Prezzo Bitcoin oggi: guida al valore del tasso di cambio BTC / USD

Contents

Prezzo Bitcoin in tempo reale in BTC / USD valore del tasso di cambio

La domanda più posta nell’ecosistema delle criptovalute di oggi è: qual è il prezzo di Bitcoin.

Questa guida ai prezzi dei bitcoin è suddivisa in quattro analisi principali per capire come funziona il tasso di cambio BTC / USD. Il primo è il grafico dei prezzi BTC in tempo reale sopra, seguito da questi tre componenti principali:

  • cosa significa il tasso di cambio bitcoin (come si aggiorna la formula dei prezzi di BTC in USD)
  • i fattori economici più popolari del mercato delle criptovalute che fanno aumentare (o diminuire) il prezzo del bitcoin
  • cronologia storica dei prezzi dei bitcoin degli eventi con date cronologiche e BTC nelle notizie in USD

Cosa significa il tasso di cambio in USD del prezzo di Bitcoin (BTC)?

Mentre guardiamo all’analisi del grafico bitcoin del prezzo dell’ultimo mese in bitcoin, è estremamente significativo conoscere l’ovvio, in quanto i tassi di cambio giocano un ruolo cruciale nel trading di valuta.

Tuttavia, alcune persone potrebbero non comprendere appieno come funzionano i tassi di cambio. Oggi spieghiamo tutto ciò che devi sapere su come funzionano i tassi di cambio bitcoin e come viene determinato il prezzo del bitcoin.

La rete bitcoin è in funzione da quasi 4.000 giorni (17 dicembre 2019 per l’esattezza) da quando è iniziato il software blockchain BTC peer-to-peer open source.

Un decennio fa, un bitcoin valeva meno di un centesimo. Oggi, un bitcoin vale circa $ 10.000 e ha un massimo storico di poco meno di $ 19.900 BTC / USD. Chiaramente, il tasso di cambio del bitcoin ha oscillato selvaggiamente nel corso degli anni poiché la volatilità ha persino visto non uno, non due, ma tre diversi svantaggi dell’80% rispetto ai precedenti massimi del grafico.

Le domande più impegnative a cui forniremo risposte sono le seguenti:

  • Come viene calcolato un tasso di cambio come BTC / USD?
  • Quali tipi di fattori entrano nel tasso di cambio?
  • Perché i tassi di cambio cambiano?
  • Cosa fa fluttuare selvaggiamente il tasso di cambio del bitcoin con la volatilità?
  • Cosa determina se il tasso di cambio del bitcoin sale o scende?
  • Chi imposta il tasso di cambio del bitcoin e il suo calcolo in USD?
  • Perché alcuni tassi di cambio delle valute legali sono fissi mentre altri sono fluttuanti?
  • qual è stato il prezzo storico passato del bitcoin dal 2009 al 2019?
  • quali sono i guadagni e le perdite di valore del tasso di cambio bitcoin mese per mese, anno per anno?
  • quali sono le domande più comuni sul prezzo del bitcoin misurato in valore USD?

Ci auguriamo che la comunità delle criptovalute sia pronta per questa guida ai prezzi dei bitcoin unica nel suo genere.

Ecco un semplice calcolatore di conversione del prezzo da bitcoin a USD e un modo semplice per scambiare BTC con USD.

Cos’è un tasso di cambio? Come funzionano i valori di scambio di BTC in USD?

Che si tratti di tassi di cambio di criptovaluta o tassi di cambio di valuta fiat, i tassi di cambio funzionano tutti più o meno allo stesso modo.

Un tasso di cambio è semplicemente un modo per esprimere il valore di una valuta rispetto a un’altra. Ti dice quanto vale la tua valuta in una valuta estera.


Il tasso di cambio corrente tra il dollaro degli Stati Uniti (USD) e il dollaro canadese (CAD), ad esempio, è di circa $ 1 USD = $ 1,30 CAD. Ciò significa che il tuo 1 USD equivale a $ 1,30 CAD.

Puoi anche esprimere i tassi di cambio in modo opposto. Puoi dire $ 1 CAD = $ 0,76 USD. Se stai cambiando CAD con USD, dovrai pagare $ 1 CAD per ricevere $ 0,76 USD in cambio.

A partire da novembre 2019, il tasso di cambio tra bitcoin e USD è di circa 1 BTC = $ 9.400 USD.

Per aiutarti a capire i tassi di cambio, può essere utile pensare a un tasso di cambio come al prezzo che devi pagare nella tua valuta per acquistare un’altra valuta. Se il tasso di cambio BTC / USD è 10.000,00, ad esempio, significa che costa $ 10.000 USD per acquistare 1 BTC. Il tasso di cambio mostra sempre quanta parte della seconda valuta (USD) è necessaria per acquistare un’unità della prima valuta (BTC).

Come funzionano le coppie di tassi di cambio

qual è il tasso di cambio bitcoin

A volte, vediamo anche i tassi di cambio espressi in coppia. Una coppia di valute è una quotazione del tasso di cambio per due diverse valute negoziate nei mercati dei cambi (forex) o delle criptovalute.

Quando viene effettuato un ordine per una coppia di valute, viene acquistata la prima valuta elencata o valuta di base, mentre viene venduta la seconda valuta elencata nella coppia, la valuta di quotazione..

La coppia di valute EUR / USD è la coppia di valute più liquida al mondo. Con questa coppia, una parte vende EUR per USD, mentre l’altra parte acquista EUR per USD.

A volte, le coppie di valute saranno espresse in questo modo: EUR / USD = 1.200. Ciò significa che puoi vendere la prima valuta (EUR) per ricevere la seconda valuta (USD) nell’importo indicato. Puoi vendere 1 EUR per $ 1,2 USD.

Ci sono tante coppie di valute quante sono le valute nel mondo. Dalle principali coppie di valute come USD e JPY a coppie di valute più piccole come il Denar della Macedonia settentrionale (MKD) e il Lek albanese (ALL), non c’è limite al numero di valute che puoi acquistare e vendere oggi.

Da dove vengono i tassi di cambio?

Da dove vengono i tassi di cambio?

La maggior parte delle valute estere e delle criptovalute viene scambiata 24 ore al giorno, 7 giorni alla settimana. Oltre $ 5 trilioni di valuta fiat cambiano di mano ogni giorno in tutto il mondo.

Esaminiamo queste transazioni per determinare il tasso di cambio corrente. Quanto ha pagato qualcuno per acquistare USD con BTC? Quanto ha pagato qualcuno in CAD per acquistare USD?

Con tutte le valute, i prezzi cambiano costantemente. Ad esempio, i pesos messicani vengono costantemente scambiati con dollari statunitensi. Gli euro vengono costantemente scambiati con rubli russi. Queste transazioni in valuta avvengono costantemente e queste transazioni determinano il tasso di cambio.

Tassi di cambio fissi e fluttuanti

La maggior parte delle principali valute mondiali utilizza a tasso di cambio fluttuante. Il tasso di cambio cambia in qualsiasi momento a causa della domanda e dell’offerta. Alcuni paesi, tuttavia, utilizzano tassi di cambio fissi. I tassi di cambio di queste valute non possono cambiare. Il tasso è fisso o ancorato a qualcosa.

In un tasso di cambio fluttuante, un numero illimitato di fattori può influenzare i tassi di cambio. Quando il Regno Unito ha votato per lasciare l’Unione Europea, ad esempio, il valore della sterlina britannica (GBP) è sceso rispetto all’euro, al dollaro USA e alle altre principali valute mondiali.

I tassi di cambio possono essere influenzati da innumerevoli fattori, motivo per cui la maggior parte dei tassi di cambio fluttua nel corso della giornata.

Alcuni paesi, tuttavia, non hanno tassi di cambio fluttuanti. Hanno tassi di cambio fissi. Questi paesi ancoreranno la loro valuta al dollaro USA o una valuta altrettanto stabile, quindi manterranno tali tassi per un lungo periodo di tempo.

Il Riyal dell’Arabia Saudita, ad esempio, ha un tasso di cambio fisso. Cambia valore solo quando il governo decide di cambiarne il valore.

La Cina, nel frattempo, ha avuto un sistema simile per molto tempo con lo yuan. Il valore dello yuan è stato mantenuto artificialmente basso rispetto al dollaro USA per rendere le merci cinesi più attraenti per gli esportatori. Oggi la Cina si è allontanata da questo sistema, anche se lo Yuan non è ancora autorizzato a fluttuare completamente. Lo Yuan può invece muoversi all’interno di una piccola fascia.

I governi o le banche centrali controllano i tassi di cambio?

I governi o le banche centrali controllano i tassi di cambio?

La maggior parte dei principali paesi oggi utilizza tassi di cambio flessibili o fluttuanti. Il governo degli Stati Uniti, ad esempio, non può modificare direttamente il tasso di cambio dell’USD con altre valute legali. Il tasso di cambio fluttua apposta.

La maggior parte delle banche centrali non modifica direttamente i tassi di cambio. Tuttavia, le banche centrali possono emanare politiche per influenzare indirettamente i tassi di cambio a lungo termine.

Le banche centrali possono regolare i tassi di interesse e influire sull’inflazione, ad esempio, entrambi i quali possono influenzare il valore di cambio di una valuta rispetto alle valute globali.

Alcuni governi controllano direttamente i tassi di cambio

Alcuni governi controllano direttamente i tassi di cambio

La maggior parte dei governi nazionali non interferisce direttamente con i tassi di cambio. Tuttavia, i governi di alcuni paesi influiscono direttamente sui tassi di cambio.

Il Riyal dell’Arabia Saudita, ad esempio, raramente fluttua rispetto alle valute globali perché il governo saudita utilizza un tasso di cambio fisso. Questo tasso di cambio cambia solo quando il governo decide di cambiarlo.

Lo yuan cinese, nel frattempo, ha avuto un tasso di cambio fisso per decenni, sebbene il governo cinese stia ora passando a un tasso di cambio flessibile. Oggi, il tasso di cambio dello yuan cambia meno frequentemente rispetto alle valute con un tasso di cambio flessibile, ma cambia più frequentemente rispetto alle valute con un tasso di cambio fisso.

Quando un governo mantiene un tasso di cambio fisso, tale tasso di cambio è solitamente ancorato al dollaro USA. Alcuni paesi, come Singapore, ad esempio, vincolano il valore della loro valuta a un paniere di attività, tra cui il dollaro USA e altre principali valute o asset globali.

Cosa influenza il tasso di cambio di una valuta?

Tutti i tassi di cambio delle valute sono influenzati da fornitura e richiesta – compreso il tasso di cambio per bitcoin, dollaro statunitense e altre valute.

Quanto sono disposte a pagare le persone per un bitcoin? Quanti bitcoin sono disponibili? Sulla base delle risposte a queste due domande, il prezzo del bitcoin aumenterà o diminuirà.

Naturalmente, la domanda e l’offerta sono strettamente legate a migliaia di fattori diversi.

nel mondo delle valute tradizionali, tre fattori influenzano il tasso di cambio:

Tasso d’interesse: La maggior parte dei paesi ha una banca centrale che paga un tasso di interesse. Un tasso di interesse più alto rende la valuta più preziosa perché gli investitori vogliono investire in quel paese, approfittando degli alti tassi di interesse convertendo i loro soldi nella valuta di quel paese. Gli investitori cambieranno la loro valuta con la valuta che paga interessi più elevati, quindi la salveranno nella banca di quel paese per approfittare di quei tassi elevati.

Fornitura di denaro: La maggior parte delle banche centrali controlla anche l’offerta di moneta. Il Bureau of Engraving and Printing degli Stati Uniti, ad esempio, stampa 38 milioni di banconote al giorno per un valore nominale di circa 541 milioni di dollari. Quando si stampa più denaro, si indebolisce il valore del denaro in circolazione. Troppi soldi inseguono troppo pochi beni e servizi. Le persone che detengono denaro aumenteranno i prezzi di beni e servizi, creando inflazione. Se viene stampato troppo denaro, allora vediamo iperinflazione, come quello che abbiamo visto nella Germania degli anni ’20 o nello Zimbabwe moderno.

Crescita economica e stabilità finanziaria: Un paese con un’economia forte e in crescita attirerà gli investitori. Questi investitori acquisteranno i beni e i servizi del paese. Devono acquistare la valuta del paese per farlo, il che fa aumentare il prezzo di quella valuta. Al contrario, se la crescita economica e la stabilità finanziaria del paese si indeboliscono, gli investitori vorranno vendere i propri asset, creando una pressione al ribasso sulla valuta e facendo scendere i prezzi.

Tutti e tre questi fattori hanno un impatto significativo sui prezzi delle valute legali. Successivamente, daremo un’occhiata a come determinati fattori influenzano il prezzo del bitcoin.

Cosa influenza i tassi di cambio crittografici?

Cosa influenza i tassi di cambio delle criptovalute?

Tutti i fattori di cui sopra svolgono un ruolo cruciale nei tassi di cambio nei mercati valutari legali. Ma per quanto riguarda i mercati crittografici?

Nei mercati delle criptovalute, i tassi di cambio sono governati principalmente dagli stessi due fattori generali: domanda e offerta.

Fornitura: Quanti token sono disponibili per essere acquistati? Con che velocità cresce l’offerta ogni anno? Quanti gettoni sono bloccati? Quanti token sono disponibili tramite scambi o nelle mani del pubblico?

Richiesta: Quanto è disposto a pagare qualcuno per ogni gettone? Quanto male le persone vogliono acquistare un particolare gettone? Quali tipi di caratteristiche interessanti ha la valuta che nessun’altra valuta ha?

Quando la domanda e l’offerta sono uguali, il valore di una criptovaluta rimane uguale. Quando la domanda supera l’offerta, nel frattempo, i prezzi aumentano. Lo abbiamo visto con bitcoin nell’ultimo decennio: bitcoin ha una fornitura fissa di 21 milioni, con un numero in calo di token rilasciati periodicamente. Poiché la domanda di bitcoin è aumentata e l’offerta è rimasta la stessa, il prezzo per bitcoin è inevitabilmente aumentato.

Naturalmente, l’offerta e la domanda sono costituite da migliaia di fattori diversi.

Una criptovaluta con una forte comunità di sviluppatori, un ottimo supporto per le app e molto clamore, ad esempio, avrà una forte domanda. Migliaia di fattori possono influenzare la domanda.

Come funziona il tasso di cambio di Bitcoin?

Come funziona il tasso di cambio di Bitcoin?

Il tasso di cambio di Bitcoin funziona in modo diverso rispetto alle valute nazionali tradizionali.

Certo, il tasso di cambio del bitcoin è influenzato da alcuni degli stessi fattori.

Il fornitura di denaro (o fornitura totale) di bitcoin svolge un ruolo, ad esempio, così come il file tasso di inflazione (tasso di emissione o ricompensa del blocco) di bitcoin.

A differenza delle valute nazionali, tuttavia, il tasso di cambio del bitcoin non è influenzato da nessuna specifica economia nazionale. La banca centrale di un paese non può modificare il suo tasso di interesse per influenzare il tasso di cambio del bitcoin, ad esempio. Non esiste una banca centrale bitcoin che possa scegliere di rilasciare più bitcoin.

Anche il tasso di cambio di Bitcoin non è realmente influenzato dai cicli finanziari. La crescita trimestrale del PIL di un paese non influisce sul bitcoin, né sui cicli naturali recessivi e inflazionistici.

