricevono i loro token e sono correttamente registrati nella Companies House come azionisti. 

Non ci aspettiamo un’enorme quantità di denaro per il nostro progetto pilota a causa dei limiti dei test Sandbox di FCA del Regno Unito. In attesa dell’approvazione normativa, saremo in grado di raccogliere fino a 8 milioni di euro da investitori auto-accreditati per tutte le nostre STO senza restrizioni sul limite di finanziamento privato. 

AT: Ci sono STO che stanno lanciando su TokenMarket che ti hanno entusiasmato personalmente?

Mikko: Sì, ci sono! Ma a rischio di approvare pubblicamente o sollecitare un investimento in titoli, dai un’occhiata alla nostra pipeline di progetti qui.

AT: Dove vedi il mercato tra 10 anni?

Mikko: Il cambiamento e la trasformazione non riguardano solo la tecnologia o la blockchain. C’è un processo in corso su come si comportano i nuovi investitori, i millennial. È in corso un processo per ridurre il regolamento per gli elenchi delle PMI dall’ultima bolla finanziaria, soprattutto in Europa. Poi c’è un cambiamento nella globalizzazione poiché le future economie potenti del mondo potrebbero provenire da paesi come Brasile, Indonesia e Nigeria.

L’investimento futuro sarà più “guidato dal mercato” e meno incentrato sulle relazioni e sui modelli network centric. Sostituiremo la Silicon Valley e le loro reti di capitale di rischio con un sito web come Amazon ha fatto per il commercio al dettaglio. È ironico?

AT: C’è qualcos’altro che vorresti condividere su TokenMarket?

Mikko: Se sei un’azienda high tech in cerca di finanziamenti, contattaci. Se sei un fondo, un family office o simili alla ricerca di investimenti alternativi, contattaci. Non ci interessa da quale parte del mondo vieni. Vogliamo creare condizioni di parità per opportunità e investitori in tutto il mondo.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
Adblock
detector
map