Sopra, abbiamo parlato di come due semplici fattori influenzano ogni tasso di cambio di valuta nel mondo: domanda e offerta. Proprio come le valute legali, i tassi di cambio delle criptovalute sono influenzati da migliaia di subfattori che compongono l’offerta e la domanda.

Quali paesi hanno tassi di cambio fissi? Sono buoni o cattivi?

Quali paesi hanno tassi di cambio fissi? Sono buoni o cattivi?

Alcuni credono che controllare un tasso di cambio sia una buona idea. Chiaramente, ha funzionato bene per la Cina e l’Arabia Saudita negli ultimi decenni.

Quando la maggior parte delle persone sente parlare di un tasso di cambio fisso, pensa allo yuan cinese e al riyal dell’Arabia Saudita.

Potresti essere sorpreso di apprendere, tuttavia, che gli Stati Uniti e la maggior parte dei principali paesi hanno avuto un tasso di cambio fisso per la maggior parte del secolo scorso.

Per tutto il 1800 e il 1900, gli Stati Uniti hanno gradualmente accumulato la maggior parte dell’offerta mondiale di oro. Il governo degli Stati Uniti ha fissato il prezzo dell’oro a $ 20,67 l’oncia con il Gold Standard Act del 1900.

Quel prezzo sarebbe rimasto lo stesso fino al 1934, quando il Gold Reserve Act proibì la proprietà privata dell’oro e autorizzò il presidente Franklin Delano Roosevelt a svalutare il dollaro USA. Durante la notte, il governo ha aumentato il prezzo dell’oro da 20,67 dollari l’oncia a 35 dollari l’oncia. Il dollaro è stato svalutato del 60%, sebbene il valore delle riserve auree del governo sia aumentato di valore da 0,033 miliardi di dollari a 7,348 miliardi di dollari dall’oggi al domani.

La maggior parte delle altre società riconosceva il valore di una valuta stabile e gli Stati Uniti stavano rapidamente diventando una superpotenza globale. Così, nel 1944, la maggior parte dei paesi del mondo ha firmato l’accordo di Bretton Woods, accettando in tal modo di ancorare le proprie valute al dollaro USA.

Questo gold standard è durato fino al 1971, quando il presidente Nixon ha rimosso il dollaro USA dal gold standard. Da questo momento in poi, il dollaro USA ha mantenuto un tasso di cambio fluttuante o flessibile.

Pro e contro di un tasso di cambio fisso

Pro e contro di un tasso di cambio fisso

Che si tratti di valute legali o criptovalute, i tassi di cambio fissi possono essere buoni o cattivi. Alcuni dei pro e dei contro di un tasso di cambio fisso includono:

Professionisti

Stabilità: Il primo e più importante vantaggio di un tasso di cambio fisso è che può creare stabilità. Gli investitori sanno quanto vale una valuta. Possono investire in un paese e sapere che l’investimento non fluttuerà selvaggiamente a causa della valutazione della valuta.

I paesi più piccoli traggono vantaggio dalla forza dei paesi più forti: Più paesi ancorano la loro valuta al dollaro USA rispetto a qualsiasi altra valuta al mondo. Perché? Ebbene, gli Stati Uniti hanno un’economia forte e diversificata. Quando il dollaro USA cresce, qualsiasi paese che utilizza il dollaro USA può beneficiare indirettamente di tale crescita. Se la tua valuta fiat è ancorata al dollaro USA e il dollaro USA aumenta di valore, anche la tua valuta fiat aumenta di valore.

Contro

I tassi di cambio fissi sono costosi da mantenere: La maggior parte dei governi mantiene un tasso di cambio fisso mantenendo grandi riserve di valuta estera. Per un paese grande come la Cina, sono necessarie vaste riserve di valuta estera per mantenere stabile la valuta. Queste riserve sono costose da mantenere.

Rende un paese un bersaglio per gli speculatori: Fissare un tasso di cambio può rendere un paese un obiettivo per gli speculatori. Gli speculatori possono abbreviare la valuta, riducendo artificialmente il valore della valuta. La banca centrale deve convertire la sua valuta estera per sostenere il valore della sua valuta. Se la banca centrale non ne ha abbastanza, dovrà aumentare i tassi di interesse, provocando una recessione. Lo abbiamo visto con la sterlina britannica nel 1992, quando George Soros continuò a ridurre la sterlina fino a quando la banca centrale del Regno Unito si arrese e lasciò fluttuare la sterlina. Lo abbiamo visto anche con la Svizzera nel 2015, quando il governo ha rilasciato il franco svizzero dal suo ancoraggio all’euro.

I mercati neri possono sovvertire i tassi di cambio fissi: I governi spesso cercano di implementare un tasso di cambio fisso per godere dei vantaggi sopra elencati, solo per fallire con l’effettiva attuazione di quel tasso di cambio fisso. Lo abbiamo visto accadere in Venezuela e in altri paesi. Il governo del Venezuela ha ufficialmente ancorato la sua valuta al dollaro USA per riconquistare la stabilità economica. Tuttavia, la maggior parte dei cittadini è disposta privatamente ad accettare un tasso di cambio molto diverso attraverso i mercati neri. Il tasso di cambio del mercato nero è molto diverso dal tasso di cambio ufficiale, minando il tentativo del governo di creare stabilità.

Tassi di cambio fissi in Crypto

Tassi di cambio fissi in Crypto

Vediamo tassi di cambio fissi nel mondo delle criptovalute. Sono più spesso visti con le stablecoin.

Le stablecoin sono criptovalute che hanno un valore deliberatamente stabile. La stragrande maggioranza delle stablecoin oggi sul mercato è ancorata al dollaro USA. Mantengono il loro valore stabile mantenendo riserve di liquidità in dollari USA 1: 1.

Stablecoin come Gemini Dollar (GUSD) e Tether (USDT) funzionano in questo modo: queste società rilasciano token digitali 1: 1 con le loro riserve di cassa. I possessori di token GUSD e USDT possono scambiare questi token in qualsiasi momento con dollari USA. Finché puoi scambiare 1 GUSD con 1 USD, 1 GUSD varrà sempre 1 USD sul mercato.

Alcuni paesi utilizzano tassi di cambio fissi in modo approssimativo

Alcuni paesi utilizzano tassi di cambio fissi in modo approssimativo

Alcuni paesi hanno creato una soluzione unica. Hanno creato tassi di cambio allentati. Questi tassi di cambio hanno una certa fascia di scambio. Il tasso di cambio può fluttuare all’interno di questa fascia.

L’obiettivo di un tasso di cambio fisso è di dare alla valuta l’adattabilità di un tasso di cambio fluttuante combinato con la stabilità di un tasso di cambio fisso. Se implementato correttamente, può funzionare abbastanza bene.

Esistono tre principali valute legali che attualmente utilizzano tassi di cambio fissi in modo approssimativo:

Cina: Lo yuan cinese (CNY) ha una banda di scambio del 2% basata intorno al punto medio di ieri. Il tasso di cambio può fluttuare all’interno di questa fascia prima che il governo intervenga per stabilizzare il tasso di cambio. Lo yuan è fissato a un paniere di attività (che per lo più consistono in dollari USA).

Singapore: Il dollaro di Singapore (SGD) è gestito all’interno di una fascia di negoziazione per consentire un lento aumento di valore. È fissato a un paniere di risorse.

Vietnam: Il Dong vietnamita (VND) ha una banda di scambio del 2%, sebbene il governo svaluti periodicamente la valuta oltre questo intervallo (come accaduto a dicembre 2016). Il Dong è ancorato al dollaro USA.

I tassi di cambio delle criptovalute non possono essere influenzati dalle banche centrali

I tassi di cambio delle criptovalute non possono essere influenzati dalle banche centrali

Le banche centrali e altri enti governativi hanno una certa influenza sui tassi di cambio delle valute legali. La Federal Reserve statunitense può modificare i tassi di interesse, ad esempio, per influenzare indirettamente i tassi di cambio.

Uno dei maggiori vantaggi della criptovaluta è che i tassi di cambio non rientrano nel dominio del processo decisionale del governo.

Bitcoin è la prima valuta veramente globale al mondo. Non è legato alla performance economica di un singolo paese. Una banca centrale non può influire da sola sul prezzo del bitcoin.

Se l’economia statunitense entra in recessione, il valore del dollaro USA dovrebbe scendere. Il valore del bitcoin, nel frattempo, potrebbe non cambiare rispetto ad altre valute globali, perché bitcoin non è solo collegato all’economia statunitense.

I tassi di cambio delle criptovalute non sono immuni dall’intervento del governo

I tassi di cambio delle criptovalute non sono immuni dall'intervento del governo

Ovviamente, anche i sostenitori delle criptovalute più accaniti ammetteranno che c’è un difetto con le criptovalute: i governi possono ancora influenzare i tassi di cambio delle criptovalute in diversi modi.

I governi possono detenere un Crypto Reserve Fund: Supponiamo che il governo degli Stati Uniti voglia controllare il tasso di cambio BTC / USD. Decidono di acquistare 1 milione di BTC e di tenerlo in un fondo di riserva. Se il tasso di cambio BTC / USD inizia a diventare troppo alto, il governo degli Stati Uniti vende parte di questo fondo, creando pressione di vendita sui mercati e facendo scendere i prezzi.

I governi possono vietare o limitare la crittografia: Il governo cinese ha vietato molti aspetti del trading di criptovalute nel 2017. Ciò ha fatto precipitare i prezzi dei bitcoin, sebbene l’effetto sia stato di breve durata. Molte persone hanno visto questo come un segno positivo: anche un paese grande e potente come la Cina non può influenzare da solo il valore del bitcoin a lungo termine. Tuttavia, pensa a cosa accadrebbe se più paesi vietassero bitcoin dall’oggi al domani. Cosa succederebbe se l’UE cambiasse improvvisamente il modo in cui trattava i bitcoin? Cosa succede se il governo degli Stati Uniti decide di vietare bitcoin?

A causa di questi due inconvenienti, i governi possono ancora influenzare i tassi di cambio delle criptovalute in vari modi.

Nel complesso, tuttavia, i tassi di cambio delle criptovalute sono in gran parte dettati da due forze di mercato: domanda e offerta. I tassi di cambio delle criptovalute non sono fissati a nessun governo specifico, né sono ancorati a un valore specifico o valuta fiat. Questa è un’enorme differenza tra criptovaluta e tassi di cambio fiat.

Tassi di cambio e spread di conversione

Tassi di cambio e spread di conversione

Nei mercati delle criptovalute e delle valute legali, non esiste mai un solo tasso di cambio specifico della criptovaluta.

Certo, il tasso di cambio BTC / USD potrebbe essere di circa 10.000,00, ma è improbabile che tu veda quel tasso di cambio esatto da ogni borsa e banca.

Quando c’è una differenza tra i tassi di cambio, si chiama spread di conversione. Lo spread di conversione è diverso dal prezzo di mercato che un trader otterrà.

Una banca, un cambio di valuta o uno scambio di criptovaluta aumenterà il prezzo in modo da realizzare un profitto. Le carte di credito, PayPal e altri servizi di denaro funzionano allo stesso modo.

Supponiamo che il tasso di cambio USD / CAD sia 1,30. Potresti viaggiare negli Stati Uniti e acquistare una cassa di birra utilizzando la tua carta di credito CAD per $ 10 USD. Se paghi una tariffa di mercato, il costo totale sarà di $ 13 CAD. In realtà, tuttavia, la società della tua carta di credito addebiterà un tasso di cambio aggiuntivo, ad esempio, del 2,5%. Il prezzo che vedi sulla tua carta di credito sarà di $ 13,25 CAD a causa di questa commissione aggiuntiva.

Le banche, i cambi di valuta e le piattaforme di criptovaluta addebitano gli spread di conversione per coprire le commissioni di servizio. Alcuni addebitano commissioni aggiuntive oltre a questo, mentre altri, come le società di carte di credito, addebitano solo commissioni di cambio.

Successivamente, parleremo dei fattori specifici che influenzano il prezzo del bitcoin, ma prima abbiamo un grafico molto speciale per mostrarti la ripartizione mese per mese dell’azione dei prezzi del bitcoin.

Grafico dei prezzi BTC Guadagni / Perdite mese per mese, anno per anno

Bitcoin-Return-By-Month-media-def

Fare clic per ingrandire: Grafico dei prezzi Bitcoin mese per mese 2009-2019 che mostra guadagni e perdite

Ora, ecco un grafico extra dolce realizzato che illustra ogni mese i guadagni e le perdite di prezzo di Bitcoin, oltre a un riepilogo della recensione di ciò che rappresentano tutti questi numeri.

La maggior parte delle persone considera il prezzo del bitcoin come un grafico continuo. Bitcoin viene scambiato 24 ore al giorno, 7 giorni alla settimana, in tutto il mondo. Non segue i cicli tradizionali dei mercati finanziari. Non ci sono rapporti trimestrali sui profitti bitcoin.

Tuttavia, puoi ancora raccogliere alcune informazioni da come si muove bitcoin in ogni mese. Ecco un grafico dei movimenti dei prezzi di bitcoin ogni mese da agosto 2010 (il lancio del primo tracker del tasso di cambio bitcoin) fino a ottobre 2019.

I dati sono stati compilati da Cane Island Alternative Advisors, una società di analisi crittografica con sede in Texas, con dati raccolti da Coinmetrics.

Il grafico sembra un po ‘confuso, con pochi schemi distinguibili. Tuttavia, ecco alcune delle informazioni che possiamo ottenere dal grafico:

  • Bitcoin ha avuto il suo mese migliore a novembre 2013, quando i prezzi sono aumentati del 467,4% tra l’1 e il 30 novembre
  • In media, bitcoin subisce i suoi maggiori movimenti di prezzo positivi ad aprile (32,4% in media) e maggio (28,9% in media), che è significativamente più alto di qualsiasi altro mese
  • Agosto e settembre sono gli unici mesi in cui bitcoin ha avuto un movimento di prezzo medio negativo, con cali rispettivamente del 37,3% e del 48,3%
  • Ottobre e novembre registrano i successivi aumenti di prezzo medi più elevati dopo maggio e giugno, con salti del 20,1% in ottobre e del 26,9% in media a novembre
  • In totale, bitcoin ha guadagnato l’1146,1% cumulativamente nei mesi di maggio tra il 2011 e il 2019, che è un aumento cumulativo più elevato rispetto a qualsiasi altro mese
  • Bitcoin ha registrato aumenti dei prezzi cumulativi altrettanto impressionanti in tutti i mesi di maggio (885,6%), novembre (752,6%) e ottobre (523,3%)
  • Il più grande balzo di prezzo di un anno di Bitcoin si è verificato nel 2013, quando il prezzo del bitcoin è aumentato del 5486,7% dal 1 ° gennaio al 31 dicembre
  • Bitcoin ha avuto solo due anni negativi: nel 2014, il prezzo del bitcoin è sceso del -57,6% dall’inizio alla fine dell’anno; e nel 2018, il prezzo di bitcoin è sceso del -70% dall’inizio alla fine dell’anno
  • Bitcoin ha avuto due mesi in cui il suo prezzo è rimasto perfettamente neutro, cambiando in media dello 0,0% dalla prima all’ultima data del mese: settembre 2010 e aprile 2012
  • Il mese peggiore nella storia di Bitcoin è stato agosto 2011, quando bitcoin è sceso del -39,4% dalla prima all’ultima data del mese
  • Il secondo e il terzo mese peggiore di Bitcoin, è interessante, si sono verificati immediatamente dopo il suo mese di valore: bitcoin è sceso del 37,3% a settembre 2011 e del 36,4% a ottobre 2011

Ora, passiamo alle prime 20 forze trainanti responsabili dello spostamento del prezzo del bitcoin su e giù.

I 20 principali fattori che influenzano il prezzo di Bitcoin

fattori di prezzo bitcoin

Migliaia di fattori individuali influenzano il prezzo del bitcoin. Di seguito abbiamo delineato i 20 principali fattori.

Fornitura massima di Bitcoin

Bitcoin è l’unica valuta principale al mondo con un limite fisso, predeterminato e specifico. Ci saranno solo 21 milioni di bitcoin esistenti. Questo limite è codificato in bitcoin.

L’offerta effettiva di bitcoin, ovviamente, è già molto inferiore a quella. Milioni di bitcoin sono stati persi, bloccati o distrutti. Alcune persone credono che fino a 4 milioni di bitcoin non siano più accessibili.

Dei 18 milioni di bitcoin estratti fino ad oggi, potrebbe significare che solo 12 o 13 milioni sono effettivamente in circolazione e solo altri 3 milioni restano da stampare nei prossimi 120 anni (l’ultimo bitcoin dovrebbe essere estratto nel 2140).

Tasso di emissione (premio blocco)

Proprio come una banca centrale, la blockchain bitcoin stampa nuovi soldi ogni anno. Ogni 10 minuti, la blockchain di bitcoin rilascia 12,5 BTC nell’economia. Questa è la ricompensa del blocco ed è data al minatore di bitcoin che ha estratto quel blocco.

Aiuta a pensare al tasso di emissione come al tasso di inflazione del bitcoin. Man mano che vengono coniati nuovi bitcoin, dovrebbe abbassare il prezzo del bitcoin (supponendo che la domanda rimanga stabile), causando inflazione. Tuttavia, il tasso di emissione di bitcoin è così basso da non tenere il passo con l’aumento della domanda. Ecco perché il prezzo del bitcoin ha continuato ad aumentare anno dopo anno.

Il tasso di emissione di Bitcoin scende periodicamente. Inizialmente, la blockchain di bitcoin ha distribuito 50 BTC come ricompensa per il blocco. Quindi, quel numero è sceso a 25 BTC. Oggi, si trova a 12,5 BTC, con un altro “dimezzamento” della ricompensa del blocco programmato per il 14 maggio 2020. In questa data, la ricompensa del blocco di bitcoin scenderà a 6,25 BTC, il che significa che il tasso di inflazione di bitcoin viene essenzialmente ridotto della metà durante la notte.

La diminuzione dell’offerta di Bitcoin

Non è solo l’offerta di bitcoin a essere un fattore, ma è anche il fatto che l’offerta di nuovi bitcoin sta diminuendo. Finora abbiamo estratto 18 milioni di bitcoin (a novembre 2019). Ci sono solo 21 milioni di bitcoin che verranno mai prodotti, il che significa che abbiamo estratto l’85% della fornitura totale di bitcoin.

Ciò che è ancora più sorprendente è che non mineremo l’ultimo bitcoin fino all’anno 2140!

A causa del sistema di ricompensa dei blocchi in diminuzione di bitcoin, la ricompensa dei blocchi continuerà a essere dimezzata fino a quando non verranno estratti solo pochi decimi o centesimi di bitcoin ogni giorno.

Infine, nell’anno 2140, la blockchain di bitcoin avrà estratto l’ultimo bitcoin, a quel punto non verranno mai creati nuovi bitcoin.

Crescita economica nella comunità Bitcoin

Bitcoin non è legato alla crescita economica di nessun paese specifico. Tuttavia, c’è ancora un’intera economia bitcoin là fuori. Questa economia bitcoin non funziona come l’economia degli Stati Uniti o della Cina.

Tuttavia, l’economia di bitcoin è ancora influenzata da cose come la spesa dei consumatori. Quante volte le persone usano effettivamente bitcoin per spendere? Con che frequenza le persone effettuano transazioni in bitcoin? Che tipo di beni o servizi è qualcuno disposto a fornire 0,5 BTC?

L’economia di Bitcoin è anche influenzata dal sostegno e dallo sviluppo della sua comunità. Gli sviluppatori stanno contribuendo al progetto? Sono membri della comunità che supportano le app bitcoin?

La comunità di Bitcoin ha una propria economia e, man mano che tale economia cresce, influenza la domanda di bitcoin.

Fornitura disponibile di Bitcoin

Questa è la terza volta che citiamo l’offerta come uno dei fattori che influenzano il prezzo del bitcoin. L’offerta disponibile di bitcoin, tuttavia, può essere significativamente diversa dall’effettiva offerta circolante.

Sappiamo che 18 milioni di bitcoin sono stati estratti fino ad oggi. Tuttavia, sappiamo anche che non tutti i 18 milioni di quei bitcoin sono ancora in circolazione.

Ad esempio, un certo numero di bitcoin è detenuto da persone che non li venderanno mai al di sotto di un certo prezzo. Un certo numero di bitcoin è andato perso o distrutto nel corso degli anni e non verrà mai più recuperato.

Con questi fattori in mente, la formula per calcolare l’offerta disponibile di bitcoin si presenta così:

Offerta disponibile = Offerta in circolazione – Bitcoin che vengono trattenuti o persi

Sappiamo che esistono 18 milioni di bitcoin. Ora, supponiamo che due milioni di quei bitcoin siano andati persi. Le persone buttano via i dischi rigidi. Le persone dimenticano le loro password. Le persone distruggono o cancellano accidentalmente i vecchi computer. A causa di questi bitcoin persi o distrutti, abbiamo solo 16 milioni di bitcoin in circolazione.

Ora, supponiamo che dei rimanenti 16 milioni di bitcoin detenuti da persone, 15 milioni di loro non venderebbero mai i loro bitcoin per qualcosa di meno di $ 20.000 ciascuno.

In questo scenario, l’offerta disponibile di bitcoin a qualsiasi prezzo inferiore a $ 20.000 sarebbe di 1 milione di BTC.

Questo gioca un ruolo cruciale nella formazione del prezzo del bitcoin. Supponiamo di avere un gruppo di acquirenti che vogliono investire in bitcoin. Vogliono acquistare 10.000 BTC indipendentemente dal prezzo. Questi acquirenti hanno raggiunto il mercato, prendendo di mira il milione di possessori di bitcoin disposti a vendere per un prezzo inferiore a $ 20.000. Alla fine, i venditori diminuiscono e il prezzo viene spinto verso l’alto. Alla fine, il prezzo viene spinto abbastanza in alto da poter rompere i $ 20.000, che è il punto in cui alcune persone sono disposte a vendere il loro bitcoin.

In definitiva, questo fenomeno di aumento e diminuzione dei prezzi crea una danza avanti e indietro. Il volume di acquisto e vendita continua a fluttuare senza fine, creando volatilità nei mercati fino a quando i prezzi non si stabilizzano.

Sviluppo di app e software

Bitcoin è open source e chiunque può creare qualsiasi cosa su bitcoin. Con l’aumento dell’utilizzo di bitcoin, è aumentata anche la domanda di app e software per migliorare l’usabilità del bitcoin.

Gli sviluppatori di app e software affrontano una situazione di catch-22 con bitcoin. Con l’aumentare della domanda di bitcoin, aumenta anche la domanda di buone app e software bitcoin. Ma affinché gli sviluppatori di app e software possano costruire su bitcoin, devono prima vedere una certa domanda per le loro app e software.

Nonostante questa situazione catch-22, gli sviluppatori di app e software continuano a creare grandi cose su bitcoin. Alcuni software interagiscono direttamente con l’ecosistema bitcoin: le app wallet ti consentono di conservare in modo sicuro bitcoin sul tuo dispositivo mobile, ad esempio.

Altri software non si connettono direttamente alla blockchain di bitcoin in alcun modo. Un’app tracker di portafoglio, ad esempio, controlla semplicemente il prezzo di bitcoin e ti dice quanto è prezioso il tuo portafoglio.

Poiché più app e software sono costruiti su bitcoin, aumenta la domanda di bitcoin. Rende il bitcoin più facile da usare. Inizi a usare bitcoin. Cerchi di convincere i tuoi amici a iniziare a usare bitcoin. È richiesto uno sforzo minore per partecipare a bitcoin. C’è meno curva di apprendimento. Con meno barriere all’ingresso, non c’è mai stato un momento migliore per entrare.

Accessibilità e facilità di acquisto

Agli albori del bitcoin, era relativamente difficile usare bitcoin. Ad esempio, dovevi scaricare il software bitcoin completo solo per contenere bitcoin.

Oggi acquistare bitcoin è facile come scaricare un’app mobile e inserire i dati della carta di credito. Alcune persone possono acquistare bitcoin dalle loro piattaforme di investimento ordinarie, come Robinhood, Fidelity o TD Ameritrade.

Man mano che la facilità d’uso del bitcoin aumenta, diventa sempre più accessibile a un gruppo più ampio di persone. Nel 2011, qualcuno potrebbe aver sentito parlare di bitcoin ed essere interessato all’acquisto di bitcoin, ma è stato dissuaso dall’elevata curva di apprendimento e dal complicato processo di acquisto. Oggi, quella stessa persona deve affrontare pochi ostacoli per acquistare il suo primo bitcoin.

Concorrenza di Altcoin e banche

Nel 2009, quando bitcoin è stato lanciato per la prima volta, non aveva concorrenza. Era l’unica valuta al mondo basata su blockchain e protetta da crittografia. Le persone non sapevano nemmeno cosa fosse la blockchain.

Oggi le cose sono cambiate e il bitcoin ha molta concorrenza. I concorrenti di Bitcoin sono più veloci e più scalabili. Alcuni di loro sono più anonimi o incentrati sulla privacy.

Una cosa, tuttavia, è rimasta costante nel corso della storia delle criptovalute: il bitcoin è rimasto la più grande criptovaluta del mondo per capitalizzazione di mercato. Dal 2009 al 2017, il dominio del bitcoin si è attestato tra il 90% e il 100%. Ciò significa che di tutti i soldi in criptovaluta, dal 90% al 100% di quei soldi era in bitcoin.

Dal 2017 le cose sono cambiate. Nel gennaio 2018, il dominio di bitcoin ha raggiunto il minimo storico di circa il 36%. Più soldi erano nei mercati altcoin concorrenti che in bitcoin.

Oggi, il dominio del bitcoin è nuovamente aumentato. A novembre 2019, l’indice di dominance BTC si attesta intorno al 70%.

Certo, le cose possono facilmente cambiare in futuro. Bitcoin ha avuto il vantaggio del primo motore, ma deve affrontare la concorrenza di alcuni dei team di sviluppo d’élite del mondo. Ci sono criptovalute più veloci e migliori sul mercato, ma nessuno di questi concorrenti ha ancora sfidato il dominio del bitcoin.

Inoltre, bitcoin sta affrontando la concorrenza di qualcosa di più delle semplici altcoin. Le banche stanno realizzando i propri servizi di trasferimento di denaro gratuiti, come Venmo. Le aziende stanno anche lanciando le proprie valute digitali, come la Bilancia di Facebook, che è supportata. Tutti questi potrebbero essere una competizione per bitcoin.

Costo di produzione

Il costo di produzione gioca un ruolo cruciale nel prezzo del bitcoin. Sì, il bitcoin è una valuta virtuale e non esiste un “bitcoin” fisico che debba essere prodotto. Tuttavia, ci sono ancora costi di produzione reali coinvolti nel bitcoin, inclusi l’estrazione mineraria e il consumo di elettricità.

Il mining di bitcoin richiede l’uso di enormi quantità di energia per alimentare le server farm. Queste server farm lavorano per creare una soluzione crittografica. Il primo computer a trovare quella soluzione riceve la ricompensa del blocco.

Man mano che più minatori si uniscono all’ecosistema bitcoin, diventa sempre più difficile estrarre bitcoin. La difficoltà aumenta, il che significa che sono necessarie più elettricità e potenza di calcolo per risolvere ogni puzzle crittografico.

In teoria, non deve esserci una connessione tra il prezzo di mercato del bitcoin e i suoi costi di mining. In pratica, tuttavia, troviamo che il prezzo del bitcoin è strettamente correlato al suo costo marginale di produzione.

Questioni normative e legali

È vero che i singoli governi non hanno il pieno controllo sui bitcoin. Tuttavia, è anche vero che i singoli governi possono emanare regolamenti che hanno un impatto significativo sul bitcoin.

Lo abbiamo visto a settembre 2017, quando la Cina ha vietato agli scambi di bitcoin di operare nel paese. Il prezzo di Bitcoin è precipitato (anche se in seguito è rimbalzato al suo massimo storico entro la fine dell’anno).

Lo abbiamo visto anche a New York, che è stato il primo stato a introdurre regolamenti specifici per le criptovalute che gli scambi devono seguire. Oggi, molti scambi di criptovalute continuano a vietare ai residenti di New York di partecipare allo scambio perché questi scambi non vogliono rispettare i requisiti di BitLicense.

Cosa succede se l’IRS decide improvvisamente che il bitcoin non è tassabile? Cosa succede se il governo degli Stati Uniti domani vieta l’acquisto di bitcoin? Cosa succede se l’Unione Europea emana regolamenti che vietano rigorosamente l’uso degli scambi di criptovaluta?

Tutte queste situazioni sono realizzabili. Alcuni regolamenti faranno precipitare il prezzo del bitcoin, mentre altri faranno aumentare o rimanere lo stesso. Ma chiaramente, le modifiche normative e legali hanno un impatto significativo sul prezzo del bitcoin.

Disponibilità su scambi locali e internazionali

Gli scambi di criptovaluta più grandi del mondo accettano valute legali popolari come il dollaro USA e l’euro. Tuttavia, la maggior parte degli scambi di criptovaluta non accetta valute legali più piccole. La maggior parte degli scambi di criptovaluta non ha una coppia AUD / BTC, ad esempio, o una coppia CAD / BTC. Invece, australiani e canadesi devono andare in borse speciali per scambiare i loro dollari australiani o canadesi con bitcoin.

Man mano che il bitcoin diventa più disponibile negli scambi globali, diventa più facile per le persone in tutto il mondo acquistare. Alcune delle maggiori opportunità di crescita di bitcoin si trovano nelle parti in via di sviluppo del mondo: oltre 2 miliardi di persone in tutto il mondo sono poco servite dalle banche tradizionali, ma potrebbero trarre notevoli vantaggi dal bitcoin.

Ogni volta che uno scambio di criptovalute si apre in una nuova parte del mondo poco servita, aumenta la disponibilità di bitcoin, abbassando le barriere all’ingresso e affrontando la crescente domanda.

Copertura mediatica

La copertura mediatica del bitcoin ha un’enorme influenza sulla domanda di bitcoin, quindi non sorprende che i media possano influenzare in modo significativo il prezzo del bitcoin.

L’attenzione positiva dei media può far salire alle stelle i prezzi dei bitcoin. All’improvviso, sembra che tutti stiano parlando di bitcoin in una luce favorevole e lo vedano come il nuovo oro digitale.

Nel frattempo, l’attenzione negativa dei media può far precipitare la domanda di bitcoin. I principali media possono definire bitcoin una truffa o uno schema piramidale, ad esempio, convincendo gli utenti a vendere il loro bitcoin e facendo precipitare i prezzi.

Forks e pietre miliari dello sviluppo

Bitcoin ha subito diversi fork importanti nella sua storia, tra cui soft fork e hard fork. Il più grande hard fork fino ad oggi, tuttavia, si è verificato il 1 ° agosto 2017, quando bitcoin si è diviso in bitcoin (BTC) e Bitcoin Cash (BCH).

Quando si verificano forcelle o importanti pietre miliari dello sviluppo, possono causare ondate attraverso i mercati. Il prezzo di Bitcoin ha oscillato selvaggiamente nei giorni precedenti l’hard fork. Sebbene i mercati possano non comprendere appieno come funzionano questi hard fork o quale sarà il loro impatto finale, è ovvio che questi hard fork hanno un impatto significativo sulla domanda e sull’offerta.

Governance interna

Bitcoin non ha un consiglio di amministrazione. Non esiste una società centralizzata responsabile delle decisioni di bitcoin. La governance di Bitcoin è decentralizzata.

Tuttavia, ci sono ancora, per necessità, figure centrali dietro la governance di bitcoin. Ci sono sviluppatori leader di bitcoin responsabili dei più grandi cambiamenti di bitcoin. Ci sono persone che possiedono determinati domini, come bitcoin.com o bitcoin.org, che possono influenzare le comunità.

Inevitabilmente, ci sono controversie all’interno di questa struttura di governance. A volte, queste controversie vengono risolte senza problemi. In altri casi, portano a forcelle dure. Quando i problemi di governance interna colpiscono bitcoin, possono influenzare l’offerta e la domanda del mercato.

Problemi di sicurezza, hack e violazioni dei dati

Ci sono stati centinaia di attacchi di criptovaluta, violazioni della sicurezza, perdite di dati e altri problemi nel corso degli anni. Quando si verificano queste violazioni, possono inviare onde d’urto attraverso il mercato.

Se uno scambio viene violato e perde $ 100 milioni di fondi dei clienti, ad esempio, può causare il panico nel mercato. Ad esempio, le persone potrebbero provare a vendere i propri bitcoin e ritirare i propri fondi rapidamente.

Oppure, se le informazioni personali, le chiavi private o altri dati di qualcuno vengono trapelati, può causare un panico simile. I problemi di sicurezza possono creare una pressione di vendita al ribasso sul mercato.

Allo stesso tempo, i nuovi progressi nella sicurezza possono dare al mercato una maggiore tranquillità. Un portafoglio nuovo e conveniente può dare alle persone la tranquillità di sapere che i loro fondi sono al sicuro in bitcoin, ad esempio, creando una pressione al rialzo sui mercati.

Truffe Bitcoin e schemi piramidali

Abbiamo tutti sentito le storie di cripto milionari senza sforzo: persone che hanno acquistato enormi quantità di bitcoin al momento giusto, poi hanno tenuto quel bitcoin fino a quando non valeva milioni di dollari. Vorremmo tutti fare soldi facili, motivo per cui i truffatori spesso prendono di mira i nuovi utenti di bitcoin con schemi di arricchimento rapido.

Ci sono state molte truffe nella storia di bitcoin: dalle truffe all’uscita, agli schemi piramidali, ai programmi di investimento fraudolenti. Quando una truffa bitcoin viene scoperta o chiusa, mette tutti i bitcoin in una luce negativa, il che può avere un impatto significativo sul prezzo del bitcoin.

Eventi

Tutti i tipi di eventi possono influire sul prezzo del bitcoin, inclusi:

  • La chiusura dei principali mercati che utilizzano bitcoin (come il famigerato mercato della droga Silk Road)
  • L’annuncio di regolamenti governativi
  • Un attacco hacker o una violazione della sicurezza
  • Annuncio di modifiche fiscali
  • Recessioni globali o grandi eventi economici
  • Forcelle dure
  • Una balena che sposta un gran numero di monete al mercato
  • Un portafoglio intatto dall’inizio degli anni 2010 che ha spostato improvvisamente enormi quantità di bitcoin
  • Il lancio di una criptovaluta concorrente
  • Eventi politici, come l’elezione di un presidente criptato

Tutti questi eventi possono avere effetti diversi sul prezzo del bitcoin.

Il lancio della nuova tecnologia informatica o dei minatori

L’estrazione di bitcoin consiste nell’estrazione del maggior numero di bitcoin con il minor numero di risorse. Con questo obiettivo in mente, i produttori di minatori come Bitmain hanno creato computer altamente specializzati dedicati esclusivamente al mining di bitcoin. Queste macchine altamente efficienti producevano il più alto hashrate possibile con la minor quantità di elettricità.

Man mano che la tecnologia cresce, i minatori diventano sempre più efficienti. Agli albori del bitcoin, potevi estrarre bitcoin con una scheda grafica per PC da gioco media. Oggi riesci a malapena a realizzare un profitto anche con minatori specializzati.

Il lancio della nuova tecnologia informatica influisce in modo significativo sui profitti dei minatori e ciò può influire sul prezzo del bitcoin.

In futuro, potremmo dover affrontare il lancio di computer quantistici. I computer quantistici saranno in grado di far saltare fuori dall’acqua i computer di oggi. Alcuni credono che questo causerà istantaneamente la distruzione della rete bitcoin. Altri credono che si possa evitare che si tratti di aggiornamenti resistenti ai quantum.

Il valore intrinseco del software e della blockchain di Bitcoin

I critici crittografici affermeranno spesso che il bitcoin “non ha valore intrinseco”. Non c’è nulla a sostegno del bitcoin, quindi come può valere qualcosa a lungo termine?

In realtà, la maggior parte delle valute legali moderne non sono nemmeno supportate tecnicamente da nulla. Nessuna delle principali valute è nel gold standard, per esempio. Alcune economie moderne, come il Canada, non possiedono nemmeno più quantità significative di oro. Invece, queste valute legali ottengono il loro valore “per decreto” del governo. Hanno valore perché ti fidi del governo degli Stati Uniti o del Canada.

Allo stesso modo, il valore intrinseco di bitcoin deriva dal suo software sottostante, che è la blockchain di bitcoin. La blockchain di Bitcoin è un’innovazione tecnologica che ha risolto problemi cruciali con il denaro digitale. Ha risolto il problema della doppia spesa, ad esempio, e il problema dei generali bizantini. A causa della blockchain di bitcoin, abbiamo una versione sicura del denaro digitale che funziona senza un’entità centralizzata e non può essere hackerata. Questo è il valore del bitcoin.

Come le persone usano Bitcoin e vedono Bitcoin come valuta

C’è un considerevole dibattito all’interno della comunità bitcoin su come dovrebbe essere utilizzato bitcoin. Alcune persone credono che il bitcoin debba essere utilizzato esclusivamente come riserva di valore: non consegniamo pezzi d’oro per comprare la nostra tazza di caffè mattutina, quindi perché dovremmo trattare bitcoin in modo diverso?

Altri credono che il bitcoin dovrebbe essere usato come mezzo di scambio. Dovrebbe essere utilizzato per gli acquisti quotidiani.

Il problema si riduce alle tre proprietà di una valuta. Una valuta, per definizione, dovrebbe svolgere tre funzioni fondamentali:

Mezzi di scambio: La valuta dovrebbe essere utilizzata come mezzo per scambiare beni e servizi. Il valore della valuta sarà basato sul valore dei beni e dei servizi che le persone sono disposte a dare in cambio della valuta.

Riserva di valore: Una valuta deve mantenere il suo valore quando viene memorizzata. Se detieni temporaneamente una risorsa e questa perde una quantità significativa del suo valore, non è una valuta molto buona.

Unità di misura: La valuta deve funzionare come unità di misura. Qualcuno può dire che un gallone di latte oggi costa $ 4, per esempio. La valuta viene utilizzata per tenere traccia del valore di beni o servizi. Se un gallone di latte costa $ 4 oggi e $ 300 domani, il dollaro non verrà più utilizzato come unità di misura e non sarà considerato una buona valuta.

Bitcoin soddisfa la definizione di valuta come elencato sopra? In base alla tua opinione, questo può influire in modo significativo sul valore del bitcoin. Diamo uno sguardo più da vicino a come funziona bitcoin per ciascuno degli scopi sopra:

Bitcoin come mezzo di scambio: Alcune persone credono che il bitcoin dovrebbe essere usato come mezzo di scambio. Dovresti essere in grado di utilizzare bitcoin da Starbucks, ad esempio, o di acquistare una nuova auto. Un numero crescente di aziende e commercianti in tutto il mondo ora accetta bitcoin come pagamento. Con il miglioramento della tecnologia di ridimensionamento, sta diventando più facile per il bitcoin essere accettato a livello globale come mezzo di scambio.

Bitcoin come riserva di valore: Il bitcoin è più controverso se usato come riserva di valore. Potresti acquistare 1 BTC per $ 10.000 oggi. Entro un anno, non è irragionevole pensare che 1 BTC valga da $ 2.000 a $ 30.000. Questo rende davvero il bitcoin una buona riserva di valore? In genere, le riserve di valore sono stabili. I prezzi possono salire o scendere, ma l’asset mantiene il suo valore. Ovviamente, puoi anche sostenere che il bitcoin è la migliore riserva di valore perché è isolato da banche centrali, politici, economie nazionali e cose simili, che possono influenzare le valute legali.

Bitcoin come unità di misura: Il bitcoin è il peggiore se usato come unità di misura. Se dici a qualcuno che il tuo gallone di latte costa 0,0005 BTC, non avrà idea di cosa stai parlando. Anche gli appassionati di crittografia non usano bitcoin come unità di misura. Parliamo costantemente di bitcoin in relazione ai dollari USA. Siamo entusiasti quando il prezzo del bitcoin eclissa $ 20.000 USD, per esempio.

I tre fattori soprattutto influenzano la forza del bitcoin come valuta. Man mano che la forza del bitcoin come valuta aumenta, possiamo naturalmente presumere che il suo valore aumenti.

Ora invertiamo la marcia e parliamo della storia del bitcoin e del suo prezzo in USD.

Cronologia dei prezzi di Bitcoin: panoramica della cronologia anno per anno

Chiunque studi il prezzo di Bitcoin vorrà sapere come è cambiato il tasso di cambio del bitcoin nel tempo. E abbiamo riportato tutto indietro, dal 3 gennaio 2009 a novembre 2019, questo è l’elenco più completo di mese per mese e anno per anno compilation di orologi dei prezzi dei bitcoin.

In questa sezione della nostra guida ai prezzi dei bitcoin, ha 2 mini-grandi sezioni:

a) panoramica annuale della cronologia dei prezzi dei bitcoin 2009-2019

b) grafico cronologico dei prezzi del bitcoin storico con riepiloghi delle notizie datate

La maggior parte delle valute legali non salta di valore da $ 0,10 a $ 20.000 in meno di un decennio. Ma bitcoin lo ha fatto. Dopo il lancio il 3 gennaio 2009, il bitcoin alla fine è salito per raggiungere la parità con il dollaro USA. Quindi, il prezzo del bitcoin ha continuato a raddoppiare.

Ecco una breve storia di alcuni dei momenti più importanti del prezzo e del tasso di cambio del bitcoin:

3 gennaio 2009: il lancio di Bitcoin

Il 3 gennaio 2009, Satoshi Nakamoto ha estratto il Genesis Block, che è il primo blocco nella blockchain di bitcoin. Bitcoin è in esecuzione da allora. Il 9 gennaio Satoshi aveva rilasciato la prima versione del software di bitcoin. Prima della fine del mese, Satoshi aveva inviato a uno dei primi sviluppatori di bitcoin, Hal Finney, 10 bitcoin, segnando la prima transazione bitcoin al mondo. È stato l’inizio di una nuova economia digitale.

Ottobre 2009: il primo tasso di cambio Bitcoin

Agli albori del bitcoin, nessuno considerava davvero i tassi di cambio. Bitcoin era un programma software che funzionava in modo unico, ma potresti davvero attribuirgli un valore prefissato? Questo è esattamente quello che è successo nell’ottobre 2009 quando il New Liberty Standard ha pubblicato il primo tasso di cambio bitcoin, che era $ 1 USD = 1,309,03 BTC. A dicembre 2009, Satoshi e il piccolo team di sviluppatori di bitcoin avevano rilasciato la seconda versione del software di bitcoin.

Maggio 2010: il primo acquisto di Bitcoin nel mondo reale

Bitcoin ha raggiunto un traguardo importante nel maggio 2010, quando qualcuno ha effettivamente scambiato un po ‘di bitcoin con un prodotto del mondo reale. Il programmatore con sede in Florida Laszlo Hanyecz ha inviato 10.000 BTC a un uomo a Londra. Poi, l’uomo a Londra ha acquistato due pizze su Internet e le ha fatte consegnare a casa di Hanyecz. Le due pizze valevano $ 25, mentre i bitcoin erano ancora valutati a una frazione di un centesimo. Oggi, effettuare la stessa transazione costerebbe oltre 93 milioni di dollari.

Luglio 2010: Bitcoin attraversa il Penny Mark

Per l’intera storia del bitcoin fino a questo punto, un bitcoin valeva una frazione di un centesimo. Nel luglio 2010, tuttavia, bitcoin ha superato per la prima volta la soglia di $ 0,01.

Novembre 2010: la capitalizzazione di mercato di Bitcoin supera $ 1 milione

Il 2010 è stato un anno enorme per bitcoin. Bitcoin Market, il primo exchange di criptovalute, è stato lanciato a febbraio, mentre il ben più noto Mt. Gox è stato lanciato a luglio. Slush, il primo mining pool al mondo, ha estratto con successo bitcoin per la prima volta. A novembre, tutte le notizie positive si sono sommate a risultati seri, poiché la capitalizzazione di mercato di bitcoin ha superato per la prima volta $ 1 milione.

Febbraio 2011: Bitcoin raggiunge la parità con l’USD, supera la soglia di $ 1

Bitcoin ha raggiunto la parità con il dollaro USA nel febbraio 2011, superando la soglia di $ 1 e raggiungendo un traguardo importante. Questo è stato quando bitcoin ha iniziato a ricevere sia una buona che una cattiva stampa. I principali media hanno pubblicato articoli che collegano l’ascesa di bitcoin al successo del popolare mercato darknet di Silk Road, ad esempio.

Giugno 2011: Bitcoin sale sopra $ 30, poi affonda a $ 10

Per bitcoin, qualsiasi pubblicità era una buona pubblicità. L’attenzione dei media verso il bitcoin ha fatto parlare la gente. Il prezzo di Bitcoin è stato spinto sopra i $ 30 per la prima volta nella sua storia, anche se in seguito è crollato sotto i $ 10. Alla fine di giugno, il monte. Gox ha anche affrontato una grave violazione della sicurezza che ha compromesso migliaia di account utente e i loro bitcoin.

Aprile 2012: Bitcoin supera la soglia dei $ 100

Bitcoin ha iniziato a navigare senza intoppi nel 2012, raggiungendo un massimo storico sopra i $ 100 ad aprile. Nuovi concorrenti come Litecoin, lanciato alla fine del 2011, hanno iniziato a emergere, sfruttando la tecnologia open source di bitcoin per lanciare versioni nuove e migliorate.

2013: Bitcoin supera $ 1.000

Il prezzo di Bitcoin è aumentato per tutto il 2012 fino al 2013, quando ha superato per la prima volta la soglia dei $ 1.000. Anche la capitalizzazione di mercato di Bitcoin ha raggiunto il massimo storico di $ 1 miliardo.

2014-2016: il primo importante mercato degli orsi di Bitcoin

Bitcoin aveva già attraversato piccole corse di orsi e tori prima. Ma il mercato ribassista che ha attirato bitcoin dalla fine del 2013 all’inizio del 2017 è stato il peggiore nella storia del bitcoin fino ad oggi. Nel gennaio 2014, il bitcoin è sceso sotto i $ 1.000 e non avrebbe infranto nuovamente il $ 1.000 per due anni. Durante questo periodo, il Monte. Gox è andato in bancarotta e ha chiuso, il che è stato un problema perché il Monte. Gox gestiva il 70% del volume di scambi di bitcoin nel mondo. Molti pensavano che il bitcoin fosse condannato. Bitcoin ha toccato il fondo sotto i $ 500.

2017: Bitcoin sale al suo massimo storico di $ 20.000

Nel 2017, il mercato ribassista di bitcoin si è rotto in modo improvviso e drammatico. All’inizio del 2017, il bitcoin ha superato la soglia dei $ 1.000, poi non si è fermato. Ha continuato a salire oltre $ 2.000 e $ 3.0000 e $ 4.000, rompendo ogni barriera in rapida successione. Il prezzo di Bitcoin ha registrato un aumento in agosto con l’hard fork di Bitcoin Cash, poi ha registrato un altro aumento a settembre, quando il governo cinese ha vietato gli scambi di criptovalute. Entro la fine dell’anno, tuttavia, bitcoin era ufficialmente diventato un termine familiare. Bitcoin ha raggiunto il massimo storico di poco meno di $ 20.000 a metà dicembre 2017.

Gennaio 2018: Bitcoin cade mentre gli Altcoin crescono

Una marea crescente solleva tutte le barche, ed è quello che è successo con i prezzi di bitcoin e altcoin nel 2017. Con l’aumento del prezzo di bitcoin, i prezzi di altcoin sono aumentati con esso. Nel gennaio 2018, tuttavia, era il momento per le altcoin di brillare. Il prezzo del bitcoin è precipitato fino alla fine del 2017, quindi è sceso di nuovo all’inizio di gennaio 2018. Con il calo del prezzo del bitcoin, tuttavia, i prezzi delle altcoin sono aumentati. Alla fine, il dominio del bitcoin è sceso fino al 36%, il minimo storico.

2018: il secondo importante mercato orso di Bitcoin

Bitcoin ha trascorso la maggior parte del 2018 in preda a “crypto winter”. I prezzi dei bitcoin sono diminuiti, poi i prezzi delle altcoin sono diminuiti, quindi entrambi i prezzi sono diminuiti ancora. Il prezzo del bitcoin ha raggiunto più falsi minimi. C’erano trappole per orsi e trappole per tori. È stata una caduta in disgrazia disordinata e turbolenta per la più grande criptovaluta del mondo. Alla fine, il prezzo del bitcoin si è attestato tra $ 5.000 e $ 7.000.

2019: Bitcoin mostra lentamente segni di rimbalzo

All’inizio del 2019, il bitcoin ha continuato a essere bloccato nel suo mercato ribassista, anche se avrebbe mostrato lentamente segni di rimbalzo. Il tanto atteso lancio di Bakkt è avvenuto nell’autunno 2019, rendendo più facile per le istituzioni partecipare ai mercati delle criptovalute. I principali scambi come Coinbase e Gemini hanno lanciato le proprie soluzioni di custodia delle criptovalute. Tutte le notizie positive hanno spinto il prezzo del bitcoin sempre più in alto. Alla fine di ottobre 2019, bitcoin era seduto a un prezzo compreso tra $ 9.000 e $ 9.500. A differenza del drammatico aumento del bitcoin nel 2017, l’aumento del bitcoin nel 2019 è stato lento e costante invece che improvviso e drammatico.

Ok, ora per la seconda parte della sezione della cronologia dei prezzi di bitcoin, un catalogo molto dettagliato di tutti i principali eventi di notizie che hanno influenzato il prezzo di Bitcoin, insieme ai loro valori di cambio BTC / USD allegati. Non troverai un altro listino prezzi bitcoin 2009-2019 su Internet completo come questo.

Cronologia degli eventi dei prezzi storici dei Bitcoin con le date delle notizie

Cronologia degli eventi dei prezzi storici dei Bitcoin con le date delle notizie

Valori del prezzo del bitcoin (BTC in USD) nel 2019

$ 5,599 = 23 aprile 2019: BTC raggiunge un picco di cinque mesi

Verso la fine di aprile, Bitcoin ha continuato a salire, spingendosi fino a un massimo di 5.598 $. In tal modo, questa è stata la prima volta che Bitcoin ha superato il livello di prezzo di $ 5.500 da novembre 2018, ha raggiunto un punto di prezzo elevato negli ultimi cinque mesi.

$ 5,412 = 10 aprile 2019: BTC ha superato il livello di prezzo di $ 5,000

Bitcoin ha iniziato a salire di prezzo verso l’inizio di aprile in modo del tutto inaspettato, passando rapidamente sopra i $ 4.200 e attraverso il livello di $ 5.000 in sole 48 ore. Dall’inizio del mese, Bitcoin aveva guadagnato oltre $ 1.200.

$ 4,152 = 31 marzo 2019: BTC si è concluso a marzo sopra il livello di prezzo di $ 4.000

Nonostante abbia avuto un inizio anno lento, Bitcoin ha trascorso il mese di marzo con una serie positiva. A poco più di $ 4.100, questo mese ha portato un solido guadagno per l’asset.

$ 3,867 = 28 febbraio 2019: BTC ha mantenuto un aumento incrementale del 10%, mese su mese

Bitcoin ha iniziato il mese sotto i 3.500 $, ma è cresciuto di oltre il 10% in più rispetto all’inizio, chiudendo a 3.867 $ entro la fine di febbraio.

$ 3,461 = 31 gennaio 2019: proposta di CBOE BTC ETF ufficialmente ritirata prima del nuovo invio

La proposta di un ETF Bitcoin con VanEck e SolidX è stata ritirata da CBOE, a causa dei timori che la chiusura del governo avrebbe comunque causato la cancellazione dell’ETF. La proposta è stata ripresentata entro il 31 gennaio, anche se ci sono alcuni esperti che ritengono che la proposta con le migliori possibilità di approvazione da parte del governo come ETF Bitcoin originale con proposta VanEck / SolidX per la SEC.

$ 3,773 = 1 gennaio 2019: Bitcoin ha iniziato l’anno a meno di $ 4.000

Il prezzo di Bitcoin per il 2019 è iniziato a $ 3,773, con una capitalizzazione di mercato totale di $ 66 miliardi. Tuttavia, entro la fine del mese, il prezzo di Bitcoin è sceso a $ 3.468.

Valori del prezzo del bitcoin (BTC in USD) nel 2018

Valori del prezzo del bitcoin (BTC in USD) nel 2018

$ 3,469 = 3 dicembre 2018: il mining di Bitcoin è diventato non redditizio

Negli ultimi anni, a settimane alterne, la difficoltà nel mining di Bitcoin è diventata sempre più intensa. Tuttavia, all’inizio di dicembre, la difficoltà di mining è diminuita solo per la seconda volta in assoluto nell’intera vita del bene. Nel processo, Bitcoin è sceso del 15% per accogliere i prezzi più bassi e offrire supporto per il mining.

$ 4,275 = 15 novembre 2018: Hard Fork di Bitcoin Cash crea ABC e Satoshi’s Vision

Bitcoin Cash è stato pieno di disaccordi indisciplinati tra gli sviluppatori della blockchain, risultando in un hard fork che ha diviso Bitcoin Cash nel lato ABC e nel lato Satoshi’s Vision (SV). La guerra hash tra i due token è stata brutale, anche se Bitcoin Cash ABC alla fine ne è uscito il migliore. Il prezzo di entrambi i token è variato durante questa battaglia, e anche il prezzo di BTC ne ha risentito, riducendosi in un calo di prezzo fino a $ 4.275.

$ 6,415 = 31 ottobre 2018: il white paper di Bitcoin ha compiuto dieci anni

La comunità di Bitcoin ha celebrato il decimo anniversario del rilascio del white paper. Nei giorni che hanno portato all’anniversario, il prezzo di Bitcoin è aumentato di circa il 5% nella settimana.

$ 6,497 = 15 ottobre 2018: Fidelity entra nella Crypto Trading Arena per investitori istituzionali

Questa settimana per Bitcoin è stata preceduta da una notevole quantità di cattive notizie, ma Fidelity ha annunciato il lancio di Fidelity Digital Assets. La nuova soluzione di custodia di livello aziendale ha creato un’opportunità per gli investitori istituzionali che cercavano di essere coinvolti nel settore delle criptovalute. Il ritrovato interesse ha portato con sé un aumento del prezzo del Bitcoin.

$ 6,539 = 18 settembre 2018: Zaif Crypto Exchange ha ceduto a un hack del valore di $ 60 milioni

Zaif, uno scambio di criptovaluta con sede in Giappone, è stato vittima di un hack, che ha portato a una perdita di $ 60 milioni. Quando questa perdita è stata pubblicizzata, Bitcoin è sceso al livello di prezzo inferiore di $ 6.000.

$ 6,516 = 5 settembre 2018: Goldman Sachs annuncia il lancio di No More Bitcoin Trading Desk

Goldman Sachs ha concluso un anno di esplorazione di una piattaforma di trading di Bitcoin con l’annuncio che non avrebbe più lanciato il proprio trading desk. Alcuni esperti ritengono che il mercato ribassista di lunga data sia stato alla fine la causa, ma il prezzo di Bitcoin è sceso ancora di più in entrambi i casi. (Nota a margine è che sono un importante investitore nello scambio di criptovalute Poloniex di Circle).

$ 6,366 = 7 agosto 2018: Annunciato ritardo nella decisione della SEC di governare l’ETF Bitcoin

La SEC ha deciso inaspettatamente di ritardare la decisione di approvare o negare diversi ETF sui Bitcoin che avevano superato i regolamenti per tutta l’estate. Con questa notizia, il prezzo di Bitcoin è sceso e gli investitori hanno iniziato a preoccuparsi che un ETF su Bitcoin non sarebbe mai diventato una realtà.

$ 6,337 = 3 agosto 2018: lancio di Bakkt annunciato da Intercontinental Exchange

L’Intercontinental Exchange (ICE), che è la società madre di molte importanti borse come la Borsa di New York, ha annunciato che lancerà Bakkt. Bakkt, una startup di criptovalute, è stata supportata da Starbucks, Microsoft e altri investitori aziendali negli Stati Uniti e ha deciso di creare un’opportunità per gli investitori istituzionali di essere più attratti da Bitcoin.

$ 7,275 = 26 luglio 2018: proposta di ETF per il secondo Gemini Bitcoin di Winklevoss Twins rifiutata dalla SEC

I fratelli Winklevoss (Cameron e Tyler) hanno tentato di far approvare nuovamente la loro proposta di ETF Bitcoin dalla commissione Securities and Exchange (SEC), ma il mercato non aveva la maturità per ottenerla. La SEC ha espresso, all’epoca, di essere preoccupata per la manipolazione dei prezzi e il prezzo di Bitcoin è sceso di nuovo dopo una settimana di movimento positivo.

$ 8,227 = 16 luglio 2018: Blackrock e Bitcoiners sperano di esplorare il fondo di criptovaluta

Blackrock, il più grande gestore di fondi di investimento al mondo, ha iniziato a lavorare in silenzio su un’esplorazione in un fondo crittografico, solo per far emergere le notizie online delle loro apparenti intenzioni. Il CEO di Blackrock ha confermato i rapporti in un articolo di Reuters e il prezzo di Bitcoin è aumentato senza che alcun fondo crittografico sia stato lanciato da Blackrock..

$ 6,656 = 26 giugno 2018: il divieto di Facebook sugli annunci pubblicitari relativi alle criptovalute è aumentato

Facebook aveva precedentemente vietato qualsiasi pubblicità basata su criptovaluta, ma il 26 giugno ha deciso di annullarla. Poiché gli annunci di criptovaluta sono stati recentemente consentiti sulla piattaforma dei social media, il prezzo di Bitcoin è aumentato e molti esperti hanno creduto che questa fosse la fine del mercato ribassista.

$ 5,928 = 20 giugno 2018: lo scambio di criptovaluta Bithumb è stato violato

Bithumb, uno scambio con sede in Corea del Sud, è diventato oggetto di un hack, provocando un furto di 31 milioni di dollari in criptovaluta da parte degli hacker. Il prezzo di Bitcoin è sceso in modo sostanziale, rendendo il secondo trimestre dell’anno difficile per gli investitori.

$ 6,709 = 11 giugno 2018: le citazioni in giudizio sono state presentate contro quattro scambi di criptovalute dalla CFTC statunitense

Bitstamp, Kraken, ItBit e Coinbase hanno tutti ricevuto citazioni in giudizio dalla Commodities and Futures Trading Commission degli Stati Uniti per conoscere la manipolazione nel mercato delle criptovalute. Nel corso del tempo, la maggior parte delle borse è stata esposta per il loro wash trading e altre forme di manipolazione.

$ 7,609 = 24 maggio 2018: indagine penale del DOJ statunitense sulle accuse di manipolazione dei prezzi di Bitcoin

In vista delle citazioni in giudizio, il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti ha aperto un’indagine criminale per esaminare se gli scambi fossero coinvolti nella manipolazione dei prezzi delle criptovalute. Alcune tattiche proposte coinvolte includevano spoofing, ordini di lavaggio e schemi di pump and dump.

$ 8,372 = 11 maggio 2018: UpBit perquisito dai pubblici ministeri in Corea del Sud

Il più grande scambio di criptovalute della Corea del Sud, UpBit, è stato oggetto di un raid da parte dei pubblici ministeri dopo che sono emersi sospetti di frode. Sebbene Bitcoin abbia inizialmente subito un colpo che ha fatto scendere il prezzo a $ 8.511, il resto della settimana ha portato a un ulteriore calo a $ 8.372.

$ 8.729 = 2 maggio 2018: Goldman Sachs inizia a esplorare la possibilità di una soluzione di trading di Bitcoin

Goldman Sachs è apparso sul New York Times in merito ai rapporti secondo cui il gigante finanziario mirava a lanciare una propria piattaforma di trading Bitcoin. Questa piattaforma avrebbe consentito il trading di bitcoin da parte dei clienti di Goldman Sachs dai loro attuali conti di investimento.

$ 7.127 = 26 marzo 2018: divieto di annunci di criptovaluta emessi da Twitter

Twitter ha seguito l’esempio di Facebook e Google imponendo il proprio divieto di pubblicità per criptovaluta e offerte iniziali di monete. Il divieto è stato imposto fino a quando non è stato possibile chiarire le politiche per il sito web dei social media.

$ 8,570 = 14 marzo 2018: divieto di pubblicità in criptovaluta emesse da Google

Google ha seguito il percorso di Facebook, stabilendo un divieto sia contro le offerte iniziali di monete che sugli annunci di criptovaluta. La politica “cattiva pubblicità” è stata aggiornata per Google per includere il linguaggio specifico per la criptovaluta.

$ 8,344 = 7 marzo 2018: scambi di criptovaluta nuovi ed esistenti richiesti dalla SEC

La Securities and Exchange Commission degli Stati Uniti ha ricordato al pubblico che ogni scambio relativo alle criptovalute deve registrarsi presso la propria agenzia prima di operare negli Stati Uniti. Il prezzo di Bitcoin è rimasto abbastanza stabile attraverso questi promemoria.

$ 8,211 = 31 gennaio 2018: divieto modificato sugli annunci di criptovaluta emessi da Facebook

Facebook ha avviato una tendenza che ha impedito agli utenti di utilizzare la piattaforma dei social media come un modo per pubblicizzare le società di criptovaluta e le loro offerte iniziali di monete. Il divieto di pubblicità da parte di Facebook ha fatto seguito a molteplici denunce di attività dannose nel settore, comprese truffe e frodi ICO.

$ 8,775 = 26 gennaio 2018: Coincheck blocca i prelievi dopo il più grande hack di Bitcoin registrato

Coincheck si è già affermato come uno dei più grandi scambi con sede in Giappone, ma il più grande hack di qualsiasi piattaforma nella storia dell’industria li ha costretti a fermare i prelievi. Gli hacker sono riusciti a scappare con 500 milioni di NEM e $ 123 milioni in XRP, anche se l’importo totale perso dallo scambio è stato ben oltre $ 600 milioni e nessun hack è mai stato maggiore nel settore delle criptovalute.

$ 8.776 = 13 gennaio 2018: l’80% di tutti i bitcoin è stato estratto

Sebbene fossero passati meno di dieci anni dall’estrazione del Genesis Block di Bitcoin, i rapporti indicano che l’80% della fornitura totale di Bitcoin è già stata estratta, lasciando solo il 20% rimasto.

$ 10.685 = 8 gennaio 2018: i procedimenti normativi in ​​Corea causano un drastico calo di Bitcoin

Gli scambi di criptovaluta sudcoreani non erano più elencati su CoinMarketCap in un processo che si è verificato durante la notte. Ben presto, i prezzi delle attività di criptovaluta sono diminuiti in tutto il mondo poiché gli investitori si sono preoccupati poiché i volumi di scambio e l’attività sono stati “aggiustati”.

$ 13.870 = 2 gennaio 2018: Peter Thiel avrebbe acquistato grandi quantità di Bitcoin

Peter Thiel, un investitore in capitale di rischio della Silicon Valley, è entrato nella storia acquistando milioni di dollari in Bitcoin nel gennaio 2018, secondo quanto riportato dal Wall Street Journal. Al momento del valore di $ 13.870 di Bitcoin, il Fondo Fondatore di Thiel presumibilmente valeva milioni di dollari in Bitcoin.

$ 17.163,38 = 28 dicembre 2017: le autorità della Corea del Sud chiudono gli scambi per soffocare le criptovalute

Sono state proposte nuove normative finanziarie per gli scambi di criptovaluta in Corea del Sud, abbattendo lo slancio precedentemente positivo che aveva governato Bitcoin per così tanto tempo. Secondo quanto riferito, i regolatori hanno imposto regole più rigide a causa della preoccupazione che “la speculazione sulla criptovaluta sia stata irrazionalmente surriscaldata in Corea”.

Valori del prezzo del bitcoin (BTC in USD) nel 2017

Valori del prezzo del bitcoin (BTC in USD) nel 2017

$ 19,783 = 18 dicembre 2017: Bitcoin ha raggiunto il valore più alto di tutti i tempi

Il prezzo di Bitcoin non è mai stato così alto poiché l’asset digitale ha raggiunto $ 19,783. Fino ad oggi, Bitcoin non ha mai avuto solo un prezzo elevato e molti esperti sperano che il prezzo torni presto.

$ 17.010,53 = 11 dicembre 2017: i contratti future sui Bitcoin sono stati introdotti da CBOE

Con il lancio dei contratti futures su Bitcoin, il prezzo di Bitcoin ha iniziato a salire, raggiungendo infine il suo prezzo più alto di sempre una settimana dopo. Questo prezzo è aumentato così rapidamente che sono state imposte due interruzioni temporanee delle negoziazioni nel tentativo di calmare i mercati dei futures. CME Group ha effettivamente battuto CBOE nel lancio di prodotti futures su Bitcoin, ma CBOE è stato il primo a lanciare anche il trading.

$ 7,844 = 8 novembre 2017 – Proposta di testimonianza segregata (SegWit2x) ufficialmente annullata

L’aggiornamento di SegWit2x era originariamente programmato per il 16 novembre. Tuttavia, gli sviluppatori hanno abbandonato il loro supporto e l’aggiornamento è stato annullato.

$ 7,255 = 31 ottobre 2017: contratto future su Bitcoin lanciato da CME Group

Il Chicago Mercantile Exchange, noto anche come CME, ha annunciato il suo piano per lanciare i futures su Bitcoin con una scadenza per la fine del 2017. Questa è stata una delle prime volte in cui le istituzioni finanziarie tradizionali hanno iniziato a interessarsi a Bitcoin da utilizzare come un vero investimento strumento, che è stato un grande passo avanti per l’industria. Con questa notizia, il prezzo di Bitcoin è salito a un massimo di $ 6.601 con una capitalizzazione di mercato di $ 110 miliardi.

Subito dopo questa notizia, il Chicago Board of Exchange (CBOE) ha annunciato che stavano lanciando futures su Bitcoin. CBOE è un concorrente diretto di CME.

$ 5,943 = 13 ottobre 2017: Bitcoin ha superato per la prima volta il livello di prezzo di $ 5,000

Anche se Bitcoin ha iniziato il 2017 a circa $ 966, l’asset di criptovaluta ha superato per la prima volta $ 5.000, attestandosi a $ 5.243 per il momento.

$ 3,714 = 15 settembre 2017: scambi di criptovalute Bitcoin in Cina ordinati per l’arresto

Le autorità hanno ordinato agli scambi di criptovaluta di chiudere le operazioni in Cina. Gli ordini hanno fatto scendere il prezzo di Bitcoin mentre il panico si diffondeva nel settore.

$ 3.807 = 12 settembre 2017: il CEO Jamie Dimon di JPMorgan Chase ha definito Bitcoin una “frode”

Jamie Dimon, CEO di JP Morgan Chase & Co., ha pubblicamente condannato Bitcoin come una “frode”, commentando che la situazione di chiunque vi investisse non sarebbe “finita bene”. Ha affermato che qualsiasi dipendente che fosse “abbastanza stupido da acquistare bitcoin” sarebbe stato licenziato dalla sua azienda. Sebbene queste dichiarazioni fossero abbastanza forti da parte di qualcuno profondamente coinvolto nella finanza tradizionale, i follower di Bitcoin sembravano indifferenti, poiché il prezzo si muoveva a malapena.

$ 4,224 = 3 settembre 2017: offerte iniziali di monete vietate in Cina

Per tutto il 2017, le offerte iniziali di monete hanno dominato lo spazio delle criptovalute, ma la Cina ha deciso di adottare un approccio deciso agli sforzi di raccolta fondi emettendo un divieto. L’avviso affermava che le società cinesi non erano autorizzate a raccogliere fondi con l’uso di vendite di token, affermando che c’erano preoccupazioni per frodi e truffe nel settore.

$ 3,384 = 1 agosto 2017: Bitcoin si divide attraverso Hard Fork in Bitcoin e Bitcoin Cash

Sebbene Bitcoin abbia avuto un solido aumento per la prima metà del 2017, è emersa una sfida che ha coinvolto il dibattito su scala della rete di Bitcoin. Questa sfida ha portato Bitcoin a dividersi in Bitcoin e Bitcoin Cash che hanno deciso di dividersi in due asset di criptovaluta, e ognuno è andato avanti con proposte diverse su come affrontare le loro proposte di ridimensionamento.

$ 1,215,69 = 1 aprile 2017: Bitcoin riconosciuto in Giappone come valuta legale

Sebbene mesi di dibattito abbiano preceduto la decisione, il governo giapponese ha scelto di riconoscere Bitcoin come metodo di pagamento legale nel paese. Con le nuove normative nel paese, gli exchange dovrebbero seguire protocolli simili a quelli delle banche, richiedendo regole per conoscere i tuoi clienti (KYC) e protocolli antiriciclaggio (AML).

$ 1,038 = 10 marzo 2017: SEC nega il Bitcoin Exchange Traded Fund di Winklevoss Brothers

Presentato per la prima volta con l’ETF Bitcoin dai gemelli Winklevoss, la Securities and Exchange Commission ha scelto di negare la domanda. La SEC, al momento, ha dichiarato che il mercato dei prezzi non aveva la stabilità e la maturità per resistere e l’ETF.

$ 807 = 3 gennaio 2017: Bitcoin ha superato il livello di prezzo di $ 1.000 per la prima volta in tre anni

Mentre Bitcoin ha registrato un rally principalmente per la maggior parte del 2016, con conseguente violazione di $ 1.000 per la prima volta negli ultimi tre anni.

Valori del prezzo del bitcoin (BTC in USD) nel 2016

Valori del prezzo del bitcoin (BTC in USD) nel 2016

$ 749 = 9 novembre 2016: la vittoria presidenziale di Donald Trump causa il crollo del mercato azionario

Sorprendendo gran parte del pubblico, Donald Trump è stato eletto presidente degli Stati Uniti nelle elezioni del 2016. Con questa notizia POTUS, i mercati globali sono diminuiti negli Stati Uniti, in Giappone e persino a Hong Kong. Tuttavia, Bitcoin è aumentato del 5% rispetto a questi mercati, poiché i trader e le istituzioni hanno iniziato a vedere Bitcoin come una tecnica per proteggersi dai movimenti del mercato globale. Donald Trump avrebbe persino twittato su Bitcoin per la prima volta l’11 luglio 2019.

$ 591 = 2 agosto 2016: attacco informatico contro Bitfinex ruba $ 72 milioni

Bitfinex ha annunciato una tragica perdita dei bitcoin appartenenti a 119.756 clienti a causa di una massiccia violazione della sicurezza. All’epoca, il valore combinato di questa perdita era di $ 72 milioni, poiché il prezzo di Bitcoin è crollato del 20%. Questo hack ha causato molti disordini nella comunità bitcoin, dal momento che il prezzo di Bitcoin è sceso prima dell’annuncio pubblico dell’hacking di Bitfinex, suggerendo che c’erano alcuni detentori che avevano informazioni privilegiate sull’attacco.

$ 674 = 9 luglio 2016: Bitcoin si dimezza per la seconda volta

La ricompensa del blocco di Bitcoin è stata dimezzata per la seconda volta da quando Bitcoin è diventato attivo, passando da 25 BTC a 12,5 BTC per ogni blocco estratto.

$ 454 = 2 maggio 2016: Craig Wright afferma di essere Satoshi Nakamoto

Craig Wright ha pubblicato un blog che delineava la sua affermazione di essere il creatore di Bitcoin, meglio conosciuto come Satoshi Nakamoto. Wright ha caricato una firma della chiave privata, con l’obiettivo di dimostrare il suo controllo sul bitcoin originale estratto da Satoshi nel 2009 e nel 2010. Nonostante i suoi migliori sforzi, la comunità di Bitcoin è riuscita a fare molti buchi nelle sue dichiarazioni entro la fine della giornata, anche se Wright lo ha fatto non si è ritirato dalle sue affermazioni fino ad oggi.

$ 461 = 27 aprile 2016: pagamenti in Bitcoin accettati da Steam

Bitcoin ha iniziato ad essere accettato come pagamento sulla piattaforma di gioco per PC Steam, consentendo ai consumatori di utilizzarlo per l’acquisto di videogiochi e altri contenuti digitali disponibili. Valve, il creatore di Steam, ha annunciato che il processore di pagamento Bitcoin per la piattaforma sarebbe Bitpay.

$ 426 = 4 aprile 2016: OpenBazaar è diventato uno dei primi marketplace decentralizzati

Il lancio del mercato decentralizzato di OpenBazaar è stato uno sforzo per creare un mercato per il trading P2P privo di commissioni, restrizioni commerciali e intermediari. Successivamente, il mercato ha infine rivelato di aver ricevuto un finanziamento di $ 1 milione, grazie a Union Square Ventures, Andreessen-Horowitz e altre importanti società di venture capital.

$ 434 = 21 febbraio 2016: sviluppatori e minatori di Bitcoin hanno proposto un testimone separato

Segregated Witness, noto anche come SegWit, è stato il prodotto di una discussione tra i membri della comunità Bitcoin di Hong Kong. L’idea aveva lo scopo di risolvere la congestione nelle transazioni Bitcoin e il gruppo ha deciso di creare la scalabilità per Bitcoin per diventare un sistema di pagamento internazionale.

Valori del prezzo del bitcoin (BTC in USD) nel 2015

Valori del prezzo del bitcoin (BTC in USD) nel 2015

$ 461 = 8 dicembre 2015: rapporti di Wired affermano che Satoshi Nakamoto è Craig Wright

L’idea originale che ha suggerito l’identità di Satoshi Nakamoto era il dottor Craig S. Wright è stata pubblicata da Wired. La pubblicazione affermava che l’uomo d’affari australiano era lo stesso Satoshi o un “brillante imbroglione”, sulla base delle e-mail, del post del blog cancellato e dei documenti del tribunale trapelati che erano stati usati come risorse dallo scrittore Wired e ricercatore sulla sicurezza Gwen Branwen.

In privato, Wright in seguito ha fornito ulteriori prove che il suggerimento era vero, solo per essere contestato vittoriosamente dalla comunità Bitcoin.

$ 334 = 3 novembre 2015: Unicode ha accettato il simbolo di Bitcoin

Il Comitato tecnico Unicode ha convalidato la crescente influenza di Bitcoin accettando il suo simbolo nello standard Unicode. Il simbolo è stato assegnato allo slot U + 20BF ​​SIGN.

$ 366,67 = 31 ottobre 2015: The Economist presenta Bitcoin in prima pagina per la prima volta

Un articolo intitolato “The Trust Machine” ha messo Bitcoin sulla prima pagina della stimata pubblicazione The Economist. Il liberalismo economico, l’usabilità della tecnologia blockchain e il potenziale per le banche nazionali di rilasciare la propria valuta digitale sono stati tutti discussi nell’articolo.

$ 318,43 = 22 ottobre 2015: l’UE decide di non imporre l’IVA sugli scambi di Bitcoin

Sulla base di una sentenza della Corte di giustizia europea, l’imposta sul valore aggiunto (IVA) non sarà applicabile a Bitcoin e alle valute virtuali all’interno dell’Unione europea. Questa sentenza significa che Bitcoin rientrerebbe maggiormente nella categoria della valuta, piuttosto che essere una proprietà o una merce. La decisione è stata direttamente contraddittoria con la posizione delle autorità di regolamentazione negli Stati Uniti.

$ 268 = 5 ottobre 2015: Winklevoss Twins ha lanciato Gemini Exchange a New York

Il Gemini Exchange è stato lanciato ufficialmente nell’ottobre 2015 da Cameron e Tyler Winklevoss, noti anche come i gemelli Winklevoss. I fratelli si distinguono per il loro coinvolgimento nello sviluppo iniziale di Facebook. L’exchange Bitcoin con sede negli Stati Uniti e regolamentato negli Stati Uniti era già autorizzato per operare in 26 stati al momento del lancio, in base alla loro partnership esistente con una banca a New York. Questo rapporto ha anche assicurato che i depositi dei clienti fossero coperti dall’assicurazione FDIC, che è un vantaggio attualmente concesso ai normali conti bancari.

$ 238,15 = 18 settembre 2015: Bitcoin classificato CFTC come merce

Gli addebiti sono stati presentati e saldati dalla Commodity Futures Trading Commission degli Stati Uniti contro uno scambio per Bitcoin che ha reso possibile il commercio di contratti di opzione. Questo accordo faceva parte della determinazione che “bitcoin e altre valute virtuali sono correttamente definite come merci”.

$ 232,05 = 3 giugno 2015: BitLicense introdotta da New York per il trading di criptovalute all’interno dello Stato

Il lancio della BitLicense a New York rende lo stato uno dei più progressisti nella regolamentazione delle criptovalute. Il requisito ha stabilito un nuovo standard per l’industria locale, garantendo che qualsiasi scambio di criptovaluta che volesse operare a New York avrebbe dovuto ottenere la licenza dal Dipartimento dei servizi finanziari di New York.

Una BitLicense richiede una quota di iscrizione di $ 5.000, una registrazione delle impronte digitali dei dipendenti e l’approvazione scritta per ogni nuova attività aziendale. Gli scambi che non erano così trasparenti con le loro attività nello stato si sono presto trovati a cessare le operazioni dopo il lancio di BitLicense.

$ 222,85 = 26 gennaio 2015: Coinbase si è lanciato come piattaforma per il trading di Bitcoin negli Stati Uniti

Coinbase, un processore di pagamento Bitcoin supportato da investimenti in capitale di rischio, ha annunciato la propria piattaforma di trading. Il lancio è seguito a mesi di lavoro per garantire una relazione tra i regolatori statali e federali. Quando è stato lanciato, Coinbase ha consentito ai clienti di metà degli Stati Uniti di eseguire legalmente operazioni.

$ 198,59 = 4 gennaio 2015: Bitstamp Hack ha comportato una perdita di $ 5,2 milioni

Sebbene il mercato Bitcoin avesse già a che fare con un mercato ribassista, la situazione è peggiorata ulteriormente dopo il furto di 18.866 Bitcoin da un portafoglio caldo con Bitstamp. Con tattiche di ingegneria sociale contro l’amministratore di sistema di Bitstamp, gli hacker sono riusciti a liberarsi di $ 5,2 milioni di Bitcoin. Lo scambio ha dovuto essere chiuso per otto giorni, ma il cold storage di Bitstamp è rimasto protetto. Inoltre, i saldi dei clienti non sono stati influenzati e la perdita era solo una “piccola frazione” delle riserve detenute da Bitstamp.

Bitstamp è ancora uno scambio attivo, che è un destino molto migliore rispetto ad altri grandi scambi.

Valori del prezzo del bitcoin (BTC in USD) nel 2014

Valori del prezzo del bitcoin (BTC in USD) nel 2014

$ 324,87 = 11 dicembre 2014: Bitcoin accettato da Microsoft

Con l’accettazione di Bitcoin da parte di Microsoft, i clienti statunitensi sono diventati in grado di scambiare Bitcoin con app, giochi e altri contenuti digitali, utilizzando gli store online Xbox e Windows. Il loro fornitore di pagamenti Bitcoin era, ed è, Bitpay.

$ 387,40 = 6 ottobre 2014: transazione Bitcoin BearWhale archiviata da Bitcoin Exchange

Il 6 ottobre è stato contrassegnato come uno dei più grandi ordini di “vendita” mai raggiunti sulla blockchain di Bitcoin, poiché un trader sconosciuto ha messo in vendita 30.000 BTC su Bitstamp. Il prezzo limite del BTC era di $ 300 e l’ordine è stato considerato “BearWhale” dalla comunità Bitcoin. Mentre l’ordine è stato eseguito, il prezzo di Bitcoin ha sofferto nel processo.

$ 528,88 = 18 luglio 2014: Bitcoin accettato da Dell

Dell, il gigante dei computer, ha annunciato che i clienti statunitensi sono stati in grado di utilizzare Bitcoin, rendendoli la più grande azienda ad accettare l’asset crittografico. I pagamenti in bitcoin sono stati lanciati da molte altre società di hardware per computer nel 2014, tra cui Overstock, TigerDirect e Newegg, che hanno influenzato la decisione di Dell.

$ 628,50 = 27 giugno 2014: Asta del governo degli Stati Uniti ha venduto 30.000 Bitcoin

30.000 Bitcoin, sequestrati in un raid dell’ottobre 2013, sono stati venduti dal servizio Marshals degli Stati Uniti. Il raid del mercato darknet di Silk Road ha consentito al governo di mettere all’asta i Bitcoin al miglior offerente, poiché la maggior parte dei Bitcoin sono stati acquistati dal miliardario Tim Draper..

Ad oggi, Draper è ancora uno dei più grandi hodler di bitcoin.

$ 592,28 = 13 giugno 2014: 51% Controllo di rete Bitcoin temporaneamente protetto da GHash.io

GHash.io, un mining pool, ha ottenuto il controllo di maggioranza sulla potenza di hashing della rete Bitcoin, che ha dato loro la possibilità di lanciare un attacco del 51% sulla rete. Questo tipo di attacco creerebbe un’inversione temporanea delle transazioni Bitcoin, sebbene il pool abbia rilasciato una dichiarazione per chiarire che non avrebbe mai eseguito un simile attacco. La dichiarazione ha aggiunto che da ora in poi il pool non supererà il 39,99% di potenza hash.

$ 501,70 = 10 aprile 2014: chiusura dei conti bancari legati al cambio da parte della Banca popolare cinese

Le istituzioni finanziarie cinesi avevano una scadenza del 15 aprile per interrompere tutte le interazioni con lo stesso Bitcoin e gli scambi correlati. Le borse hanno perso l’accesso ai loro conti bancari nel paese, poiché sono passate a soluzioni bancarie offshore.

$ 453,05 = 26 marzo 2014: Bitcoin sarà tassato, secondo IRS

L’Internal Revenue Service degli Stati Uniti ha rilasciato una dichiarazione secondo cui Bitcoin potrebbe essere tasse come proprietà, ma non come valuta. Con questa classificazione, Bitcoin e altri asset di criptovaluta sarebbero soggetti a determinate restrizioni, inclusa l’imposta sulle plusvalenze.

$ 631.25 = 6 marzo 2014: Dorian Nakamoto identificato come Satoshi Nakamoto da Newsweek

Newsweek, l’agenzia di stampa, ha pubblicato un articolo su un uomo di nome Dorian Nakamoto, in quanto la giornalista Leah McGrath Goodman ha affermato che l’ingegnere informatico in pensione era il vero creatore di Bitcoin. Dorian, tuttavia, ha negato qualsiasi coinvolgimento e ulteriori indagini hanno confermato la sua mancanza di connessione con Bitcoin. Tuttavia, la comunità delle criptovalute ha finito per raccogliere $ 23.000 per lui.

$ 662 = 24 febbraio 2014: Mt. Gox si spegne improvvisamente

Sulla scia degli attacchi DDoS del 7 febbraio, Mt. Gox ha interrotto tutti i prelievi. Nel giro di poche settimane, la piattaforma un tempo di successo si spense, in seguito alla scoperta che mancavano 744.000 bitcoin dal cold storage. Lo scambio è andato in bancarotta e il prezzo di Bitcoin ha subito un crollo enorme.

$ 626 = 7 febbraio 2014: Mt. Gox e altri scambi hanno subito un grave attacco DDoS

Molteplici scambi sono stati suoi simultaneamente con attacchi DDoS, bloccandoli per diversi giorni. Gli scambi interessati sono stati il ​​monte. Gox, Bitstamp e BTC-E, tra gli altri.

Valori del prezzo del bitcoin (BTC in USD) nel 2013

Valori del prezzo del bitcoin (BTC in USD) nel 2013

$ 839 = 5 dicembre 2013: istituzioni finanziarie in Cina bandite dall’uso di Bitcoin

La Banca popolare cinese ha preso atto della crescente popolarità del Bitcoin nel proprio paese, scegliendo di vietarne l’uso come forma di valuta per preservare il proprio sistema finanziario. Le istituzioni finanziarie sono state rapidamente bandite dall’uso di Bitcoin.

$ 921 = 29 novembre 2013: Mt. Gox ha registrato un valore Bitcoin di $ 1,242

I prezzi hanno raggiunto il massimo storico il 29 novembre, poiché ulteriori investimenti in Cina li hanno spinti al rialzo. I cittadini del paese gravitavano verso la valuta come un modo per proteggersi dallo yuan cinese, che si stava rapidamente gonfiando.

$ 1,075 = 20 novembre 2013: cittadini cinesi autorizzati a scambiare Bitcoin / possedere criptovalute

Secondo una dichiarazione della banca, i cittadini cinesi hanno avuto la libertà di interagire con il mercato di Bitcoin dalla Banca popolare cinese. Questa capacità consente ai cittadini cinesi di acquistare e vendere Bitcoin in massa. Con questa notizia, il prezzo di Bitcoin è aumentato e il volume degli scambi di Bitcoin ha raggiunto nuove vette.

$ 1.072 = 18 novembre 2013: Audizione di Bitcoin al Senato degli Stati Uniti ritardata

L’arresto di Ross Ulbricht ha portato il Senato degli Stati Uniti a tenere una discussione chiamata “Beyond Silk Road”, che ha discusso i “potenziali rischi, minacce e promesse” delle valute virtuali. Alcuni relatori e senatori credevano che Bitcoin fosse un rischio che non valeva la pena correre, mentre altri credevano nel suo potenziale.

$ 135,12 = 1 ottobre 2013: Dread Pirate Roberts aka Ross Ulbricht arrestato

Seguendo gli indizi, il Federal Bureau of Investigation è riuscito ad arrestare Ross Ulbricht, proprietario di Silk Road. Il mercato del dark web si era affermato come il luogo sotterraneo per la vendita e l’acquisto di droghe, armi e altri beni illegali per Bitcoin. Ulbricht è stato accusato di più crimini, tra cui pirateria informatica e riciclaggio di denaro, e ha perso 170.000 BTC nel processo.

Ulbricht è stato condannato alla revoca in carcere, senza possibilità di libertà condizionale, in seguito.

$ 126,94 = 30 agosto 2013: Tradehill ha cessato le attività

Tradehill, una piattaforma di scambio business-to-business, ha chiuso le loro operazioni e ha restituito i fondi ai propri clienti dopo un litigio con Archive Federal Credit Union. Il partner finanziario dell’azienda ha deciso di non affrontare le preoccupazioni normative di Bitcoin.

126,94 $ = 14 maggio 2013: Mt. Gox ha ricevuto un mandato dal Department of Homeland Security

Dopo un’indagine del Dipartimento per la sicurezza interna degli Stati Uniti, il Monte. Il CEO di Gox Mark Karpeles ha perso 3 milioni di dollari da un conto bancario con Wells Fargo in un sequestro da parte delle autorità. L’inchiesta ha rivelato che Karpeles stava inviando denaro illegalmente, contro i termini associati al conto. Gli utenti hanno iniziato a dubitare della capacità di Bitcoin di ottenere uno status legale futuro.

$ 122,90 = 10 aprile 2013: Mt. Gox si è spento a causa dell’elevato volume di scambi

Mt. Il volume degli scambi di Gox è aumentato a seguito dell’attività degli utenti sull’exchange, sebbene sia stato inizialmente scambiato per un attacco DDoS. L’exchange è stato costretto a chiudere a causa della domanda, che ha causato preoccupazione nella comunità Bitcoin.

$ 131,07 = 25 marzo 2013: il salvataggio del governo cipriota è correlato al picco di prezzo di BTC

Cipro è stata destinataria di un salvataggio di 10 miliardi di euro, con l’obiettivo di rimediare al fallimento dell’economia, anche se con un certo avvertimento: il conto che superava i 100.000 euro sarebbe stato soggetto a tasse e restrizioni. Queste restrizioni sono state responsabili dell’aumento di Bitcoin da $ 80 a $ 260 in poche settimane, poiché gli utenti gravitavano verso il “rifugio sicuro” offerto da Bitcoin.

$ 68,89 = 11 marzo 2013: rilascio aggiornamento Bitcoin 0.8.2

I problemi di transazione hanno fatto sì che Bitcoin arrivasse temporaneamente a un hard fork, segnando una settimana difficile per l’asset. Mt. Gox ha scelto di sospendere le operazioni poiché gli sviluppatori hanno seguito una risoluzione entro poche ore. Per evitare che questo problema si ripresenti, è stata rilasciata la versione 0.8.1.

Valori del prezzo del bitcoin (BTC in USD) nel 2012

Valori del prezzo del bitcoin (BTC in USD) nel 2012

$ 13,43 = 28 novembre 2012: Bitcoin si dimezza per la prima volta

Con la scrittura del codice originale di Bitcoin, Satoshi Nakamoto aveva progettato un piano di dimezzamento, tagliando automaticamente della metà il numero di BTC assegnati ai minatori ogni quattro anni. La prima applicazione di questo dimezzamento è avvenuta il 28 novembre, portando la ricompensa da 50 BTC a 25 BTC ad ogni blocco estratto.

$ 12,46 = 15 novembre 2012: Bitcoin accettato da WordPress

WordPress ha rilasciato una dichiarazione che annunciava la loro accettazione di Bitcoin come opzione di pagamento, a causa delle restrizioni che stavano affrontando da società come PayPal e Visa. WordPress ha affermato che queste società e altre stavano impedendo a 60 paesi in tutto il mondo di eseguire transazioni, tra cui Haiti ed Etiopia.

La dichiarazione osservava: “Il nostro obiettivo è abilitare le persone, non bloccarle”.

$ 11,18 = 17 agosto 2012: pagamenti di Bitcoin interrotti per il risparmio e la fiducia di Bitcoin dalla SEC

Trendon T. Shavers è stato accusato di aver frodato gli investitori a seguito del suo programma di investimento in Bitcoin dalla Securities and Exchange Commission degli Stati Uniti. Dopo aver accettato depositi di 50 BTC dagli utenti nel forum BitcoinTalk, ha pagato gli interessi su base settimanale. L’operazione è stata interrotta il 17 agosto e Shavers ha tentato di scomparire con 86.000 e 500.000 bitcoin dagli investitori.

$ 4,89 = 1 marzo 2012: 46.000 Bitcoin persi in Linode Hack

L’host web Linode è stato sottoposto a un attacco da parte di un utente malintenzionato anonimo sui propri server, che ha consentito all’autore dell’attacco di accedere a portafogli contenenti un numero enorme di Bitcoin. Rubando oltre $ 228.000 di Bitcoin, le vittime più importanti dell’hacking includevano lo sviluppatore principale di bitcoin, Gavin Andresen, l’exchange di bitcoin Bitcoinica e l’operatore di mining pool Marek “Slush” Palatinus.

$ 4,31 = 11 febbraio 2012: Paxum e Bitcoin Closed Crypto Operations, venduto Bitcoin

La settimana dell’11 febbraio non è stata una grande settimana per Bitcoin. Paxum, un elaboratore di pagamenti online, ha deciso di interrompere tutte le transazioni che coinvolgono la criptovaluta l’11 febbraio, citando preoccupazioni legali come motivo. Entro due giorni, TradeHill ha seguito la vendita di Bitcoin per emettere rimborsi a clienti e creditori. La data successiva, un bug di sicurezza su BTC-E Bitcoin Exchange è stato annunciato da Patrick “phantomcircuit” Strateman, utente del forum BitcoinTalk.

Valori del prezzo del bitcoin (BTC in USD) nel 2009-2011

Valori del prezzo del bitcoin (BTC in USD) nel 2009-2011

$ 4,22 = 19 dicembre 2011: “The Good Wife” presenta l’episodio “Bitcoin for Dummies”

Quando Bitcoin era ancora nei primi anni della sua vita, un episodio di “The Good Wife” ha deciso di capitalizzare la nuova tecnologia. Si prevedeva che l’esposizione a 9,45 milioni di spettatori avrebbe spinto l’affermazione a nuovi livelli, ma pochi spettatori sembravano interessati poiché il prezzo è rimasto in vigore.

$ 17,77 = 19 giugno 2011: Mt. Gox Hacked – Il primo grande buco nero di Bitcoin

Mt. Gox è stato violato da un revisore che lavora per lo scambio, che ha scaricato una copia del database degli utenti per l’accesso alle password. Con la possibilità di accedere ai privilegi a livello di amministratore, il revisore ha fatto scendere il prezzo a $ 0,01 per Bitcoin con i numerosi ordini di vendita inviati al sistema.

Mt. Gox è stata in grado di interrompere il trading per una settimana quando ha scoperto il problema, invertendo le operazioni e migliorando la sicurezza sui propri sistemi. Dei 600 portafogli compromessi, oltre 4.019 Bitcoin sono stati rubati.

$ 16,88 = 1 giugno 2011: Gawker News pubblica un articolo sul Dark Web Silk Road

Adrien Chen, uno scrittore per Gawker, ha pubblicato un articolo intitolato “Il sito web sotterraneo dove è possibile acquistare qualsiasi farmaco immaginabile”. Questo articolo è stato oggetto di molte controversie, descrivendo come i consumatori potrebbero utilizzare la piattaforma di impresa criminale Silk Road per l’acquisto di quasi qualsiasi cosa con Bitcoin. L’articolo ha guadagnato molto traffico, portando Bitcoin da $ 9,21 a $ 17,61.

Bitcoin ha raggiunto il picco di $ 31 entro una settimana dalla pubblicazione dell’articolo di Gawker.

$ 0,072 = 27 marzo 2011: tre scambi di Bitcoin lanciati ufficialmente

Britcoin, un nuovo scambio di criptovalute, è stato lanciato a marzo, consentendo agli utenti di fare trading con l’uso della sterlina britannica per la prima volta in assoluto. Subito dopo, uno scambio in Brasile ha seguito questo esempio lanciando un servizio per il Real brasiliano per fare trading anche con Bitcoin.

Bitmarket.eu è stato lanciato il 5 aprile, che ha permesso agli utenti di utilizzare l’euro per scambiare Bitcoin, cosa che non era mai stata fatta prima. I tre scambi hanno permesso a milioni di nuovi utenti di entrare nel mercato Bitcoin.

$ 1,00 = 9 febbraio 2011: Bitcoin Matched Value del dollaro USA

Bitcoin ha raggiunto lo stesso valore del dollaro USA quando aveva circa due anni, che è stata la prima volta nella storia che ha raggiunto la parità con la più grande valuta fiat del mondo. Il prezzo è salito rapidamente con questa notizia.

$ 0,07 = 15 agosto 2010: il processo di transazione fraudolenta di Bitcoin si traduce in un hard fork

Un errore di elaborazione del numero di computer ha consentito a un utente anonimo di creare una transazione Bitcoin fraudolenta, generando quasi 99.000 Bitcoin in più che potrebbero mai esistere nel sistema. Gli sviluppatori di Bitcoin hanno individuato e corretto il problema in poche ore.

$ 0,06 = 18 luglio 2010: Mt. Gox Exchange lanciato

Jed McCaleb ha lanciato Mt. Gox il 18 luglio, basato sulla precedente (ma fallita) piattaforma di scambio di carte Magic: The Gathering Online (MTGOX). Mt. Gox è cresciuto nei successivi tre anni fino a diventare il più grande scambio di Bitcoin online e McCaleb ha venduto lo scambio a Mark Karpeles entro il 7 marzo 2011, molto prima di questo enorme successo e eventuale fallimento.

$ 0,08 = 11 luglio 2010: articolo di Slashdot in primo piano Bitcoin

Slackdog.org, un popolare sito web per notizie e sviluppi tecnologici, ha presentato il rilascio della versione 0.3 di Bitcoin. L’interesse per Bitcoin è aumentato, portando il prezzo da $ 0,008 a $ 0,08 in cinque giorni.

$ 0,0025 = 22 maggio 2010: due pizze sono diventate i primi articoli acquistati con Bitcoin

Laszlo, un utente del forum Bitcointalk, ha pagato due pizze con 10.000 BTC, del valore di $ 25. Jercos, un altro utente sulla piattaforma, ha ordinato e pagato le pizze, segnando la prima volta che Bitcoin era stato utilizzato per un oggetto reale e tangibile.

$ 0,001 = 12 ottobre 2009: prima transazione tra Bitcoin e Fiat

New Liberty Standard ha effettuato un acquisto di 5.050 BTC con l’uso di PayPal per $ 5,02. Questo è il primo scambio noto con Bitcoin e qualsiasi valuta fiat.

$ 0,0008 = 5 ottobre 2009: lancio del nuovo servizio di tasso di cambio Bitcoin Liberty Standard

Il nuovo standard Liberty è stato lanciato come servizio per lo scambio di fiat con Bitcoin, utilizzando un tasso di 1,309,03 BTC a 1 USD, o circa $ 0,0008 per 1 BTC. La tariffa è stata calcolata considerando il costo dell’elettricità utilizzata per l’estrazione di un singolo Bitcoin sul computer in quel momento.

$ 0,00 = 12 gennaio 2009: prima transazione Bitcoin avvenuta

Il 12 gennaio, il creatore di Bitcoin Satoshi Nakamoto ha trasferito 10 bitcoin allo sviluppatore e attivista di crittografia Hal Finney come la prima transazione Bitcoin in assoluto. La transazione è stata twittata da Finney, che in seguito ha scherzato sul fatto che non l’ha mai ripagata a Satoshi.

$ 0,00 = 3 gennaio 2009: creazione di Genesis Block per Bitcoin

Il creatore di Bitcoin Satoshi Nakamoto ha estratto il primo blocco Bitcoin, mettendo in moto la blockchain di Bitcoin.

Assicurati di utilizzare la cronologia più dettagliata della cronologia dei prezzi dei bitcoin per vedere fino a che punto la criptovaluta più grande e migliore è arrivata nel suo primo decennio. Ora, per concludere la nostra guida al prezzo del bitcoin per investitori e trader di criptovalute, chiudiamo con una FAQ sui calcoli BTC / USD per rivedere tutti gli elementi rimanenti.

FAQ sul prezzo di Bitcoin e sul tasso di cambio BTC

FAQ sul prezzo di Bitcoin e sul tasso di cambio BTC

Riceviamo molte domande sul prezzo del bitcoin e sul tasso di cambio del bitcoin. Ecco alcune delle domande più frequenti che riceviamo.

D: Da dove viene il tasso di cambio del bitcoin? Chi misura il tasso di cambio?

UN: Diversi siti web misurano il tasso di cambio di bitcoin utilizzando diverse fonti. I migliori siti web utilizzano più scambi principali e dati di trading aggiornati al secondo per ottenere il tasso di cambio del bitcoin. Quanto qualcuno ha appena pagato per bitcoin? Per quanto qualcuno ha appena venduto bitcoin? Qual è stato l’ultimo prezzo che qualcuno ha pagato per bitcoin? Aggregando i dati da più fonti, i reporter sui tassi di cambio possono ottenere i dati più accurati possibili per le attuali condizioni di mercato.

D: Chi controlla il prezzo del bitcoin?

UN: Acquirenti e venditori in mercati aperti controllano il prezzo del bitcoin. Non esiste un’entità centrale che possa dettare il prezzo del bitcoin.

D: Una singola persona può influenzare il prezzo del bitcoin?

UN: È certamente possibile che una singola istituzione o individuo possa controllare il prezzo del bitcoin, anche se è meno probabile poiché il mercato diventa più liquido. Tuttavia, se Satoshi lasciasse improvvisamente sul mercato la sua presunta scorta di 1 milione di BTC, ciò causerebbe un calo dei prezzi diverso da qualsiasi cosa abbiamo visto prima. Poche altre persone – anche le balene con milioni di dollari in bitcoin – possono influenzare da sole mercati come questo.

D: Chi controlla il tasso di emissione o il tasso di inflazione di bitcoin?

UN: La ricompensa per il blocco di Bitcoin è il suo tasso di emissione o tasso di inflazione de facto. Ogni 10 minuti, 6,25 BTC vengono aggiunti alla fornitura disponibile di bitcoin attraverso questo sistema di ricompensa a blocchi. Questa ricompensa di blocco è codificata in bitcoin proprio come la sua offerta totale. È progettato per essere tagliato a metà all’incirca ogni quattro anni, fino all’anno 2140, quando si prevede di estrarre l’ultimo bitcoin.

D: Perché il prezzo del bitcoin è così volatile? Perché il tasso di cambio del bitcoin oscilla così tanto?

UN: Bitcoin è noto per la sua volatilità. Dieci anni fa, il bitcoin valeva meno di un centesimo. Negli ultimi due anni, il valore del bitcoin è compreso tra $ 3.000 e $ 20.000, a seconda di quando hai controllato il prezzo. La volatilità del bitcoin può sembrare estrema, ma è ciò che ci aspettiamo da un nuovo asset e da un nuovo mercato. Il mercato sta cercando di trovare il prezzo del bitcoin, quindi i prezzi aumenteranno e diminuiranno naturalmente. Vedi sopra per i motivi principali per cui il prezzo del bitcoin aumenta e diminuisce.

D: In che modo il bitcoin può essere una riserva di valore se il suo prezzo cambia costantemente?

UN: Il prezzo di Bitcoin ha oscillato selvaggiamente nel corso degli anni, portando molte persone a sostenere che il bitcoin è una scarsa riserva di valore. È certamente possibile che bitcoin sarà una scarsa riserva di valore a lungo termine, anche se a questo punto è difficile dirlo in un modo o nell’altro. Anche il valore dell’oro ha fluttuato nel tempo, ma rimane una delle migliori riserve di valore nella storia.

D: Bitcoin è una bolla?

UN: È certamente possibile che guarderemo indietro a bitcoin tra 15 anni e rideremo della bolla più grande e sciocca della storia. È anche possibile che i nostri nipoti ci chiederanno tra 50 anni se il bitcoin valeva davvero solo $ 10.000 quando eravamo piccoli. In parole povere, nessuno sa dove andrà a finire il bitcoin, cosa succederà al suo prezzo e se il bitcoin è davvero in una bolla.

D: Perché l’offerta totale di bitcoin è fissa? Come sappiamo che ci sono solo 21 milioni di bitcoin?

UN: La fornitura totale di Bitcoin è fissa. È codificato nelle regole fondamentali di bitcoin. Possono esistere solo 21 milioni di bitcoin.

D: È possibile modificare l’offerta totale di bitcoin?

UN: È tecnicamente possibile modificare l’offerta complessiva di bitcoin. Proprio come la maggior parte delle regole bitcoin, queste modifiche richiedono il supporto della maggioranza. Se un numero sufficiente di persone vuole cambiare il limite di offerta di bitcoin, allora quel limite di offerta cambierà.

D: Quanti bitcoin ci sono oggi sul mercato?

UN: 18 milioni di bitcoin sono stati estratti da gennaio 2009 a novembre 2019. I restanti 3 milioni di bitcoin dovrebbero essere estratti tra il 2019 e il 2140, con la ricompensa del blocco ridotta della metà ogni quattro anni. In realtà, il numero di bitcoin in circolazione è molto inferiore. Ad esempio, alcune persone non venderanno mai i loro bitcoin a un prezzo inferiore a un determinato prezzo. Anche milioni di bitcoin sono stati distrutti o persi.

D: Perché maggio 2020 è un momento importante per bitcoin?

UN: Maggio 2020 è una delle date imminenti più importanti nel futuro di bitcoin. Il 14 maggio 2020, la ricompensa del blocco di bitcoin verrà ridotta della metà da 12,5 BTC a 6,25 BTC. Da un giorno all’altro, il tasso di emissione – o tasso di inflazione – di bitcoin verrà dimezzato. Entrambi i due precedenti dimezzamenti (da 50 BTC a 25 BTC e da 25 BTC a 12,5 BTC) hanno portato a un improvviso aumento dei prezzi dei bitcoin.

D: Il bitcoin non è intrinsecamente inutile? Come avrà valore a lungo termine?

UN: È vero che il prezzo del bitcoin non è fissato a nessuna risorsa specifica. Tuttavia, il bitcoin ha ancora un valore intrinseco. La blockchain bitcoin fornisce valore bitcoin, per esempio. Bitcoin ti consente di trasferire in modo sicuro denaro da una persona all’altra senza la necessità di un intermediario centralizzato. Ecco da dove viene il valore del bitcoin.

D: Cosa succede quando vengono estratti tutti i bitcoin? Non diminuirà il prezzo del bitcoin?

UN: L’ultimo bitcoin dovrebbe essere estratto nel 2140. Ad oggi, solo il 15% circa dei bitcoin è ancora non estratto. Una volta estratto l’ultimo bitcoin, i minatori guadagneranno denaro attraverso le commissioni di transazione. I minatori riscuotono già le commissioni di transazione e bloccano i premi quando estraggono con successo un blocco. Dopo il 2140, raccoglieranno solo le commissioni di transazione. Nessuno sa veramente dove sarà il prezzo del bitcoin nel 2140 ed è difficile prevedere cosa accadrà. Tuttavia, bitcoin è progettato per continuare a funzionare senza problemi anche dopo che l’ultimo bitcoin è stato estratto.

D: Qual è l’unità di conto più piccola di bitcoin, il satoshi, ha a che fare con il prezzo di BTC?

prezzo bitcoin in satoshi

UN: Ci sono 100 milioni di satoshi per 1 bitcoin, o 1 satoshi è 0,00000001 BTC. A causa dell’infinita divisibilità di bitcoin, il satoshi è l’elemento costitutivo di base del valore misurabile di bitcoin, in cui ci saranno solo 2 quadrilioni, 100 trilioni di Satoshi (o 21 quantrilioni di Satoshi) mai creati. Questa scarsità digitale inizia ad avere importanza quando Bitcoin non può più essere misurato in dollari USA come lo è oggi.

Ultima parola: come viene determinato il prezzo di Bitcoin?

guida ai prezzi di bitcoin

Il prezzo di Bitcoin è determinato da due semplici fattori economici: domanda e offerta. L’offerta di bitcoin è fissa, sebbene la domanda di bitcoin continui a crescere. La domanda aumenta man mano che più persone sentono parlare di bitcoin, man mano che la tecnologia di bitcoin cresce e migliora e man mano che bitcoin diventa più utile. E chissà, mentre questa guida utente su come funziona il prezzo di bitcoin ha sicuramente aiutato, se ‘hodl’ abbastanza a lungo potresti non doverti preoccupare del prezzo di BTC misurato in USD e iniziare con la più piccola unità di conto in bitcoin, il satoshi.

prezzo bitcoin btc / meme usd

Non esiste un milionario di bitcoin, poiché un milione viene calcolato in base ai dollari USA e un giorno il tasso di cambio da BTC a USD sarà semplicemente da BTC a BTC (almeno come il meme di matrice mappa il possibile futuro).

Per ulteriori risorse sui prezzi dei bitcoin, controlla l’analisi dei grafici, le previsioni di previsione e gli aggiornamenti del dimezzamento del 2020.

In conclusione, quando la domanda aumenta e l’offerta rimane fissa, i prezzi aumenteranno inevitabilmente. Questo è il modo più semplice per capire il prezzo e il tasso di cambio di bitcoin.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
Adblock
detector
map